Serie A, Fantacalcio Mantra: tutti i nuovi volti del campionato

Il punto della situazione sulle novità arrivate dal calciomercato in vista dell’asta di riparazione.

di Fabrizio Lo Gerfo

Il calciomercato invernale si è concluso, riportando in Serie A alcune vecchie conoscenze e qualche novità assoluta. Con le aste di riparazione alle porte, vi proponiamo – per ogni fascia di ruolo – tutti i nuovi arrivi che saranno presenti tra gli svincolati nelle vostre leghe.


LINEA DI DIFESA – Il più interessante è il terzino destro Maehle. Nell’Atalanta può contendersi un posto con Hateboer, ma anche far rifiatare Gosens sulla fascia sinistra. Un nuovo Castagne, con tutto il potenziale che un tornante della Dea è in grado di offrire in chiave Fantacalcio. I vari Tomori, Soumaoro e Onguenè sono difensori centrali che entreranno nelle rotazioni delle rispettive squadre, nessuno ha un ruolo da titolarissimo ma, ognuno di loro, avrà modo di garantire le sue presenze. Diverso il discorso per Rugani che, se la condizione fisica glielo permetterà, andrà ad affiancare Godin a discapito di Ceppitelli. Infine la Roma ha ingaggiato Reynolds, un classe 2001 che difficilmente riuscirà a scalzare Karsdorp nello scacchiere di Fonseca.


LINEA DI CENTROCAMPO – L’innesto più curioso a centrocampo lo ha messo a segno il Genoa con Strootman. L’ex romanista ha una maglia assicurata nella mediana di Ballardini, giocando come mezzala. Listato anche come mediano, oltre che centrocampista, può essere un ottimo colpo per migliorare la propria squadra. L’unico altro arrivo, da un altro campionato, in questa zona del campo è Bessa. Il brasiliano è ritornato al Verona per essere impiegato come alternativa sulla trequarti o nei due di centrocampo. La concorrenza è elevata, ma le qualità tecniche non sono mai mancate a questo giocatore, dal potenziale ancora inespresso.


LINEA DI TREQUARTI – La Roma riabbraccia El Shaarawy. Alle spalle del centravanti, Mkhitaryan e Pedro avevano bisogno di alternative. Carles Perez non è stato finora in grado di fornirle, costringendo Fonseca ad avanzare Lorenzo Pellegrini quando uno dei due è stato assente. El Shaarawy avrà tante possibilità per poter incidere, e il suo doppio ruolo da ala e attaccante nel Mantra è molto intrigante. Nella già affollatissima trequarti dell’Atalanta si aggiunge anche Kovalenko. Una scommessa che non consigliamo nell’immediato, considerando i lenti tempi di inserimento dei nuovi negli schemi di gioco di Gasperini.


ATTACCANTI – Il Parma è stato il vero protagonista di questo calciomercato invernale. I pochi gol realizzati hanno spinto i gialloblù alla ricerca di rinforzi per il reparto offensivo. Il più costoso è stato Man, che si candida a potersi ritagliare ampio spazio per cercare di incidere. Il suo ambientamento al calcio italiano è tutto da verificare, ma può valere uno slot nei vostri tridenti. L’altra novità tra gli attaccanti è Kokorin che avrà più difficoltà nel partire dal primo minuto, considerando la concorrenza di Ribery. La Fiorentina però è convinta del talento del russo, che potrebbe rivelarsi una scommessa intrigante.


PUNTE CENTRALI – Mario Mandzukic è il nome più altisonante. Il croato sarà spesso impiegato da subentrante, con possibilità di partire dall’inizio in caso di forfait da parte di Ibrahimovic. L’unico titolare tra i nuovi arrivi potrebbe essere Sanabria, per far da spalla a Belotti. Al Benevento è arrivato Gaich, che entra in ballottaggio con Lapadula. Indecifrabile la situazione prima punta in casa Parma. Zirkzee e Pellè si aggiungeranno a Cornelius e Inglese. A meno che D’Aversa non voglia cambiare modulo, giocando col doppio centravanti, ci sarà solo un posto disponibile e dovrebbero contenderselo i due nuovi arrivati, considerando lo scarso apporto finora offerto da chi ha deluso le aspettative. L’impressione è che il Parma continuerà a faticare a trova la via della rete, con i pochi gol segnati che potranno essere equamente distribuiti tra i tanti giocatori offensivi presenti in rosa. Infine, ritorna in serie A Ernesto Torregrossa, che tanto bene aveva fatto lo scorso anno con la maglia del Brescia. Il centravanti siciliano è chiuso da Quagliarella ma, come ha già dimostrato, da subentrante potrà convincere Ranieri a dargli sempre più fiducia, per mettere in mostra tutto il suo estro calcistico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy