Napoli, Gattuso: “Niente gabbia su Messi. Insigne ha l’anima da capitano. Giocherà chi è al 100%”

Napoli, Gattuso: “Niente gabbia su Messi. Insigne ha l’anima da capitano. Giocherà chi è al 100%”

Il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso, affiancato da Lorenzo Insigne, presenta il match di Champions League contro il Barcellona.

di Massimo Angelucci

Il Napoli di Gennaro Gattuso, dopo la vittoria esterna contro il Brescia per 2-1, si rituffa nuovamente in Champions, dove ad attenderla domani sera ci sarà il Barcellona di Leo Messi, al suo primo match allo stadio San Paolo, stadio che fu di Diego Armando Maradona. Un match sulla carta proibitivo, ma la Champions League ci ha insegnato più volte che di proibitivo non c’è nulla e che le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

LE DICHIARAZIONI DI GATTUSO ED INSIGNE

Gennaro Gattuso in primis esprime solidarietà a tutte le persone che sono state colpite in queste ore dal coronavirus: “Siamo vicino alle persone che stanno avendo problemi con il coronavirus. Siamo vicini anche al Governo per quello che stanno facendo. Speriamo che la vicenda venga risolta il prima possibile“.

Lorenzo Insigne, che affianca mister Gattuso in conferenza stampa, è molto fiducioso e carico per il match di domani sera: “Stiamo vivendo questa vigilia tutti insieme, ci stiamo facendo forza e siamo tutti uniti. Dobbiamo fare una grande partita difensiva ed offensiva. Un mio goal? L’importante è che si vinca, va bene anche se fa goal Ospina. Non abbiamo nessuna paura, se l’affrontiamo nel modo giusto possiamo fare un grande risultato. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci capiteranno. Ho buone sensazioni, domani faremo una grande partita, come abbiamo sempre fatto nei big match. L’ambiente che troveremo al San Paolo sarà meraviglioso, non riesco ancora ad abituarmi all’urlo del pubblico che ci carica prima del match di Champions. Spero che i tifosi ci aiutino fino alla fine, come hanno sempre fatto”.

Le aspettative dei tifosi sul capitano Insigne sono altissime: “Io ho sempre accettato le critiche. Sono sereno perché sono sempre venuto fuori da questi periodi e lo sto facendo anche ora. Spero di regalare una gioia immensa ai nostri tifosi“.

Insigne nega di essere stato in passato vicino ai blaugrana: “Non sono mai stato vicino a firmare con il Barcellona. Loro hanno grandi campioni e stanno benissimo così, soprattutto dopo i 4 goal di Messi nell’ultima partita”.

La parola passa poi a mister Gennaro Gattuso: “Domani affronteremo una grandissima squadra. Voglio ringraziare la mia squadra e il mio predecessore Carlo Ancelotti per avermi dato la possibilità di giocare questo ottavo di finale, io non ho fatto niente per arrivare fin qui. Il Barcellona con Setien, grandissimo allenatore, è molto veloce nel recupero palla, lo fa in media in soli 6 secondi, e questo è un dato molto preoccupante. Sto rivedendo il Barcellona di un paio di stagioni fa, quello che palleggia in modo verticale per farti male. Noi domani dobbiamo fare una grande partita, soprattutto in fase di possesso. La tattica precisa la vedrete domani sera. Loro favoriti? Hanno qualcosina più di noi, ma nel calcio non si sa mai“.

Per Gattuso Lorenzo Insigne è l’uomo in più: “Insigne è un motore molto importante per il Napoli. È il capitano e, in quanto tale, deve essere coerente in tutto quello che fa. È un giocatore che non ha grande fisicità, ma ha una buonissima velocità ed è molto utile nei rientri difensivi. Deve entrare nell’anima con le parole e con i fatti, è un giocatore molto intelligente“.

Nessuna gabbia su Leo Messi. Gattuso sarà contento se… “Se vedo una squadra che gioca senza paura, che se la gioca fino alla fine, che sa soffrire. Gabbia su Messi? Assolutamente no, noi dobbiamo fare una grande partita collettiva. Messi è un esempio per il calcio mondiale, è stato sempre perfetto. Fa delle cose che ho visto solo sulla PlayStation.  Ma il Barcellona non è solo Messi, il Barça ha una squadra intera. Dobbiamo giocare con tutto il collettivo, da squadra. Non dobbiamo giocare con colpi individuali fine a se stessi. Tutta la squadra può e deve essere importante, non solo Fabian Ruiz e Manolas che sono due ottimi elementi tecnici”.

Preferenza Messi o Maradona: “Diego è il Dio del calcio, è stato il più grande giocatore al mondo. Mi dispiace non averlo visto dal vivo. Messi in questo momento sta facendo delle cose che ho visto fare solo a Maradona nelle videocassette“.

Lozano ultimamente non viene molto considerato: “In questo momento sto facendo delle scelte e Lozano deve lavorare molto e farsi trovare pronto. Ora vado alla ricerca di altre caratteristiche”.

Formazione anti-Barça? “Gioca chi sarà al 100%, chi ha gamba. Conta anche l’esperienza in questo tipo di partite“.

Il Napoli può vincere la Champions? “Non si sa mai…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy