Calciomercato, Milik-Dzeko al bivio: quali sono i loro destini?

I due attaccanti sono alle prese con la doppia cessione mancata e, almeno per il polacco, gli ultimi giorni di mercato saranno di fuoco

di Mauro Maccioni
Milik Napoli 2019

Napoli e Milik, Roma e Dzeko. Due situazione slegate che, nel corso degli ultimi giorni, si sono invischiate talmente tanto da diventare quasi co-dipendenti. Ma dopo la doppia cessione mancata, quali saranno le loro strade?

MILIK IN GUERRA CON ADL

Milik, lo sappiamo, è fuori dal progetto tecnico del Napoli gattusiano. Lo si era capito in campo ed è stato confermato fuori, senza lasciare la minima traccia di una possibilità di reintegro. E Milik, che lo ha capito bene, di certo non fa sconti. La situazione, dopo il mancato passaggio alla Roma, è la seguente. Il Napoli vuole cederlo in questa sessione, altrimenti il giocatore, che è in scadenza a giugno dell’anno prossimo, può già iniziare ad accordarsi a gennaio con il suo futuro club. Ovviamente a zero euro, cosa che ad Aurelio De Laurentiis non va troppo bene. Ed è per questo che si stanno cercando acquirenti soprattutto all’estero, dato che il polacco interessa in Premier e in Bundesliga. In ogni caso, però, nessuno vuole spendere i 30 milioni chiesti dal Napoli, ed è quindi quanto mai probabile una ritrattazione del prezzo di partenza. Una piccola sconfitta, specie se a ciò si aggiunge il fatto che Milik, che è di fatto in guerra con il Napoli, non vuole rifiutare le due mensilità in sospeso e vuole ancora chiarimenti sulla questione multe post-ammutinamento. Una questione vecchia, quasi ricoperta di polvere, ma ancora non risolta. Insomma, Milik non cede mentre il Napoli, al contrario, vuole cedere: il rischio di perderlo a zero è troppo alto.

DZEKO PRIGIONIERO

Che Dzeko veda sfumare il suo trasferimento non è una storia nuova. Lo abbiamo visto con il Chelsea nel 2018 e con l’Inter l’anno dopo. Ma Dzeko, vero professionista con la P maiuscola, ha sempre fatto vedere di pensare solamente al campo. E, di conseguenza, alla Roma. Questa volta, però, è diverso. Dzeko si era promesso alla Juventus ed era già pronto a partire, direzione Torino. Ma tutto è saltato e la Juventus alla fine ha preso Morata. E Dzeko che fa? Rimane alla Roma, o almeno è questo lo scenario più probabile. Il bosniaco avrebbe lasciato volentieri la capitale per provare, a 35 anni, a vincere in Italia e, perché no, anche in Europa. Ma la trattativa è saltata e ora Dzeko si vede recluso nuovamente tra le gabbie del Colosseo, dove un tempo si ingabbiavano gli animali feroci. Dzeko, un leone assatanato o quant’altro non lo è, ma di certo non sarà felice. E la Roma, ora, non può far altro che tenerlo in casa dato che difficilmente qualcuno offrirà la stessa cifra bianconera. Superata questa sessione, poi, sarà sempre peggio, con l’età che avanza e che impedirà definitivamente un incasso importante. Da segnalare poi la tensione con Fonseca, che tra l’altro sembra essere tenuto sott’occhio dalla società, che non sta apprezzando poi molto il suo lavoro. Il futuro di Dzeko, comunque, è ancora a Roma. Più avanti chi lo sa, ma ciò che è certo è che tutte le parti non sono contente di come sia andata a finire.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy