Milan, per Caldara lo stop è ancora più lungo!

Milan, per Caldara lo stop è ancora più lungo!

Caldara, nonostante i primi mesi di difficoltà al Milan, resta un talento da preservare e da aiutare nella sua crescita. L’infortunio complica, ma non interrompe il suo cammino in maglia rossonera, con il tecnico pronto ad aspettarlo e lanciarlo al centro della difesa.

di Matteo Previderio

Bergamo e Milano distano pochi chilometri, eppure, le difficoltà che Mattia Caldara sta incontrando dopo aver fatto questo breve percorso, sembrano infinite. Sì, perché fino a qualche settimana fa, il problema sembrava essere solo ed esclusivamente di natura tattica, con Gennaro Gattuso poco propenso ad affidarsi a lui nella solita difesa a 4. A livello fisico, dopo il suo arrivo al Milan, il giovane difensore aveva riscontrato i soliti problemi alla schiena, che già nella passata stagione lo avevano tormentato, oltre ai problemi di pubalgia delle ultime settimane.

Le novità però, ci sono, e non sono affatto rassicuranti. Perché nella conferenza post-Sampdoria, il tecnico calabrese aveva parlato di un problema al gemello mediale − un muscolo situato nella parte posteriore della gamba − ma l’infortunio sembra essere molto più grave del previsto. Infatti, dopo ulteriori accertamenti, si è scoperto che si tratta di uno strappo di circa 3 cm al muscolo del polpaccio destro. I tempi di recupero, quindi, dovrebbero prolungarsi ulteriormente, con il difensore ex Atalanta che dovrà − salvo novità − restare ai box per circa 3 mesi.

Il Milan ha comunicato che la riabilitazione verrà fatta a Milano, insieme allo staff rossonero: “AC Milan comunica che Mattia Caldara, in seguito all’infortunio procuratosi durante l’allenamento di sabato scorso, è stato sottoposto a degli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione parziale del tendine achilleo ed una lesione della giunzione mio-tendinea del muscolo gemello mediale del polpaccio destro. Il giocatore dovrà rimanere a riposo con arto in scarico e con tutore per tre settimane, periodo in cui verrà sottoposto a rivalutazioni specialistiche a migliore definizione dell’iter terapeutico e prognostico.”

MILAN: CALDARA AL FANTACALCIO

Le previsioni fantacalcistiche, soprattutto quando di mezzo c’è un infortunio, sono assolutamente difficili da fare. Caldara è senza alcun dubbio uno dei talenti migliori del nostro calcio. Tuttavia, questi infortuni tutt’altro che lievi, stanno condizionando in modo negativo la stagione del giocatore, che in questo avvio ha disputato una sola partita da titolare, ovvero la trasferta in Europa League giocata in Lussemburgo, contro il Dudelange.

Nelle varie aste sono stati investiti crediti importanti per Caldara, soprattutto in ottica modificatore, e difficilmente in questo Campionato il calciatore riuscirà ad imporsi al centro della difesa milanista. I 3 mesi di stop sembrano essere la mazzata più dura da digerire, sia per lui che per la società. Il consiglio è quello di tenere ed aspettare Mattia, solo nel caso in cui non abbiate problemi numerici in difesa. Viceversa, se in quel reparto siete spesso in difficoltà, tra squalifiche ed infortuni, affidarsi ad un giocatore che possa garantire una maggiore titolarità, e soprattutto, integro fisicamente, può essere la soluzione più sensata per il prosieguo della vostra stagione fantacalcistica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy