Parma, D’Aversa: “Kucka è convocato, ma non sta bene”

Il tecnico gialloblù ha parlato alla stampa alla vigilia dell’esordio in Serie A contro la Juventus.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby
d'aversa-parma

Il debutto nella Serie A 2019-2020 non è dei più facili per il Parma di Roberto D’Aversa, che contro la Juventus Campione d’Italia per otto volte consecutive dovrà probabilmente fare a meno di una pedina importante come Kucka. Al contrario, c’è grande attesa per l’esordio in campionato dei nuovi acquisti Hernani e Brugman.

LE PAROLE DI D’AVERSA

Sugli indisponibili:Kucka stamattina ha svolto l’allenamento con la squadra ed è convocato, ma è impensabile un debutto dall’inizio. L’allenatore cerca di lavorare con quello che ha a disposizione, tutti questi vantaggi domani non li avremo. Kucka non sta bene, anche Grassi è da valutare, dovremo stare concentrati”.

Sulla Juventus:La città tiene molto a questa partita, l’obiettivo contro la squadra più forte del campionato è fare punti. Dovremo fare la partita perfetta e sono sicuro che ci sarà la spinta del pubblico. Dobbiamo fare di tutto per portare a casa dei punti. Tutti domani guarderanno questa partita. Da parte nostra c’è la voglia e l’entusiasmo di affrontare questa squadra. Chi pratica sport ha sempre voglia di misurarsi con i più forti e non sempre i più forti escono col risultato positivo. Ho un gruppo di ragazzi che lavora duramente, ma sarà una gara difficile e diversa da quelle disputate fino ad ora. Sarri assente? Dispiace quando un allenatore deve saltare le gare per motivi di salute. Detto questo, il giorno della partita l’allenatore può incidere poco rispetto al lavoro in settimana, ma guai a sottovalutare l’avversario. Dovremo essere bravi a lavorare col nostro DNA. Sarri predilige un certo tipo di gioco, diversamente da Allegri che magari utilizza situazioni tattiche differenti. Ci sarà organizzazione, vorranno fare la partita fraseggiando e con la squadra corta e noi dovremo ragionare anche sulle loro individualità importanti: dovremo essere pronti ad affrontare una squadra più forte. Se è meglio affrontarla ora? È meglio affrontarla quando ha vinto lo scudetto. Noi possiamo incidere solo sulla nostra prestazione, non avere Kucka e forse Grassi dispiace. In molti esordiranno domani, da Hernani a Brugman. La Juventus è fortissima, non pensiamo di avere vantaggi”.

Sulla Serie A:Le grandi si stanno rinforzando per colmare il gap con la Juventus. Il campionato sta riassumendo quel valore che aveva una volta, il rientro di allenatori importanti è una dimostrazione di tale miglioramento”.

Su Kulusevski esterno offensivo:Rispetto a Karamoh è diverso. Non ha difficoltà ad agire su tutta la fascia, ma in questo momento incide di più la condizione. Non è una scelta definitiva”.

Sulla squadra:Sarà il campo a dire se siamo più forti dello scorso anno. Il fatto di aver ripreso giocatori come Inglese e Grassi è importante, ma anche per Alberto ci vorrà tempo per tornare al top. Quello che mi preme è che la squadra vada in campo con lo stesso atteggiamento dell’anno scorso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy