Lecce, difesa horror ma miglior attacco tra le ultime 8 in classifica: sarà salvezza?

Lecce, difesa horror ma miglior attacco tra le ultime 8 in classifica: sarà salvezza?

A poche settimane dalla ripresa della Serie A, il Lecce si prepara ad affrontare le ultime giornate di campionato che potrebbero regalare a società e tifosi una storica salvezza.

di Matteo Previderio

Ripartire dalle tre vittorie consecutive arrivate tra la terza e la quinta giornata di ritorno contro Torino, Napoli e SPAL. Dimenticare invece le deludenti prestazioni contro Roma e Atalanta, nelle ultime due giornate giocate prima dello stop. In casa Lecce la salvezza resta un obiettivo primario per dare seguito al progetto di crescita complicato ed ambizioso del Presidente Saverio Sticchi Damiani. Sarà una ripartenza tutta in salita per i giallorossi, che nel match del 22 giugno ospiteranno al “Via del Mare” il Milan, orfano con molta probabilità di Zlatan Ibrahimović. Ancor più complicata invece la sfida che quattro giorni più tardi vedrà i salentini impegnati sul campo della prima in classifica, ovvero la Juventus. Il lavoro della squadra agli ordini di mister Fabio Liverani prosegue, con pochissimo tempo per riposare. Ma come si presenterà il Lecce alla ripresa del campionato? Scopriamolo insieme, ruolo per ruolo.

PORTIERE

A difendere la porta della formazione pugliese ci sarà il brasiliano Gabriel, titolare in ben 22 occasioni. A sedere in panchina sarà invece Mauro Vigorito, che aveva sostituito egregiamente il portiere titolare nella striscia positiva arrivata nel girone di ritorno, che aveva portato ai salentini 9 punti in tre gare. In ottica Fantacalcio risulta molto complicato affidarsi alla porta del Lecce, attualmente la peggior difesa della Serie A con 56 goal incassati. Ma non bisogna comunque dimenticare che appena un girone fa, i salentini riuscirono a bloccare Milan e Juventus sul pareggio, subendo in due partite appena 3 goal. Fortuna probabilmente. E l’1-1 contro l’Inter alla prima di ritorno?

DIFESA

In difesa sono due le assenze certe per la sfida contro il Milan: Dell’Orco e Donati. Il primo è alle prese con il recupero per l’intervento di ernia inguinale di circa un mese fa. Il secondo invece, dovrà scontare la squalifica per la bestemmia esclamata nella sfida contro l’Atalanta. Dunque, scelte obbligate per Liverani che, salvo stravolgimenti, dovrebbe affidarsi a Rispoli, Lucioni, Rossettini e Calderoni. Attenzione però, negli allenamenti di questi ultimi giorni, il tecnico romano ha lavorato anche ad una difesa a tre, quasi mai schierata in questa stagione, ma che tuttavia ha portato a un risultato importante contro l’Inter di Antonio Conte. Questa soluzione potrebbe favorire in termini di titolarità Nehuén Paz, ma soprattutto Calderoni, che in un ipotetico 3-5-2 avanzerebbe sulla linea dei centrocampisti.

CENTROCAMPO

In mediana il Lecce potrà contare su tutti i propri uomini, eccezion fatta per Deiola, non al meglio e alle prese con un problema al ginocchio destro. Questa defezione potrebbe favorire il classe 1995 Jacopo Petriccione nel ruolo di vertice basso dei tre di centrocampo. Per dare equilibrio alla squadra, risulta difficile pensare che Liverani possa rinunciare a Barák, arrivato nel mercato invernale dall’Udinese. Mentre come interno destro, la soluzione più accreditata dovrebbe essere quella di Žan Majer.

Ovviamente, per il Fantacalcio è importante fare una distinzione notevole tra i giocatori citati poco fa e quelli che, nel gioco e nell’assetto tattico di Fabio Liverani, hanno compiti tutt’altro che difensivi. Stiamo parlando di Marco Mancosu e Riccardo Saponara. Il capitano dei salentini sta vivendo una stagione da assoluto protagonista, con 8 goal realizzati in 21 presenze. È il rigorista della squadra e, pur essendo partite complicate quelle che si presenteranno alla ripresa, lasciarlo fuori non è una cosa del tutto scontata. L’ex Fiorentina invece, dopo un lungo corteggiamento nel mercato estivo, è arrivato in Puglia solo nel mese di gennaio, dimostrando però di aver sposato sin da subito il progetto Lecce. Nelle tre partite in cui è stato impiegato, oltre ad una buona condizione fisica, ha offerto 3 assist e realizzato 1 goal. Salvo scelte diverse e ancora più offensive, dovrebbero essere loro a giocare alle spalle della prima ed unica punta.

ATTACCO

Nel reparto avanzato le soluzioni non mancano e potrebbero avere un ruolo importantissimo nelle ultime giornate di Campionato. Infatti, i giallorossi hanno recuperato a pieno regime Diego Farias e Babacar. Difficile che in questo momento il senegalese possa soffiare il posto da titolare a Lapadula, apparso nelle ultime giornate tra i più in forma. Tuttavia, gli oltre due mesi di stop forzato a causa del Covid-19 potrebbero aver azzerato le gerarchie in alcuni ruoli, e non è da escludere che alla ripresa, in particolar modo in attacco, non possano esserci delle sorprese. Scalpita anche Filippo Falco per un posto da titolare, pronto ad incrementare l’attuale bottino di 3 goal e 3 assist, provando fino alla fine a portare il Lecce alla salvezza.

Dunque, il Lecce ripartirà dal match casalingo contro il Milan, il 22 giugno alle 19:30. Dopo i rossoneri e dopo la Juventus, i salentini troveranno sul loro cammino un’altra sola big, ovvero, la Lazio del capocannoniere Ciro Immobile. Ma le sfide più importanti e decisive saranno quelle con Sampdoria, Genoa e Brescia. Questi scontri diretti saranno di vitale importanza per il cammino del Lecce. Centrare la salvezza dopo le due promozioni consecutive da Lega Pro e Serie B, sarebbe un’ulteriore passo importante per la crescita di questa società.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy