Hellas Verona, Juric: “Verre sta crescendo, Salcedo può fare bene tutti i ruoli”

Hellas Verona, Juric: “Verre sta crescendo, Salcedo può fare bene tutti i ruoli”

Il tecnico gialloblù ha incontrato la stampa alla vigilia della trasferta contro l’Inter.

di Fabiola Graziano, @grazianofaby

La bella vittoria sul Brescia è stata rovinata dagli insulti razzisti dei propri tifosi ai danni di Balotelli. L’Hellas Verona e Ivan Juric pertanto, devono ripartire da tutto questo, consapevoli che l’avversario di questo turno, l’Inter di Conte, sarà uno scoglio quasi insuperabile.

LE PAROLE DI JURIC

Sugli stop di Veloso e Kumbulla: “Non lo sappiamo quanto staranno fuori, ci sarà un’evoluzione. Il soleo è un muscolo strano, i tempi possono variare, e con Kumbulla bisogna stare attenti. Dobbiamo migliorare nella prevenzione e nei viaggi organizzati, perché gran parte di questi infortuni sono dovuti a queste cose. Kumbulla ha preso una botta prima di andare in Nazionale. Anche Veloso, dopo il viaggio di Napoli, ha avuto problemi di schiena, anche se il viaggio può non entrarci nulla”.

Su Gunter: “Sta bene, ha avuto l’influenza”.

Sulla partita: “San Siro non porta bene all’Hellas? Nemmeno a me. È un’opportunità, dobbiamo fare il massimo e sperare di fare bene. Conte è un vincente, devo ringraziarlo perché al Chelsea mi fece vedere come lavorava. So che con altri non è sempre così. Quando prepara le partite, cura i particolari, ha grande umiltà e idee chiare. Ha questa voglia di vincere, a volte è un suo pregio, altre no. Mi aspetto una squadra arrabbiata, arriveranno al massimo dopo la sconfitta di Dortmund”.

Sul gol di Salcedo: “Quando fai due vittorie così l’ambiente è più positivo, anche io lo sono”.

Su Di Carmine: “Ci devo pensare. In questa partita starà fuori. Cosa ha fatto? Me lo tengo per me. Nulla di grave, ma me la tengo”.

Sul centrocampo: “Due giocatori importanti staranno fuori. Giocheranno altri al loro posto, ci sono meno alternative, ma va bene”.

Su Pessina e Dawidowicz: “Pessina ci sarà di sicuro, il mediano è il suo ruolo naturale. Dietro ci sto pensando ancora”.

Sulla Primavera: “Udogie mi stuzzicava, ma durante la sosta se ne va, quando avrei potuto lavorarci. Ha doti fisiche importanti, a differenza magari di altri. Non riesco ad allenarlo in maniera continuativa, a vedere se può essere utile subito”.

Su Verre: “Sta crescendo, domenica è stato il migliore. Tonali si è visto poco, mentre lui ha fatto davvero bene”.

Su Zaccagni: “Penso che non sia facile passare dalla B alla A. Non è così facile per lui, ma sta facendo bene. Facendo quel ruolo, ha più energia per questi spunti”.

Su Salcedo prima punta: “Può interpretare bene tutti i ruoli. Ci stiamo lavorando, ma può farlo”.

Su Silvestri: “Sta facendo benissimo. Ho trovato un allenatore dei portieri di grande livello. Ho avuto il preparatore che adesso è al PSG, quando ho visto lavorare Massimo ho pensato fosse molto preparato. Ha grande libertà. Silvestri fa cose specifiche con Massimo, poi lavora con noi. In amichevole i portieri che giocano meno sono stati molto performanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy