Marco Andreolli al Cagliari, cosa cambia al fantacalcio?

Dopo tanti anni e poche presenze raccolte all’Inter, il centrale si affaccia a una nuova avventura: vediamo insieme cosa può dare al fantacalcio.

di Fabio Lilliu

Dopo una trattativa che si è protratta per l’inizio del mese di Luglio, arriva a Cagliari Marco Andreolli, svincolato dopo l’ultima stagione passata all’Inter. L’esperto centrale italiano, classe 1986, arriva così a colmare il posto lasciato libero da Bruno Alves, anche lui liberatosi a zero alla fine della stagione appena passata.

MARCO ANDREOLLI – CARATTERISTICHE TECNICHE E CARRIERA

Il ruolo che Andreolli occuperà è quello di difensore centrale, anche se inizialmente occupava la posizione di terzino. Dotato di buon senso della posizione e capace di rendersi pericoloso di testa anche grazie alla sua altezza, da questo punto di vista ha caratteristiche non dissimili da quelle del suo predecessore Bruno Alves. La sua carriera iniziò nelle giovanili del Padova, dalle quali passò all’età di 14 anni a quelle dell’Inter. Qualche anno dopo, nell’ultima giornata del campionato 2004/05, Marco fa il suo esordio in Serie A proprio con la maglia dell’Inter: rimarrà in nerazzurro altre due stagioni, inanellando altre sei presenze.

Nella stagione 2007/08 viene ceduto alla Roma, ma subisce un infortunio senza collezionare presenze e a gennaio viene mandato in prestito al Vicenza, e al Sassuolo nella stagione successiva dove inizierà a giocare con continuità, e il suo ruolo passerà da quello di terzino a quello attuale di difensore centrale. Tornato alla Roma, raccoglierà altre otto presenze prima di essere ceduto al Chievo.

A Verona rimarrà per tre anni, giocando finalmente con discreta continuità nella massima serie e mettendo a segno tre gol; questi saranno gli anni in cui riuscirà a collezionare il maggior numero di presenze in Serie A. Nella stagione 2013/14 verrà preso a parametro zero dall’Inter, ma il ritorno a Milano lo vide presenziare solo quattro volte la prima stagione e sei la seconda, nelle quali riuscì a mettere a segno un gol, proprio contro il Chievo. Nel 2015/16 fu girato in prestito al Siviglia dove raccoglierà sette presenze, e in quella appena passata tornò nuovamente all’Inter dove giocò cinque partite. Svincolatosi dai nerazzurri il 30 giugno di quest’anno, dopo una settimana ha firmato con il Cagliari, squadra nella quale cercherà di rilanciarsi.

MARCO ANDREOLLI – FANTASTATISTICHE 2016/2017


Presenze: 5
Gol: 1
Assist: 0
Media Voto: 5,9
Fantamedia: 6,5
Ammonizioni: 0
Espulsioni: 0


Le statistiche di Andreolli non dicono molto. È andato a voto solo nelle ultime cinque partite della stagione, nelle quali ha raccolto un 6, un 5,5, un 5 e due 6,5: prestazioni altalenanti come quelle della squadra, impreziosite da un gol, ma un campione statistico troppo ristretto per poter fare deduzioni sul suo rendimento. Va detto che nelle ultime stagioni la sua percentuale realizzativa rispetto alle partite giocate è aumentata sensibilmente, cosa che potrebbe essere un fattore da considerare per il fantacalcio, ma anche in questo caso servirebbe vederlo giocare con continuità per fare deduzioni.

MARCO ANDREOLLI – STAGIONE 2017/2018: COSA CAMBIA AL FANTACALCIO?

Sicuramente l’appetibilità di Andreolli cambierà, anche se le aspettative su di lui vanno considerate bene. Il fatto di andare al Cagliari e giocarsi una maglia da titolare lo farebbe diventare da giocatore da non considerare al fantacalcio, riserva da poche presenze a stagione, a un giocatore che potrebbe portare spesso il voto, dato che si candida seriamente per una maglia da titolare, e magari qualche bonus di tanto in tanto. Sui voti non ci sono grandi aspettative, dato che la fase difensiva del Cagliari della scorsa stagione è stata tutt’altro che solida e Rastelli sta lavorando per migliorarla, ma la sensazione è che i gol subiti possano essere comunque parecchi e le valutazioni dei pagellisti possano risentirne; per quanto detto in precedenza invece potrebbe regalare qualche soddisfazione sotto il profilo dei bonus, dato che ha le caratteristiche per colpire di testa e in fase realizzativa è cresciuto negli anni, per cui se dovesse giocare titolare c’è la possibilità che porti un paio di centri. Per quanto riguarda i malus, infine, non è un giocatore dai tanti cartellini (in media 4-5 in una stagione), per cui non dovrebbe finire troppo spesso sul taccuino dei cattivi. In sintesi, tenendo conto di tutto, può essere un valido difensore per completare il reparto arretrato, una volta appurato durante il precampionato e le prime partite che effettivamente possa essere lui uno dei due titolari della difesa rossoblu.


 Titolarità: Buono

Salute: Discreto

Bonus:Discreto

No Malus:Buono

Lega a 8: 8° slot

Lega a 10: 7-8° slot


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy