Genoa, ancora 3-5-2 e Sanabria resta fuori

Genoa, ancora 3-5-2 e Sanabria resta fuori

Prandelli, in vista del derby, pensa di riproporre il modulo usato contro il Napoli.

di Francesco Spadano, @francespadano

Prandelli contro il Napoli aveva impostato in partenza un 3-5-2, modificato poi in 4-4-1 per via dell’espulsione di Sturaro. Vista la buona prova offerta contro il Napoli, il tecnico ex Fiorentina potrebbe riproporre lo schieramento tattico utilizzato al San Paolo anche nella stracittadina. A livello di uomini, però, potrebbero esserci alcune novità visti i rientri di Zukanovic e Romero e l’assenza, ovviamente, di Sturaro.

GENOA, LA PROBABILE FORMAZIONE NEL DERBY

Il tecnico rossoblù non si è certo fossilizzato su un solo modulo in questa sua esperienza alla guida del Genoa. In vista del derby cittadino e del 4-3-1-2 di Giampaolo, la scelta del 3-5-2, come al San Paolo, resta la prima opzione. Un centrocampo più di palleggio che di rottura può essere riproposto anche contro la Samp. Bessa, in questo caso, manterrebbe la sua titolarità e al posto di Sturaro potrebbe essere inserito uno tra Rolon o Lerager. Dietro è scontato il rientro di Romero, con Zukanovic favorito su Biraschi.

Con questo schieramento, in avanti, Pandev sembra l’uomo ideale in grado di fare da collante tra il centrocampo e Kouamè. Quest’ultimo, oltre che punto fermo da inizio stagione, è nettamente più funzionale allo sviluppo della trama offensiva, rispetto a Sanabria che ha caratteristiche diverse e non vive certo un momento felice. Il paraguaiano non trova la rete da diverse giornate (24a giornata) e dopo un’ottima partenza si è fermato. Il lavoro che fa Pandev, come detto, sembra più funzionale al sistema di gioco usato di recente e Sanabria in questo momento sembra aver perso il suo status di titolare. Come abbiamo visto, però, le scelte tattiche di Prandelli sono piuttosto mutevoli, ragion per cui Sanabria può avere ancora chance in questo finale di stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy