Atalanta, Pasalic: «Dobbiamo ripartire. Ruolo? Gioco dove vuole il mister»

Atalanta, Pasalic: «Dobbiamo ripartire. Ruolo? Gioco dove vuole il mister»

Il centrocampista dell’Atalanta Mario Pasalic ha rilasciato alcune dichiarazioni durante un incontro con i tifosi bergamaschi presso lo store della squadra

di Marco Spartà, @marcosparta91

L’Atalanta è tornata al successo nell’ultimo turno di campionato travolgendo in trasferta il Chievo per 5-1. La formazione di Gian Piero Gasperini, difatti, non vinceva dalla prima giornata di campionato, quando superò il Frosinone per 4-1. Un successo che ha dato respiro alla Dea risalita leggermente in classifica ed adesso al 15° posto: non l’inizio di campionato che tutti si aspettavano.

Sulla vittoria a Verona è tornato a parlare il centrocampista dell’Atalanta Mario Pasalic, durante l’incontro con i tifosi allo store della squadra nerazzurra, affermando: «Il successo contro il Chievo è quello che ci serviva per darci forza. Nove partite senza vincere sono state realmente difficili, ma adesso bisogna ripartire da dove ci eravamo fermati. Ora dobbiamo pensare, prima della qualificazione all’Europa, alla prossima gara contro il Parma, è fondamentale confermarci e sbloccarci anche in casa».

Il giocatore croato, arrivato quest’estate in prestito dal Chelsea, ha poi parlato della sua nuova avventura a Bergamo: «Qui mi trovo bene, in passato ho cambiato diverse squadre, ma adesso vorrei fermarmi in club per almeno tre o quattro anni. Per migliorarmi ho bisogno della squadra e della città giusta, vedremo come andrà questa stagione e poi valuteremo il da farsi». Infine Pasalic si è soffermato sul suo ruolo in campo: «Onestamente adesso non sto facendo bene come all’inizio e voglio crescere per arrivare a grandi livelli. Devo lavorare tanto per arrivarci e soprattutto per adottarmi alla squadra dove sto ricoprendo un ruolo in cui non sono abituato a giocare. Sono un centrocampista centrale, ma gioco sulla trequarti dove vuole il mister Gasperini. Per me non è importante il ruolo, ma giocare e dare il mio contributo alla squadra».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy