Arrivano le Magic Final 4 di Gazzetta. Intervista a Giancarlo Coppa, uno dei 4 finalisti di quest’anno

Arrivano le Magic Final 4 di Gazzetta. Intervista a Giancarlo Coppa, uno dei 4 finalisti di quest’anno

di Redazione Fantamagazine

Ci siamo, il momento cruciale della stagione è arrivato. 4 finalisti, 4 super squadre, emozione, ansia e sana competizione per aggiudicarsi la vittoria finale.

Di seguito la nostra intervista a Giancarlo Coppa che con la sua CIELLO STELLATO 73 sfiderà Federico Pennisi e il socio Paolo con la loro PAF_2_53.

D: Partiamo subito con l’aspetto emozionale: come stai vivendo questa attesa?
R: Sicuramente è un momento di tensione, si sta soffrendo. Infatti ieri sera ho evitato di guardare la partita perché il mio avversario aveva Zapata titolare.

D: Avrai la tua personale “curva” composta da amici che faranno il tifo per te?
R: Certo, un ristretto numero di amici ma soprattutto i miei figli Stefano e Andrea con i quali mi confronto sui cambi e sulle strategie di gioco.

D: È il tuo primo anno di Magic o sei un veterano del nostro gioco?
R: Sono un veterano del Fantacalcio, gioco con la Gazzetta dalla seconda edizione. Ho già vinto dei premi tra cui un abbonamento primo anello per il Milan a S.Siro.

D: Sinceramente, ti aspettavi di arrivare a questo punto? Quando hai iniziato veramente a crederci?
R: Non mi aspettavo assolutamente di arrivare in finale, anche perché prima del lockdown ero duecentesimo in classifica e non avrei pensato di poter fare questa rimonta. Dalla ripresa del campionato, ho macinato punti ad ogni giornata, fino ad arrivare al terzo posto.

D: Andiamo un po’ nel lato strategico del gioco: hai cambiato spesso il modulo oppure ne hai battezzato uno specifico?
R: Ho adottato un modulo sin dall’inizio ed è il 4-3-3 sfruttando anche il modificatore di difesa.

D: Qual è il Magic colpo di cui vai più fiero quest’anno?
R: Direi Calhanoglu. Alla ripresa del campionato avevo bisogno di un centrocampista, il mio Milan giocava contro il Lecce e così l’ho acquistato senza neanche troppa convinzione. Grazie alle sue prestazioni poi, non l’ho mai più rimosso dalla squadra.

D: Qual è per te la vera rivelazione di quest’anno? Un solo nome e il perché.
R: Per i motivi di cui sopra direi Calhanoglu.

D: Credi sia importante indovinare il capocannoniere di stagione o meglio avere una rosa equilibrata in tutti i reparti?
R: Inizialmente preferisco puntare più su una rosa equilibrata, per poi cercare di acquistare i bomber che insaccano la palla in rete.

D: In fine un consiglio a tutti i magic allenatori: cosa serve per arrivare in fondo e vincere?
R: Sicuramente la buona sorte perché senza di quella non si va da nessuna parte. Aggiungerei tanta costanza nel gioco e soprattutto mai darsi per vinti. Ciao a tutti e in bocca al lupo ai miei avversari!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy