Sassuolo, De Zerbi: “Caputo out, gioca Defrel. Spazio per Locatelli”. E su Traoré…

Sassuolo, De Zerbi: “Caputo out, gioca Defrel. Spazio per Locatelli”. E su Traoré…

Parola al tecnico del Sassuolo alla vigilia del match contro il Lecce.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Sfida al Via del Mare che mette in palio punti fondamentali in ottica futuro per Sassuolo e Lecce. Gli ospiti neroverdi arrivano dalla sconfitta nel turno infrasettimanale con la Fiorentina e dovranno reagire per portare a casa una vittoria dalla Puglia. Il mister del Sassuolo De Zerbi è intervenuto in conferenza stampa.

LE PAROLE DI DE ZERBI

Sugli infortunati: “Rispetto a quelli di mercoledì si aggiungono Caputo e Magnanelli, due assenze pesanti, ma la squadra è forte e possiamo fare risultato. Caputo non parte con la squadra, ha provato a stringere i denti ma non verrà con noi. Magnanelli viene in panchina ma probabilmente non è utilizzabile. Bourabia lo mandiamo con la Primavera per mettergli minutaggio visto che è rientrato giovedì e non aveva senso portarlo con noi per non farlo giocare e sarà a disposizione con il Bologna”.

Su chi giocherà in attacco: “Davanti gioca Defrel. Quando hai Caputo e Defrel, se tutti e due stanno bene, Raspadori trova poco spazio ma è sempre nei miei pensieri. E’ un giocatore importante ma si gioca in 11. Traoré sta giocando di meno ma c’è Djuricic che si è ritagliato un po’ di spazio e sta facendo bene, non vuol dire che penso male di Traoré, bisogna cercare di capire qual è il momento migliore o quello peggiore“.

Su Locatelli: Domani gioca titolare perché non lo vedevo brillante e perché fisicamente non mi dava le garanzie ai livelli che lui deve puntare sempre. Avevo il dubbio con la Fiorentina di farlo giocare per avere Magnanelli a riposo, era già in preventivo il suo utilizzo. Quando sta bene e spinge, Locatelli è un titolare. Quando non sta bene, per motivi magari anche non suoi, ci sono anche altri che possono giocare“.

Sul match con il Lecce: “Il Lecce è una squadra coraggiosa che ha fatto sempre bene, anche in casa nonostante le sconfitte, con una identità ben chiara che parte dalla Serie C. Il Via del Mare lo conosco bene perché ci ho giocato tante volte, a volte è andata bene e altre no. E’ un campo caldo e mi fa piacere ritrovarli in A. Noi dobbiamo andare con la voglia di giocare vista nel primo tempo con la Fiorentina”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy