Inter, arriva Lazaro: un Super-Sayan per la fascia destra

Inter, arriva Lazaro: un Super-Sayan per la fascia destra

Soprannominato Dragon Ball dai compagni del Salisburgo per la sua velocità, Valentino Lazaro è il nuovo esterno destro dell’Inter: una freccia in più nella faretra di Conte.

di Giuseppe Ronco
Inter, arriva Lazaro: un Super-Sayan per la fascia destra

Un esterno destro vero e proprio, all’Inter, manca ormai da tempo. L’eredità di Maicon pesa parecchio e, in questi anni, abbiamo visto susseguirsi tanti nomi diversi. Non è un caso che la nuova Inter di Antonio Conte riparta proprio da lì, proprio dalla fascia destra. Perché arriva un nome nuovo, un calciatore giovane, fresco e dinamico che potrebbe usufruire al massimo del gioco ampio del neo-tecnico salentino per ultimare e definire il suo percorso di crescita. Stiamo parlando del ventitreenne Valentino Lazaro, soprannominato “Dragon Ball” proprio per la sua velocità e in forze all’Herta Berlino.

INTER, ARRIVA LAZARO: LA CARRIERA

Nato a Graz, in Austria, da madre di origini greche e padre angolese, Valentino cresce nel vivaio della squadra locale. Ed è proprio lì che l’Inter lo osserva e contatta una prima volta, nel 2012: chiamata senza risposta, con la madre del giovane talento austriaco che optò per una permanenza in patria. Da allora il trasferimento al Salisburgo, in cui ha militato dal 2013 al 2017 collezionando 71 presenze, 9 reti e 14 assist. Rendimento elevato in termini di bonus, dunque, che mantiene anche nelle due stagioni successive con la maglia dell’Herta Berlino. Colleziona con i bianco-azzurri 26 presenze, 2 gol e 5 assist nel 2017/2018 e ben 3 reti e 7 assist nelle 34 presenze della stagione appena conclusa.  A chiudere, il 10 giugno scorso ha messo a segno il primo gol con la maglia dell’Austria nelle qualificazioni a Euro 2020.

INTER, ARRIVA LAZARO: LE ASPETTATIVE

Un esterno veloce, fisico e capace di apportare il dinamismo giusto nel 3-5-2 classico di Conte. E il mix sembra perfetto se consideriamo che all’atletismo Lazaro combina una tecnica e abilità di palleggio estremamente notevole. Non a caso dice di ispirarsi a Dinho, e il bottino di gol e assist messi a segno lasciano ben sperare i tifosi interisti. Estremamente duttile e diligente, ha anche mostrato di sapersi sacrificare in copertura, qualità questa molto apprezzata da Conte che potrà impiegarlo non solo come esterno di centrocampo, ma anche come terzino o ala qualora si optasse per la difesa a quattro. Un profilo, insomma, decisamente appetibile in fase d’asta al Fantacalcio, soprattutto in vista del gioco propositivo e avvolgente, che fa della spinta degli esterni un punto di forza del nuovo tecnico nerazzurro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy