Casa Inter: out Banega, torna Joao Mario

Casa Inter: out Banega, torna Joao Mario

Report del venerdì: tutte le ultime news dalla sede nerazzurra.

di Marco Grano

L’Europa e poi il Genoa, per dimenticare la brutta sconfitta del San Paolo. Pioli sembra dover ripartire ancora da zero, nelle gambe ma sopratutto sulla testa dei giocatori. Il lavoro svolto in settimana, è stato incentrato sulla tattica, e sull’intesità.
In vista del posticipo serale di domenica 11 dicembre, il dubbio è legato a Banega, uscito malconcio dalla trasferta di Napoli. L’occasione potrebbe essere ghiotta per Joao Mario, non più titolarissimo dall’arrivo di Pioli.

INTER: REPORT ALLENAMENTO

Nel giorno successivo la trasferta di Napoli,  è stata concessa una mattinata di riposo a tutta la squadra. Nel pomeriggio , invece, l’Inter si è ritrovata ad Appiano Gentile per il consueto lavoro post match. Divisi in due gruppi, i giocatori impegnati nella partita del San Paolo hanno fatto lavoro specifico defaticante, mentre per tutti gli altri allenamento sul campo.

Anche il giorno successivo c’è stata una seduta pomeridiana. La squadra ha iniziato l’allenamento con riscaldamento in palestra, e con esercizi di stretching. Successivamente, divisi in due gruppi, si sono svolti torelli, esercizi tattici e sul posseso palla. La seduta si è chiusa con una partitella in due tempi, 11 contro 11. Allo stesso modo si è chiuso l’allenamento pomeridiano di Lunedì. Il lavoro precedente la partitella è stato questa volta sulla forza, oltre che ancora sulla tattica.

Martedì, è iniziata la preparazione in vista dell’ultima partita di Europa League. Dopo il riscaldamento la squadra ha fatto dei torelli, ed in seguito esercizi tattici. Allenamento simile la mattina seguente, con lavoro sempre incentrato alla sfida contro lo Sparta Praga. Dopo il riscaldamento, con torelli e circuiti atletici, la squadra ha svolto una lunga parte di esercizi tecnico-tattici.

INTER: REPORT INFORTUNATI

Oltre al solito Medel, risulta sempre indisponibile anche Santon. Il terzino ex Newcastle da ormai tre settimane non è a disposizione di Pioli, anche se sembra sempre vicino al recupero da un affaticamente muscolare alla coscia sinistra.
Resta in dubbio per la 16ma giornata di Serie A, anche Banega. Il centrocampista argentino, dopo essere uscito per una contusione al ginocchio sinistro, durante la partita contro il Napoli, ha svolto tutta la settimana in differenziato.

INTER: REPORT EUROPA LEAGUE

RISULTATO: Inter-Sparta Praga 2-1

L’avventura in Europa per l’Inter si chiude con 6 punti. Grazie ad una doppietta di Eder, i nerazzurri ottengono la loro seconda vittoria, eliminando i cechi dalla competizione.
Pioli ha schierato un inedito 3-4-3, con Andreolli, capitano per una notte, al fianco di Ranocchia e Murillo. Biabiany e Ansaldi sulle fasce, con Melo e Miangue in mezzo. Nel tridente Eder e Palacio affiancavano il giovane Pinamonti, all’esordio in prima squadra.
La gara si sblocca al minuto ’23 con Eder, che in due tempi trafigge il portiere avversario. Lo stesso italo-brasiliano era già stato il più pericoloso qualche minuto prima, con una forte punizione che ha sfiorato la traversa.
Nel primo quarto d’ora della ripresa i cechi pareggiano con Marecek, bravo a girare di testa un cross dalla sinistra. Lo Sparta Praga avrebbe anche l’occasione di completare la rimonta, ma Carrizo la evita parando il rigore di Dockal, assegnato per fallo di Andreolli su Lafana. Invece è l’Inter a passare nuovamente, e definitivamente, in vantaggio. Ancora con Eder a segnare, ma questa volta trafiggendo Koubek con un destro piazzato dal limite dell’area.

Le parole di Pioli: “L’Inter ha cercato di fare la partita, di mettere in campo generosità ed attenzione. In alcune situazioni dobbiamo fare in fretta a crescere, in altre abbiamo già fatto bene. Siamo alla ricerca di equilibrio, ci vuole una squadra più efficace in difesa, stiamo provando delle cose e sceglieremo la soluzione più utile. A questa squadra basta un episodio sfavorevole per andare in sofferenza, dobbiamo mantenere lucidità. Sappiamo soffrire poco nei momenti di critici e dopo diventa tutto più difficile.
C’è grande rammarico per la partita in Israele, avevamo avuto un approccio buono ma abbiamo fatto l’errore di pensare che la partita fosse finita dopo il primo tempo, e l’abbiamo pagata caramente.
Pinamonti è un ragazzo molto giovane con molte qualità e soprattutto con la testa sulle spalle, è destinato ad un ottimo futuro. Il club farà le sue valutazioni, lavorare per tutta la settimana sarà un vantaggio. E’ vero che ventinove giocatori sono tanti, durante il mercato di gennaio ridurremo il numero perché io voglio stare bene con i miei giocatori, e se siamo tanti questo non può accadere. Gabigol in questo momento se non è stato scelto significa che è meno pronto di altri.”

 

FANTAPILLS:

fantapillsJoao Mario: con Banega in dubbio potrebbe tornare a giocare dal primo minuto. Una grande occasione per lui che, dall’arrivo di Pioli, è sceso dietro nelle gerarchie.

Eder: non inganni la doppietta, né la sua prova convincente. Ha giocato bene, ma in campionato tornerà in panchina ed il suo apporto sarà come sempre in corso di gara.

Ranocchia: chiude un’altra partita senza essere il peggiore in campo, per lui è un ottimo segnale. Pioli sta insistendo su di lui, ma prenderlo in fanta rosa è ancora troppo rischioso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy