Napoli, Sarri fa storcere il naso ai Fantallenatori: Mertens e Insigne sembrano due pesci fuor d’acqua…

Napoli, Sarri fa storcere il naso ai Fantallenatori: Mertens e Insigne sembrano due pesci fuor d’acqua…

Insigne trequartista e Mertens seconda punta: il napoletano e il belga deludono a Sassuolo nella nuova versione. Mister, perché non provare il 4-3-3?

di Redazione Fantamagazine

La dote principale di un bravo giornalista, si dice, è quella di raccontare sempre la verità senza aver paura di guardare in faccia il “bersaglio” della propria penna. E poco importa se il destinatario dei propri “versi” ha un nome importante, un giornalista “braveheart” non teme le conseguenze del proprio affondo giornalistico, e non arretra di un centimetro neanche se il personaggio principale del proprio articolo ha una somiglianza spiccata con un tale “Don Pietro Savastano“, il boss della fiction “Gomorra“…
Scherzi a parte, stiamo parlando di Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, che nella prima e sfortunata partita di campionato contro il Sassuolo, ha schierato Lorenzo Insigne trequartista e Dries Mertens seconda punta nel suo nuovo 4-3-1-2 facendo storcere il naso a tutti quei fantallenatori che hanno puntato sullo scugnizzo partenopeo e sul folletto belga al Fantacalcio
La domanda, caro, mister, è la seguente: se Mertens e Insigne sono due dei migliori esterni d’attacco in circolazione in Europa, perché non mettere in campo un, forse, più adatto 4-3-3?

Mertens seconda punta? “Chi lascia la via vecchia per la nuova…”

“Chi lascia la via vecchia per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova”….dice un vecchio proverbio italiano e ama ripetere Lello (Lello Arena) a Gaetano (Massimo Troisi) nel film “Ricomincio da tre” ed è questo quello che devono aver pensato i tifosi del Napoli prima di vedere all’opera Dries Mertens sul campo del Sassuolo nel nuovo ruolo di seconda punta. Abituati a leccarsi i baffi con le magie del belga nel ruolo di esterno d’attacco, la prima di Mertens da seconda punta ha lasciato tutti a bocca aperta: “Ma era Dries quello che vagava nel campo senza meta senza quasi toccar mai un pallone?”
Nei due anni alla corte di Rafa Benitez, Mertens ha fatto la differenza come esterno d’attacco di sinistra nel 4-2-3-1 e nel fantastico Belgio di Wilmots si diverte a deliziare i palati fini dei tifosi rosso-giallo-neri alternandosi, più o meno nella stessa posizione di esterno d’attacco, con i vari De Bruyne e Hazard: tecnica sopraffina e scatto nel breve fulmineo, la caratteristica che fa di Mertens uno dei migliori esterni d’attacco d’Europa è quella di partire dalla fascia, saltare l’uomo, accentrarsi e gonfiare la rete avversaria o servire assist al bacio ai compagni con il suo magico destro. Caratteristiche che hanno spinto, pochi giorni fa, il Wolfsburg ad offrire 30 milioni al Napoli per portare Mertens via da Napoli: il patron Aurelio De Laurentiis ha rifiutato ma adesso il belga è chiamato ad una grande stagione ai piedi del Vesuvio.
Contro il Sassuolo Mertens ha portato a casa un “bel “ 5 in pagella e la sua prova ha mandato in crisi tutti i fantallenatori che quest’anno hanno deciso di puntare sul folletto belga: ma è proprio questo il vero Mertens? Quello col Sassuolo è stato solo un episodio? Secondo noi, no: il nostro consiglio è quello di ripristinare il 4-3-3 perché questa squadra è nata per giocare con quel modulo e perché Mertens in quel ruolo può fare sfracelli. Non siete convinti? Guardate questo video: spesso le immagini contano più delle parole…
https://www.youtube.com/watch?v=avXzkW4tzbA

Insigne trequartista….Male la prima

Non ci siamo: se l’Insigne versione trequartista è quello visto contro il Sassuolo, allora c’è ancora tanto da lavorare….”I movimenti del trequartista di Sarri sono consolidati nel tempo e hanno questa gerarchia: il movimento della palla in primis, il movimento dei compagni per mantenere le distanze e poi c’è anche l’avversario che deve essere aggredito”, ha detto l’ex allenatore ed opinionista sportivo Claudio Onofri. Quanto di quello elencato da Onofri abbiamo visto al “Mapei Stadium”? Diciamo poco e nulla: le triangolazioni palla a terra tra Insigne, Mertens e Higuain sono stati quasi nulle, le distanze tra i tre non sembravano giuste e non abbiamo visto una difesa del Sassuolo in crisi per l’aggressione di Insigne e compagni. Infelici, inoltre, le giocate che dovevano illuminare il Napoli: da quel punto di vista, Insigne ha spento la luce ed il suo atteggiamento indolente ha quasi irritato i tifosi azzurri.
La prima di Insigne da trequartista ha regalato a Sarri un triste 4,5 in pagella e la sostituzione con El Kaddouri: beh, certo, il giocatore ha chiesto al tecnico di giocare in quel ruolo ma i dubbi di tutti i fantallenatori che hanno puntato su di lui sono tanti. E lei, mister, non ha dubbi? Forse questo video può aiutarla a pensarci su….

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy