Fantacalcio: La rivincita dei secondi portieri

7 storie di 7 portieri di riserva che nell’ultimo turno di campionato si sono ritrovati a difendere la porta della loro squadra. Che risvolti fantacalcistici avranno?

di Graso

Nel calcio contemporaneo non c’è più la schematica divisione tra titolari e riserve, come lo era tanti anni fa. Complici le lunghe stagioni e rose sempre più ampie a disposizione dei vari tecnici, quasi tutti i componenti della rosa riescono a trovare un discreto minutaggio, questo dipende molto anche dall’allenatore e dalla rosa che ha a disposizione. L’unico ruolo in cui però ancora esistono gerarchie schematiche è quello del portiere, essendo che ne può giocare solo uno agli altri portieri della rosa non resta che accomodarsi in panchina.

Durante la pausa per le nazionali alcune dichiarazioni di Sorrentino, in merito ad un avvicendamento nella porta del Chievo, hanno turbato più di un Fantallenatore; la scelta del Chievo, visto e considerata la sua posizione di classifica, potrebbe essere compiuta anche da altre squadre. Infatti, in quest’ultimo turno di campionato ben 7 squadre hanno schierato tra i pali il loro secondo portiere. Per qualcuno è stata la prima presenza stagionale, per qualcun altro un ritorno tra i pali; ma analizziamo insieme la situazione dei portieri di queste squadre.

Rafael, Napoli

Due anni fa, dopo la 23esima giornata, Rafael Cabral perse il posto da titolare come portiere del Napoli, in favore di Mariano Andujar. 82 giornate di campionato dopo quello sciagurato Palermo-Napoli, Rafael è tornato a difendere la porta del Napoli dal 1’, complice l’infortunio di Reina, chiarendo le gerarchie interne che vedono il brasiliano come secondo portiere e Sepe come terza opzione nel ruolo. Nonostante la buona prestazione offerta, pur non essendo stato molto impegnato, ritornerà in panchina per lasciare spazio a Reina per queste ultime gare di campionato.

Strakosha, Lazio

Strakosha, che sulla carta sarebbe il secondo portiere, in questo campionato ha trovato molto spazio, rivelandosi anche un buon prospetto in ottica futura, complici i numerosi problemi fisici che hanno tartassato il collega di reparto Marchetti. Strakosha ha giocato 14 partite, di cui 13 da titolare, ma ritornerà in panchina appena Marchetti ritornerà dall’ennesimo problema fisico. Vista però la continua alternanza, se ad inizio campionato avete puntato su Marchetti non lasciate Strakosha svincolato.

Seculin, Chievo

Dopo le dichiarazioni di Sorrentino, era molto probabile che domenica Seculin giocasse titolare e così è stato. Lo scorso anno aveva disputato 3 partite ben figurando tra i pali. Probabile che Sorrentino giunto ai 38 anni stia meditando il ritiro e che la società voglia testare il suo secondo portiere per vedere se sarà in grado di raccogliere in eredità la maglia da titolare del numero 70 gialloblù. Quindi è molto probabile che Seculin giochi le restanti 8 partite da qui a fine campionato.

Scuffet, Udinese

Sono passati più di tre anni dalla sua precoce esplosione, per poi perdersi nei meandri della panchina con l’etichetta di un futuro Buffon che non ha mantenuto le promesse. Domenica contro il Torino ha giocato la sua seconda partita da titolare consecutiva, complici i problemi fisici che tormentano Karnezis. Probabilmente Scuffet ritornerà in panchina quando Karnezis sarà nuovamente a disposizione di Mister Delneri, ma più di altri portieri potrebbe mantenere la fiducia del mister e chiudere la stagione da titolare.

Rubinho, Genoa

Era dal 18 maggio 2014 che Rubinho non giocava una partita di serie A, allora furono 37’ da subentrante in Juve-Cagliari. Addirittura l’ultima gara da titolare fu un Livorno-Udinese nell’aprile del 2010. La gara di domenica è stata sciagurata per la sua squadra, mentre lui ha ben figurato. Probabile che sia riuscito ad imporsi da titolare relegando Lamanna nuovamente al ruolo di secondo portiere.

Fulignati, Palermo

Il giovane empolese nelle ultime settimane è riuscito a prendersi la maglia da titolare a scapito di Posavec, complici anche le insicurezze nelle gare precedenti di quest’ultimo. Fulignati ha ben figurato nelle gare in questione anche se ha incassato 10 reti in 3 partite. Probabile che da qui alla fine sarà il titolare della porta rosanero.

Fiorillo, Pescara

Un altro futuro Buffon che non ha mantenuto le promesse di inizio carriera. Domenica è stato ripescato dalla panchina da Zeman, viste le copiose papere di Bizzarri nel corso del campionato. La riserva, almeno contro il Milan, si è rivelata meglio del titolare, disputando una buona gara. Nelle prossime partite si avrà un’idea più chiara delle gerarchie tra i pali, ma Fiorillo sembra un’ipotesi valida per chiudere la stagione da titolare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy