La Roma e la difesa: chi saranno i titolari?

Analisi approfondita del pacchetto difensivo della Roma

di Riccardo Cerrone, @riki171980

La Roma ad oggi ha una rosa molto ampia e chiarire chi saranno i titolari della difesa sembra un ottimo punto di partenza. Ci pensa Alessandro Florenzi a dare slancio a questo articolo con la sua “parabola” da capogiro contro il Barcellona in Champions League. La sua prestazione e quella degli altri elementi del pacchetto arretrato della Roma definisce molte garanzie, ma c’è ancora qualche incertezza sulle gerarchie.

Chi saranno i titolari della difesa della Roma?

Partiamo dal ruolo più discusso: il portiere. Nel precampionato abbiamo affrontato più volte il discorso definendo un’analisi attenta dei due contendenti la porta, ovvero Szczesny e De Sanctis. Il polacco ha messo subito in chiaro di essere un giocatore fresco e reattivo, al contrario di quanto voleva far credere Wenger cacciandolo di fatto dall’Arsenal con un prestito secco. Dall’altro lato De Sanctis ha ancora voglia di dimostrare qualcosa ed essere protagonista di questa stagione in cui la Roma si giocherà molto. La scelta di Rudi Garcia è ricaduta sul Szczesny che, al netto di infortuni o momenti di appannamento, sarà il portiere titolare, e De Sanctis giocherà la Coppa Italia e sarà pronto a subentrare quando necessario.
LIVE: l’infortunio di Szczesny in Champions League sembra fermare il portiere per un mese, concedendo così i guantoni titolari a De Sanctis. Leggi il nostro report.
Il muro difensivo invece vede parecchi interpreti tra comprimari e titolari, ma tutti pronti a giocare vista l’elevata qualità della rosa: ripetiamo da tempo che la Roma giocherà nella peggiore delle ipotesi una cinquantina di partite in stagione, quindi il turn over investirà più o meno tutti.
Florenzi (vedi la sua scheda personale) schierato da terzino destro, sta dimostrando di avere un discreto ambientamento ed ha raccolto anche consensi da Rudi Garcia. La Roma punta su di lui, ma il recupero pieno di Maicon potrebbe concedere al giovane calciatore italiano qualche turno di riposo in vista turn-over, o l’impiego in altri ruoli più avanzati per sopperire ad assenze mantenendo equilibri tattici.
Lucas Digne invece è il proprietario della fascia sinistra (vedi la sua scheda personale): corsa, personalità  e buoni voti sono il suo forte. Emerson Palmieri rappresenta una scommessa ed una riserva del francese. Vasilīs Torosidīs è invece quell’uomo che ogni allenatore vorrebbe: destra e sinistra no fa differenza, lui può essere trattato da vero jolly difensivo.
Al centro ci sono due slot da occupare ed il primo è nettamente di proprietà di Costas Manolas: grinta, anticipo e buon senso della posizione poi di testa ci sà fare! Consigliamo il greco come un primo slot da prendere in leghe da 8/10 partecipanti. il secondo slot invece, collocato nel centro sinistra dell’assetto difensivo, se lo giocheranno spesso Antonio Rudiger (vedi la sua scheda personale) e Leandro Castan al rientro dopo un anno sfortunato legato ad un’operazione chirurgica al capo. Il brasiliano sarebbe preferito al ragazzo tedesco, ma al momento parte in vantaggio Antonio (d’altronde con questo nome non potrebbe avere successo al fantalcalcio) visto che il suo contendente deve recuperare la condizione fisica. Staccato nelle gerarchie Gyomber quarta scelta nelle gerarchie. Attenzione a Daniele De Rossi: Garcia potrebbe schierarlo come centrale, come già a fatto in precedenza, qualora vi fossero delle emergenze numeriche nel ruolo di centrale.

L’assetto di gioco

Por: SzczesnyDe Sanctis
TD: FlorenziMaiconTorosidis
DC: ManolasRudigerGyomber De Rossi
DC: RudigerCastanGyomberDe Rossi
TS: DigneTorosidis – Emerson Palmieri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy