Milan, Giampaolo: “Conti titolare, con Paquetà tutto a posto”. E su Biglia e Rebic…

Il mister del Milan Marco Giampaolo è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del derby contro l’Inter.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Tempo di derby, tempo di Milan-Inter. Domani sera (ore 20.45) ci sarà la stracittadina di Milano fra due squadre che cercano la prima vittoria di prestigio in stagione. E da una parte c’è il Milan che arriva dall’1 a 0 di Verona in cui si è sbloccato Piatek. Mister Giampaolo ha parlato così in conferenza stampa alla vigilia del match.

LE PAROLE DI GIAMPAOLO

Su San Siro al derby: “Clima ed emozioni coinvolgenti. Passioni che ti trascinano“.

Sul responso della squadra dopo il match di Verona: “La nostra ambizione è quella di giocare bene e vincere. Cerco di trasmettere ciò alla squadra. Poi le vittorie ti aiutano a portare avanti il lavoro“.

Sull’importanza di questo derby per Giampaolo: “Ho conosciuto tanti derby a Genova e so che significa per i tifosi, per l’ambiente. È una partita importante, una delle più importanti“.

Sul possibile nervosismo di alcuni giocatori (Piatek, Paquetà): “Non mi interessano i nervosismi, preferisco giocatori concentrati. In queste partite il livello si alza da solo, preferisco giocatori sereni. Se vuoi giocare bene devi essere sereno“.

Sul derby: “Servirà una prestazione di altissimo livello. Sfida verità? In ogni partita hai qualcosa da vincere o da perdere. Sarà sempre una sfida importante. Non so come ci arrivi l’Inter, è una partita che sfugge ad ogni tipo di pronostico. Non voglio essere sfavorito, voglio che la squadra faccia la partita giusto. Ma non è il crocevia“.

Sull’Inter: “La partita dell’Inter in Champions l’ho vista, ma ha trovato di fronte una squadra che gli ha dato fastidio. Noi dobbiamo essere meglio dello Slavia Praga. Credo che possa arrivare una partita chiave che ti faccia svoltare. Prima o poi può arrivare e bisogna esserne consapevoli“.

Sul primo match ufficiale contro Conte: “Lui ha avuto un percorso importante, l’ho seguito sin dagli inizi. Oggi all’Inter ripropone il calcio del primo Conte. Non l’ho mai incontrato ma il ceppo lo conosco“.

Sulla squalifica di Calabria: “Domani gioca Conti, è cresciuto rispetto a qualche mese fa e più di qualche miglioramento l’ha fatto. Domani deve dimostrare come sta“.

Sui nuovi arrivati e il loro ambientamento:Per me esiste un solo Milan. Alleno 23 giocatori dei quali sono contento, non discuto dei singoli calciatori. Il Milan è al di sopra degli interessi di ognuno di noi“.

Sulla formazione titolare: “Non l’ho cambiata spesso; il mantra è divertimento, gioia“.

Sul confronto con Paquetà: “Nessun confronto, nessun nervosismo. Abbiamo chiacchierato e basta, poi a voi, ad arte, piace ingigantire. Niente di clamoroso“.

Su una possibile conferma di Biglia: “È un giocatore esperto, sa giocare questo tipo di partita. Domani dobbiamo giocare in undici, e in quattordici con i cambi“.

Su Rebic dal primo minuto: “Rebic ha volontà, è un ragazzo con entusiasmo e determinazione. Si è allenato con noi questa settimana, però ha l’entusiasmo giusto“.

Su Donnarumma e Romagnoli: “Ci sono tanti uomini spogliatoio. Tutti coloro che sono già stati nel Milan negli anni scorsi sono tutti leader; Gigio è uno di quelli“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy