Napoli, ecco Malcuit: una nuova freccia per Carlo Ancelotti

Napoli, ecco Malcuit: una nuova freccia per Carlo Ancelotti

Il Napoli ha finalmente il suo terzino destro. Tra spiccate doti offensive e qualche limite tattico su cui lavorare, scopriamo insieme chi è davvero Kevin Malcuit.

di Marcello Pelosi, @Marcello Pelosi

Quando nel 2012 scese nella terza serie francese per iniziare la sua avventura da attaccante con la maglia dell’Étoile Football Club Fréjus Saint-Raphaël, difficilmente Kevin Malcuit avrebbe potuto neanche sognare un futuro da terzino destro in una squadra come il Napoli di Carlo Ancelotti. Il francese, nei giorni scorsi, è invece passato alla corte di De Laurentiis in seguito ad un investimento da ben 13 milioni di euro, complice un finale di campionato esaltante trascorso con la maglia del Lille in Ligue 1.

KEVIN MALCUIT, LE CARATTERISTICHE TECNICHE

I ben 57 dribbling completati nel corso della passata stagione lo hanno reso il secondo miglior difensore del campionato francese in questa specialità, nonostante un infortunio lo abbia costretto a giocare da titolare poco più della metà delle gare (21). Con la maglia dei Mastini, inoltre, il calciatore si è dimostrato capace di mettere a referto la bellezza di un assist decisivo ogni 4 partite circa. Insomma, i numeri parlano chiaro: ancora oggi il giocatore non tradisce la propria indole offensiva, trascinando con sé tutte le peculiarità e i limiti che da questa derivano.

La diagonale difensiva non perfetta che ha contribuito alla realizzazione del 3-1 del Wolfsburg ne è stata la testimonianza lampante: a numeri strabilianti in fase di spinta Malcuit affianca in maniera inevitabile qualche pecca evidente in fase di ripiegamento. Nonostante i 27 anni appena compiuti inducano a pensare a un giocatore al culmine della propria maturità calcistica, si tratta in realtà di un elemento il cui percorso di apprendimento tattico è evidentemente ancora da perfezionare. Senza dimenticare quanto appena detto, però, le capacità impressionanti di entrata in tackle e le importanti doti atletiche fanno ben sperare nell’eventualità che la mano esperta di Carlo Ancelotti possa arrivare a colmare o quantomeno mascherare i difetti del calciatore.

KEVIN MALCUIT, LE POTENZIALITÀ AL FANTACALCIO

Malcuit arriva a completare un reparto difensivo che sulla corsia di destra poteva contare sul solo Elseid Hysaj. Rispetto all’albanese, l’ex Lille può vantare caratteristiche che sulla carta si presentano come esattamente complementari. Hysaj, di fatto, sta costruendo la sua carriera su una grande affidabilità tattica, in fase difensiva e nella gestione del pallone, tutti aspetti sotto i quali, al giorno d’oggi, Malcuit si dimostra piuttosto carente. Contemporaneamente, vale la pena ricordare che, nel computo delle 251 reti realizzate in Serie A dal Napoli di Sarri, appena una è arrivata su assist dell’ex Empoli, con la casella riguardante i goal segnati rimasta tristemente ferma sullo 0. Al netto delle numerose incognite, Malcuit arriva dunque a Napoli come una preziosa alternativa da sfruttare e valorizzare, sia per Ancelotti che per tutti i Fantallenatori.

Per motivi di natura tattica è, ad oggi, molto difficile ipotizzare un suo impiego dal primo minuto con Ghoulam sulla sinistra, mentre i giusti equilibri potrebbero raggiungersi pensando allo schieramento in contemporanea di un giocatore più avveduto come Mario Rui. Al fantacalcio, acquistare Malcuit in coppia con uno tra Hysaj e Ghoulam potrebbe rivelarsi un’ottima idea per avere solidissime probabilità di ritrovarsi ogni giornata la possibilità di schierare un difensore titolare del Napoli di Ancelotti. Scarso minutaggio iniziale, adattamento al nostro campionato italiano e limiti tattici da correggere ci rendono invece difficile consigliare un suo acquisto singolarmente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy