Consigli Fantacalcio, con Farias il Lecce può cambiare veste tattica

Consigli Fantacalcio, con Farias il Lecce può cambiare veste tattica

Con l’arrivo dell’attaccante brasiliano Liverani potrà adottare sia il 4-3-3 che il 4-2-3-1

di Carlo Cecino, @CarloCecino

SFIDA LA REDAZIONE DI FANTAMAGAZINE SU MAGIC
Crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport!


A 29 anni Diego Farias riparte da una nuova neopromossa. Dopo aver concluso l’ultima stagione all’Empoli, risultando un importante asso nella manica per la formazione dell’ex mister Andreazzoli e sfiorando la salvezza con i toscani, Diego Farias inizierà la Serie A ormai alle porte in maglia Lecce. Il colpo di mercato che porta la firma del ds Meluso arriva in Puglia dal Cagliari, in prestito con obbligo di riscatto nel caso in cui i giallorossi dovessero salvarsi. Per comprendere le potenzialità fantacalcistiche del nuovo acquisto clicca qui sul focus apposito.

VARIANTE TATTICA

Farias è uno di quegli attaccanti che non spicca per la freddezza sotto porta, bensì sa giocare bene con la squadra ed è un dribblomane nato; se lanciato in profondità sa fare a fette le difese avversarie. Questo è il motivo principale che ha spinto mister Liverani a richiedere un tipo di giocatore come Farias, in grado di ricoprire anche più ruoli. La posizione ideale dell’ex Empoli è quella di seconda punta: perciò nel probabile 4-3-1-2 di marca leccese può essere uno dei due attaccanti a supporto di Lapadula o La Mantia. Tuttavia, il neo acquisto pugliese sa disimpegnarsi egregiamente da ala. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Farias può integrarsi alla perfezione sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1 moduli che Liverani sta provando come alternative all’usuale 4-3-1-2.

Da esterno offensivo nel 4-3-3, con al centro dell’attacco Lapadula o La Mantia e nell’altra fascia l’alter ego mancino di Farias, vale a dire Falco. Da trequartista di fascia sinistra nel 4-2-3-1, con Falco a destra, Mancosu al centro e Lapadula (La Mantia) boa in avanti. Si formerebbe così una linea di trequarti fantasiosa e che non darebbe riferimenti agli avversari, con Farias e Falco, a piedi invertiti, liberi di svariare, privilegiando la loro attitudine nel partire dalla corsia esterna e poi accentrarsi per duettare con il centravanti o tentare la conclusione personale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy