Napoli, per Alex Meret inizio in salita. Portiere di seconda fascia?

Napoli, per Alex Meret inizio in salita. Portiere di seconda fascia?

Alex Meret, con i suoi 7 goal incassati, si sta dimostrando per il momento il punto debole delle fantarose.

di Massimo Angelucci
Meret Napoli

Per il portiere ex Udinese Alex Meret i tempi in cui veniva etichettato come erede di Gigi Buffon sembrano ormai lontani. I 7 goal subiti nelle prime due giornate di campionato, 3 contro la Fiorentina e 4 contro la Juventus, lo hanno relegato a portiere di seconda fascia, soprattutto tra i fantallenatori che lo hanno schierato in questo inizio di stagione. I motivi di questo inizio difficoltoso può essere dovuto a diverse circostanze, una di queste potrebbe essere il sincronismo non ancora perfetto tra Koulibaly ed il nuovo acquisto Kostas Manolas, oppure un atteggiamento più offensivo della compagine partenopea che lascia più esposto il portiere agli attacchi avversari.

MERET, PUNTO DEBOLE DELLE FANTAROSE

Non sarà di certo tutta colpa sua, Meret ha fatto anche ottimi interventi in queste due giornate di campionato, ma in questo momento il portiere friulano è senza dubbio il punto debole di tutti i fantallenatori che lo hanno nelle proprie fantarose, con 7 goal al passivo non potrebbe essere altrimenti. Un portiere che, chiamato al definitivo salto di qualità dopo Udine, per il momento non ha saputo sfruttare la chance che ha avuto, anche per circostanze sfortunate se si pensa alla frattura al braccio della scorsa stagione che lo ha tenuto fuori dal campo per diverso tempo. Meret resta comunque potenzialmente un buon portiere se inserito in una difesa dai meccanismi solidi, prova ne sia i diversi salvataggi effettuati a Torino contro la Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy