Il Brescia si mette in buone mani: arriva Joronen

Il Brescia si mette in buone mani: arriva Joronen

Siamo allo scambio dei documenti: il Brescia ha acquistato a titolo definitivo il portiere del Copenaghen.

di Giuseppe Ronco

Sarà Jesse Joronen, classe ’93, a difendere la porta dei bresciani. Per lui 18 gol subiti e 10 cleen-sheet nello scorso campionato su 23 presenze. Un nome che odora già di garanzia, anche perché Joronen lo conosciamo già. E’ stato lui, di fatto, a blindare la porta del Copenaghen durante i 210 minuti di assedio dell’Atalanta nell’ultima gara di qualificazione all’Europa League lo scorso agosto. Decisivo non tanto per aver neutralizzato il rigore calciato malamente da un Cornelius già con un piede lontano da Bergamo, ma per una gran quantità di interventi notevoli che hanno cristallizzato il risultato sullo 0-0.

Arriva Joronen: tenacia e affidabilità

E magari, vista la rivalità tra le due tifoserie, questo particolare non è sfuggito a Cellino, che ha deciso di investire su di lui per iniziare a imbastire una rosa degna del massimo campionato. Oppure, potrebbe aver influito la passione in comune per il rock: il presidente con il suo gruppo, i “Maurilios”, il nuovo portiere con la sua casa discografica, la 325 Media. Molto più probabile, però, sia stata decisiva la tenacia e la qualità che questo giovane ragazzo finlandese ha mostrato di avere. Nella sfida di qualificazione all’Europa League contro il Kups, ad esempio, quando è rimasto in campo fino alla fine nonostante uno scontro contro il compagno di squadra Vavro. Giusto per blindare il risultato con una super parata nei minuti finali. O nella rete siglata da centrocampo nell’autunno del 2014, quando militava in prestito agli inglesi del’Accrington Stanley. Insomma, i motivi per sceglierlo non sono sicuramente mancati: adesso sta a lui ripagare la fiducia del Brescia e difendere la porta lombarda dagli assedianti di tutte le squadre della nostra massima divisione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy