Palladino al Genoa: cosa cambia al fantacalcio?

Il giocatore ex Crotone dovrebbe essere l’ultimo colpo di un mercato rossoblù vorticoso e movimentato come sempre

di Nello Fiorenza

PALLADINO AL GENOA, COSA CAMBIA AL FANTACALCIO?

Con l’uscita di Ocampos, si concretizza, dopo sei anni, il ritorno al Genoa di Raffaele Palladino. Un presente da giocatore, un futuro nello staff del tecnico croato.
L’attaccante napoletano aveva già giocato con la maglia del Grifone, tra l’agosto del 2008 e il gennaio del 2011, mettendo assieme 59 presenze e un totale di 7 reti, tra cui quella nel Derby della Lanterna del novembre 2009.
Palladino ha fatto di tutto per tornare e ritrovare Ivan Juric, con cui aveva vissuto la volata promozione nella scorsa stagione in serie B con la maglia del Crotone. Inoltre i due sono stati compagni di squadra nel leggendario Genoa di Milito e Thiago Motta, targato Gian Piero Gasperini.

PALLADINO AL GENOA, UN USATO SICURO?

33 anni il prossimo aprile, «Palla» va a sostituire in toto Ocampos, coprendone il ruolo e aumentando il grado di affidabilità ed esperienza all’interno della squadra. Potrà mettersi a disposizione del gruppo conoscendo alla perfezione le strategie tattiche del mister e potendosi inserire nei meccanismi di gioco di Juric.
Non avrà lo stesso grado di titolarità che ha avuto al Crotone, questo bisogna metterlo in preventivo. In ogni caso Palladino ruoterà nelle gerarchie offensive contribuendo in maniere preziosa alla manovra d’attacco. In questa mezza stagione di serie A ha realizzato 2 gol (di cui uno su rigore) nella sua avventura calabrese.
I suo fantapossessori non devono far prendersi dal panico e dalla frenesia dello svincolo all’asta di riparazione. A tutt’oggi potrebbe avere senso tenerlo nel vostro reparto d’attacco come 5° o 6° slot.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy