Napoli, i dubbi in vista della ripartenza

Napoli, i dubbi in vista della ripartenza

Ringhio aspetta la riconferma e attende di sapere la situazione rinnovi di alcuni big, nel frattempo ha una rosa ampia da gestire.

di Francesco Spadano, @francespadano

Un modulo ben definito per Gattuso, cioè il 4-3-3, e una rosa molto ampia, quasi da big europea, con tante alternative di livello in ogni reparto, a partire dal duello in porta tra Meret e Ospina. Gattuso aspetta la riconferma da parte di De Laurentiis e attende di sapere non solo cosa farà Mertens, ma anche la situazione rinnovi degli altri big e altri elementi fondamentali al progetto Napoli.

IL CENTROCAMPO DI GATTUSO

Nel centrocampo napoletano Demme sembra il centrale prescelto, poi Fabian Ruiz come mezzala di regia e Zielinski a fare l’incursore. Questo significa solo panchina per Lobotka (preso a gennaio), Elmas (giovane su cui la società punta molto) e Allan. La situazione più sorprendente è quella del centrocampista ex Udinese. Allan era ritenuto fondamentale nella mediana azzurra sia da Ancelotti che da Sarri. Riguardo Allan sembra si sia rotto qualcosa dal periodo in cui il Psg ha cercato di portarlo a Parigi. Negli ultimi mesi Allan non è stato più lui con tanto di panchina annessa. Difficile però che Gattuso si privi di un giocatore unico come Allan, un centrocampista “box to box” che sarebbe titolare in quasi tutte le squadre di Serie A. Se Allan dovesse ritrovarsi, Gattuso gli darà sicuramente spazio.

GATTUSO E LE SCELTE IN ATTACCO

Anche nel reparto offensivo ci sono diverse alternative con la sfida Politano e Callejon sulla destra, con lo spagnolo favorito. C’è poi Mertens costretto a subire il “peso” di Milik come centravanti anche se il rendimento del polacco è sempre stato caratterizzato da alti e bassi. Il belga potrà ritagliarsi, comunque, il suo spazio magari sfruttando il fattore fisico che, in teoria, lo vedrà avvantaggiato nel tornare in forma in tempi rapidi. Insigne, invece, parte nettamente favorito per il ruolo di attaccante sinistro ma la soluzione Lozano non è da sottovalutare per diversi motivi, tra cui il calciomercato. Presentarsi a trattare un Lozano “panchinaro” sarebbe un grosso errore finanziario che il Napoli forse non può permettersi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy