Napoli, grinta Llorente: “So come battere la Juventus. Ho aspettato per tre mesi, con Ancelotti…”

Napoli, grinta Llorente: “So come battere la Juventus. Ho aspettato per tre mesi, con Ancelotti…”

L’attaccante spagnolo nella conferenza stampa di presentazione svela alcuni retroscena sulla trattativa.

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi
Napoli, Llorente e Lozano possibili titolari contro la Sampdoria

Fernando Llorente è da pochi giorni un nuovo giocatore del Napoli. Il calciatore spagnolo potrebbe addirittura trovare la gioia dell’esordio nel prossimo match di campionato a causa delle indisponibilità di Milik e Insigne. In conferenza stampa la nuova punta della formazione partenopea ha risposto alle domande dei cronisti.

Su come è nata l’idea Napoli: “Avevo voglia di giocare ancora in una grandissima squadra ed il Napoli è un club di livello internazionale.  Ho avuto tante opzioni di varie squadre ma per me il Napoli è stata la priorità. Non è stato facile venire qui perché ho aspettato tre mesi, ma volevo fortemente tornare in Serie A con una squadra competitiva che giocasse anche la Champions. C’è tanto da lavorare ma sono prontissimo a dare il massimo e sono a disposizione del mister e dei compagni, mi sento bene fisicamente e so qual è il contributo che posso portare alla squadra”.

Sul rapporto con Ancelotti: “Quando ti chiama un allenatore come Ancelotti è subito una emozione forte. Io già volevo fortemente il Napoli, poi quando hai un tecnico così vincente non hai dubbi che stai facendo la scelta giusta. Il Napoli ha una società importante ed un grande allenatore. Desideravo tanto poter lavorare con Carlo e sono felicissimo di averlo con me adesso”.

Su cosa porterà al club azzurro: “Certamente ho tanta esperienza, non sono più giovanissimo però so quali sono le mie capacità e sono certo di poterle dimostrare. Ho sempre segnato tanto e vorrei farlo anche qui. Però la priorità è mettermi a disposizione e seguire sia le scelte che le indicazioni del mister”.

Sulle differenze tra Juventus (sua ex squadra) e Napoli:“La prima cosa di cui ti rendi conto qui è il calore della gente. Tutti mi stanno riempiendo di affetto ed è meraviglioso. Ora spero di poter ricambiare questo affetto segnando tanti gol. Poi come club parliamo di due grandissime squadre e il Napoli rispetto al passato è cresciuto tantissimo. Adesso spetta solo a me allenarmi e dare il massimo. Non vedo l’ora di iniziare perché ho tanta fiducia e credo nel sogno che ha il Napoli. Ho trovato uno spogliatoio che è una famiglia e questo è un valore in più che ti dà forza”.

Su come si batte la Juventus, Llorente ha le idee chiare: “Quello non è mai facile. Quando ero ha Siviglia abbiamo vinto 1-0 con un mio gol. So cosa significa batterla, ma un conto è la partita singola, un altro è il campionato. Ma, ripeto, ho tanta fiducia e sento che possiamo fare una grande stagione. La Juventus è abituata a vincere, ma il Napoli è la rivale più vicina. Qui c’è un gruppo di grande talento, giovani che cresceranno e sono certo che in futuro questa sarà una squadra di campioni”.

Su vincere Champions o scudetto: ”Io vorrei vincere. Poi se posso scegliere vorrei la Champions. Ho perso due finali e sarebbe fantastico riuscire a conquistarla”.

Infine, sulla scelta del numero di maglia: “Il 9 l’ho portato in varie squadre ed ho sempre segnato tanto. Sono un centravanti e quello è il numero che preferisco. Non temo la pressione. Spero solo mi porti fortuna anche qui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy