Mantra, focus sulle punte centrali

Mantra, focus sulle punte centrali

Quali sono i bomber (Pc) su cui puntare quest’anno?

di Redazione Fantamagazine

Ed eccoci al gran finale delle nostre analisi dei giocatori, ruolo per ruolo, per il fantacalcio Mantra: siamo ad uno dei ruoli cruciali, ovvero quello delle Pc, le punte centrali. Quali sono i bomber che consigliamo in chiave Mantra?

In effetti per questo ruolo le differenze dal fantacalcio classico sono poche, ma significative: è pur vero che una grande punta centrale lo è in qualsiasi tipo di fantacalcio, ma nel Mantra se ne possono schierare massimo 2 (nei moduli a 2 punte, come il gettonato 4-4-2), rendendo quindi inutile l’acquisto di molte Pc di fascia alta.

Vediamo allora quali sono i nostri consigliati, sconsigliati e possibili sorprese per le Pc del Mantra! Ovviamente Con il supporto delle schede squadra del Gruppo Esperti!

I consigliati

Icardi: capocannoniere insieme a Toni, lo scorso anno, il giovane argentino mira a ripetere i 22 gol (4 rigori), e i margini di miglioramento sono ancora ampi, anche se molto dipenderà dalla forma che darà Mancini a un Inter in continua rivoluzione. Resta una sicurezza anche al Mantra.

Higuain: El Pipita deve scacciare via i fantasmi dei rigori sbagliati, prendere Sarri e la tifoseria napoletana per mano e incidere a suon di gol sulla stagione del Napoli, dopo i 29 gol complessivi dello scorso anno. 1 gol ogni 2 partite da quando è in Serie A, è la base per qualsiasi modulo Mantra.

Mandzukic: partito Tevez, capocannoniere dei Campioni d’Italia, il centravanti croato è un top di reparto, che da 4 anni va sempre in doppia cifra, segnando sui migliori campi d’Europa (Monaco, Madrid), nella Juventus vincente di questi anni è una certezza, affiancato da un altro top come Morata.

Gli sconsigliati

Rossi: i mille infortuni e il conseguente utilizzo a singhiozzo che si preannuncia con Paulo Sousa (si parla di massimo 3 partite al mese!) ci fanno virare lontano dal talentuoso Pepito, per cui non si può spendere molto per lui. Speriamo ritorni più forte di prima, ma questa sembra una stagione di transizione, specie al Mantra dove le Pc da poter schierare sono 1 o 2.

Denis: El Tanque non sembra più il carro di una volta, lo scorso anno 8 gol in 32 presenze, alla soglia dei 34 anni e con l’ingombrante presenza di una punta di valore e folle genio come Pinilla, non è più la certezza del Mantra che era nelle scorse stagioni.

Klose: dopo l’infortunio durante il preliminare di Champions col Bayer, quello che resta un mostro sacro del calcio perde comunque di appeal. Se già da sano il dualismo con Djordjevic portava più dubbi che certezze, ora da infortunato e da 37enne è da verificare come recupererà da una lesione muscolare.

Le possibili sorprese

Bacca: con Luiz Adriano, è lui la punta di diamante del nuovo Milan targato Mihajlovic, a meno dell’arrivo di Ibra. Dopo anni di bomber milanisti in grande difficoltà, il nuovo progetto spera di ripartire con i loro gol. E Bacca i gol li ha sempre fatti, è stato un crack in questi ultimi anni a Siviglia, se si ambienta bene in Italia, è da sicura doppia cifra.

Dzeko: l’arrivo del gigante bosniaco alla Roma promette fior di gol, anche pensando alla qualità da cui è circondato (Pjanic, De Rossi, Nainggolan, Salah, Iago, Totti…), ma l’unico dubbio viene dalle 22 partite e 4 gol nell’ultima stagione al Manchester City, un po’ pochini per uno che di gol ne ha fatto a raffica. Ma non c’è dubbio che sia uno dei top anche al Mantra!

Djordjevic: lo sfortunato serbo della Lazio ha iniziato subito con gli infortuni anche quest’anno, ma sembra una contusione poco grave. Il coincidente stop muscolare per Klose e la presenza di un immaturo Keita fanno sì che Filip sia la punta dei biancocelesti di quest’anno, e che possa far molto meglio degli 8 gol in 23 presenze, magari senza infortunarsi! Come ricorderanno i suoi possessori abbandonati nel bel mezzo della stagione di fantacalcio Mantra!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy