Gonzalo Rodriguez, il leader della difesa Fiorentina

Gonzalo Rodriguez, il leader della difesa Fiorentina

Con Sousa l’esperto centrale potrebbe diventare un top di reparto a tutti gli effetti

di Francesco Spada, @MoradinGE

Correva l’agosto del 2012 quando per circa 1,5 M dal retrocesso Villareal arrivava il centrale argentino tra lo scetticismo generale, sia per la rifondazione della squadra – dopo due annate pessime – sia perchè il giocatore arrivava da una squadra che non riuscì a salvarsi nella massima serie spagnola.

L’era montelliana, bonus a grappoli ma pessima media voto

La nuova squadra parte molto bene nel campionato 2012/2013, questa sorprendente partenza porta a gonfiare i voti della squadra e anche Gonzalo ne risente in maniera positiva,  portando a casa diversi 7 conditi da 5 gol sui 6 totali solo nella prima metà della stagione. Nella seconda parte però, le avversarie riescono a prendere le misure e la scarsa attenzione in fase difensiva da parte del mister in allenamento porta ad avere un abbassamento  notevole della media del giocatore, sia per errori sua che per errori di reparto. Nella stagione successiva non cambia il registro, la squadra continua a giocare un tiki-taka orizzontale lasciando sguarnita la fase difensiva, evento che si  ripete sistematicamente nelle partite casalinghe mentre in trasferta la squadra è più corta e lascia meno spazi agli avversari. La nota positiva però è che Gonzalo riesce a mettere a segno 4 reti confermandosi come difensore goleador nonostante una media voto non da top. L’ultima stagione dell’era Montella sembra poter dare una svolta anche a questo problema, infatti durante l’estate il tecnico prova la difesa a 4 mai utilizzata fino a quel momento, ma l’ottimismo scema subito nella prima parte di campionato,infatti il nuovo 4-3-3 da risultati disastrosi e le insufficienze gravi si accatastano una dopo l’altra. Si ripassa al collaudato 3-5-2 e finalmente si rivedono i buoni voti, ma la brutta partenza si ripercuoterà sulla media finale.  L’altalena di voti viene condita dalla miglior stagione realizzativa dell’argentino,  ben 7 gol ma anche 2 rigori sbagliati, numeri che lo lanciano come difensore goleador a tutti gli effetti, un trend che sembra destinato a durare anche per la stagione in arrivo.

Esultanza Gonzalo
Stagione 2012/2013: MV naturale 5,97 Fantamedia 6,34 Gol 6 Assist 2 Ammonizioni 8 Espulsioni 1 Stagione 2013/2014: MV naturale 5,97 Fantamedia 6,18 Gol 4 Assist 1 Ammonizioni 12 Stagione 2014/2015; MV naturale 5,97 Fantamedia 6,28 Gol 7 Rigori sbagliati 2 Ammonizioni 9 Espulsioni 1

MV non da modificatore. Perché prenderlo?

Dai numeri si evince che nonostante i bonus salvino la sua media voto, per il modificatore resta un giocatore non proprio affidabile dal punto di vista della continuità ma questa alternanza non deve essere attribuita al giocatore, bensì alla scarsa cura della fase difensiva da parte di Montella. Con il neo tecnico portoghese la musica cambierà, nonostante la mezza rivoluzione nel reparto arretrato la squadra giocherà più bilanciata e corta tra le linee portando un pressing che farà sbagliare spesso gli avversari rendendo la vita più semplice ai difensori, aiutati anche dai due mediani che Sousa metterà a scudo della retroguardia, con conseguente diminuzione di voti negativi e più probabili voti puri positivi rendendo il centrale viola un top di reparto a tutti gli effetti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy