Juventus, Sarri: “Per ora il tridente Dybala-Higuain-Ronaldo solo in spezzoni di gara”

Juventus, Sarri: “Per ora il tridente Dybala-Higuain-Ronaldo solo in spezzoni di gara”

Il tecnico bianconero incontra i giornalisti alla vigilia dell’esordio casalingo in Champions League contro il Bayer Leverkusen.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

Il cammino in Campionato viene momentaneamente interrotto dalla Champions League. La Juventus infatti, è pronta ad affrontare domani il secondo match europeo contro il Bayer Leverkusen, dopo il pareggio in rimonta subito al debutto stagionale contro l’Atlético Madrid. Stavolta lo scenario sarà l’Allianz Stadium di Torino, dove il tecnico Maurizio Sarri si augura di agguantare i tre punti per iniziare a evitare critiche e preoccupazioni.

LE DICHIARAZIONI DI SARRI

Sulla partita: “Il Bayer in Bundesliga è a un punto dal Bayern Monaco, con il miglior possesso palla. Mi ha sorpreso soprattutto per facilità di palleggio. Pensare oltre a domani, ossia all’Inter, sarebbe un errore clamoroso perché siamo davanti a una partita di livello molto elevato. Mi aspetto una grande partita domani, perché è la prima in casa e abbiamo la necessità di fare un buon risultato. Da domani sera alle 11 poi penseremo alla prossima partita. Vorrei avere un gruppo di giocatori focalizzati su questa partita”.

Sulla crescita della Juventus: “Il nostro punto di maturazione spero sia basso, perché vuol dire che abbiamo grandi margini di miglioramento. Dobbiamo scendere in campo con l’obiettivo massimo, sapendo che ci sono altre 9-10 squadre con la stessa forza nostra. Gli episodi possono essere fondamentali. Abbiamo un obiettivo solido, ma la Champions può dipendere anche da altri fattori, anche casuali. Non mi porrei altri obiettivi se non passare il turno e poi vedere turno per turno dove andare. Chiaro che poi l’obiettivo è arrivare fino in fondo. Al di là delle partite, ciò che mi lascia sereno è che vedo grande applicazione durante gli allenamenti. Questo mi lascia pensare che siamo destinati a migliorare. È aumentata la nostra qualità di palleggio, ora il passo successivo è velocizzarlo. Dobbiamo pensare alla concretezza offensiva, perché nelle ultime due partite abbiamo fatto 4 gol pur avendo avuto 21 occasioni.

Su Ramsey: Sta facendo bene. Viene da un infortunio lungo. Penso che abbia ancora margini di miglioramento, mi ha sorpreso per come si è inserito velocemente”.

Sull’ossessione Champions per la Juve: La Champions è il top per un allenatore e per un calciatore. Bisognerebbe arrivare a divertirsi, con il primo pensiero di entrare in campo nelle partite più importanti d’Europa. Dovrebbe esserci un senso di allegria, non di pesantezza senza motivo. È difficile che un’italiana in questo momento sia la favoritissima, che penso sia una squadra inglese. Dobbiamo alleggerire una clima di pesantezza per queste partite”

Sul tridente Dybala-Ronaldo-Higuain: Vediamo: è un’ipotesi affascinante, ma che il nostro livello di maturazione può prendere in considerazione per alcuni spezzoni di partita”.

Sulla condizione fisica della squadra: Nelle ultime tre partite abbiamo dati in miglioramento sotto tutti i punti di vista. Confrontare dati fisici da una partita all’altra è difficile, perché ci sono variabili che condizionano. La condizione fisica è in crescendo, ma è in correlazione con quella mentale per il livello applicativo della squadra in certe partite”.

Sulla formazione: Ieri ha fatto solo defaticante chi aveva giocato, li ho appena visti. Oggi ci sarà da valutare, prima voglio vedere i dati fisici e come sempre la valutazione finale sta all’occhio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy