Bisoli: «Contro il Sassuolo sfida surreale, contava di più sapere se si avesse la febbre rispetto alla tattica. Lotteremo contro tutti per salvarci»

Bisoli: «Contro il Sassuolo sfida surreale, contava di più sapere se si avesse la febbre rispetto alla tattica. Lotteremo contro tutti per salvarci»

Il centrocampista del Brescia si confida alle colonne della Gazzetta dello Sport

di Mario Ruggiero, @MarioRuggi

Punto fermo del Brescia, con cui è sceso in campo 25 volte in questa stagione con una rete messa a referto (media voto 5.89/ fantamedia 6), Dimitri Bisoli confida alla Gazzetta dello Sport le sue sensazioni sul particolare momento vissuto legato al Coronavirus.

A partire dall’ultima partita disputata, la sfida contro il Sassuolo: «Surreale: contava di più sapere se si avesse la febbre rispetto alla tattica. Pensare al calcio senza pubblico è difficile. Al Rigamonti entro, guardo la Nord e mi emoziono. Se e quando ripartiremo, dovremo trovare le motivazioni in noi».

Sulla salvezza e sul desiderio di ritornare in campo: «Mi basterebbe tornare a correre su un campo: andrei anche solo per la parte atletica. Abbiamo perso punti per una serie di dettagli, ma non cerchiamo alibi. Con la nostra mentalità lotteremmo contro tutti perché sappiamo quanto è stata dura conquistarci la A».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy