Verona, Juric: “Veloso non ci sarà contro il Sassuolo”

Verona, Juric: “Veloso non ci sarà contro il Sassuolo”

Il tecnico gialloblù ha presentato alla stampa l’anticipo del venerdì contro il Sassuolo.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

All’Hellas Verona e a Ivan Juric spetta il compito di inaugurare la nona giornata di Serie A. Domani sera infatti, i gialloblù scenderanno in campo contro il Sassuolo, dando il via al tour de force che li vedrà impegnati ogni tre giorni.

LE DICHIARAZIONI DI JURIC

Sulla stagione fin qui disputata: “Dopo la partita di Napoli l’adrenalina ha fatto brutti scherzi. Ero dispiaciuto perché avevamo fatto una grande prova. Quello che stanno facendo i ragazzi è fantastico, nessuno se lo immaginava. Non era scontato. Per fare partite così devi allenarti a mille”.

Sull’attacco: “Sono contento degli attaccanti, il gol arriverà. Certe cose non sono scontate come in altre squadre. Quando non tiri mai ti preoccupi, quando crei tanto con diversi giocatori sei contento”.

Tra Sassuolo e Parma: “Siamo lontani anni luce da entrambe le nostre rivali. Speriamo di arrivare ai loro livelli. Quando affronto le partite non parlo degli avversari, perché domani non è più facile di Napoli. Quando abbiamo giocato contro squadre più deboli sono state comunque gare aperte”. Bocchetti non ci sarà:

Su Bocchetti: “L’infortunio è da poco. L’esperienza di Genova mi dice che se vieni da campionati lontani hai problemi inizialmente. Al Genoa li ho avuti con Pandev e Dzemaili. Hanno bisogno di tempo per ricominciare”.

Sugli altri indisponibili: “Non ci sarà Veloso: un altro come lui non l’abbiamo, per la visione della partita che ha. Anche Amrabat si è allenato poco, per cui qualche cambiamento lo farò.

Su Stepinski in coppia con Di Carmine: “Si può fare, ma sono due centravanti. Nessuna squadra in Italia gioca con due punte così. Normalmente si gioca con uno più veloce e un altro più di peso. Non è facile metterli entrambi, a meno che tu non voglia giocare con tanti cross. Di Carmine sta migliorando, ha le doti per fare bene in A se riesce a lavorare bene. Lo tengo molto in considerazione, anche se non è ancora al massimo della forma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy