Serie A, Fantacalcio Mantra: 5 “bug” di difesa

I fuori ruolo del reparto arretrato.

di Fabrizio Lo Gerfo

I cosiddetti “bug” nel Fantacalcio sono quei calciatori che, pur essendo inseriti in una posizione, giocano in realtà in una diversa, più votata all’attacco. In difesa sono principalmente gli esterni impiegabili anche come centrali, con la possibilità di venir premiati con qualche assist grazie alle loro sortite offensive, oltre che di poter evitare qualche insufficienza frutto dei gol subiti dalla propria squadra, che spesso vanno a penalizzare i centrali di difesa, più sottoposti a possibili errori.

Tra i difensori più interessanti in quest’ottica, possiamo trovare:

Stryger Larsen: il danese è un punto fermo per l’Udinese. Gotti continua a preferire una difesa a 3, inserendo Larsen puntualmente come tornante di destra. Schierabile anche come difensore centrale, l’esterno dell’Udinese si presenta con un alto grado di appetibilità anche se la posizione avanzata non deve troppo ingolosire perché storicamente Stryger è costante nella media voto, senza però garantire un numero elevato di bonus.

Marchizza: impiegabile come centrale di difesa, gioca fisso da terzino sinistro. Potrebbe essere un ottimo colpo sotto traccia perché finora tra convalescenza covid e le ottime prestazioni offerte da Bastoni, non ha giocato con continuità pur se nella testa di Italiano dovrebbe ancora essere lui il titolare, come ampiamente dimostrato l’anno scorso dove si è sempre lasciato preferire allo stesso Bastoni.

Singo: il nuovo gioiello di casa granata, compie proprio questo Natale 20 anni e si appresta a festeggiarlo al meglio, forte delle ottime partite disputate che hanno convinto Giampaolo a impiegarlo con continuità. Schierabile anche lui come difensore centrale nel mantra, gioca invece da terzino offensivo quando il Torino si dispone a 4 dietro o da “quinto” di destra con la difesa a 3. La concorrenza di Vojvoda non è da sottovalutare ma finché continua a giocare bene, un posto in squadra e ottimi in voti in pagella non gli potranno esser tolti.

Gagliolo: l’ottima considerazione nutrita fin da subito da Liverani nei confronti di Osorio e l’inamovibilità dell’esperto Bruno Alves, hanno dirottato definitivamente Gagliolo sulla corsia mancina. L’ex tecnico del Lecce, chiede una costante spinta ai suoi terzini e lo svedese (impiegabile come centrale) è in grado di fornirla con conseguenti possibilità di potersi rivelare un ottimo elemento al Fantacalcio.

Hakimi: la stella nerazzurra è un lusso per chi sceglie di schierare la propria fantasquadra con una difesa a 4. La possibilità di inserirlo indistintamente come terzino sia destra che sinistra, ritrovandosi a tutti gli effetti un tornante offensivo di grande qualità, è un surplus in grado di poter fare la differenza in tante giornate. Considerabile tra i “bug” in virtù della diversa interpretazione adoperata per Gosens, che nella realtà occupa la medesima posizione nell’Atalanta ma nel fantacalcio modalità mantra è stato inquadrato soltanto come esterno di centrocampo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy