Focus on – Blaise Matuidi, Juventus: la scheda fantacalcio

Le strade di Matuidi e della Juventus finalmente si incrociano e Allegri ha un motivo per ritrovare il sorriso.

di Matteo Previderio

Dopo un anno e più di corteggiamento, Blaise Matuidi approda in bianconero, a titolo definitivo per 20 milioni più bonus. La sconfitta rimediata in Supercoppa contro la Lazio ha probabilmente convinto la società ad intervenire sul mercato, acquistando un giocatore di quantità e di grande forza fisica. 6 stagioni in Francia con la maglia del PSG, oltre 290 partite condite da 33 gol, 30 assist, 39 ammonizioni e una sola espulsione, tra Campionato, Coppa di Lega e Champions League. Numeri importanti per un giocatore di assoluta affidabilità e di grande esperienza. Dunque, scopriamo insieme chi è Matuidi e se può essere l’uomo giusto per la Juventus.

Titolarità: Discreta

Salute: Ottima

Bonus: Discreto

Malus: Buono

Lega a 8: 5° slot

Lega a 10 o 12: 4° slot

MATUIDI NEL CENTROCAMPO JUVENTINO

Il francese, classe 1987, arriva alla corte di Allegri andando a rinforzare un reparto che, dopo aver perso Lemina (al Southampton) e Rincón (al Torino), aveva bisogno di muscoli ed esperienza in mezzo al campo. In una squadra come la Juventus non esistono titolari e riserve, come ripetuto spesso dal mister, ragion per cui Matuidi, malgrado l’importante investimento, dovrà sgomitare parecchio per guadagnarsi un posto tra i centrocampisti bianconeri.

MATUIDI NEL 4-2-3-1

Nella passata stagione questo modulo diede la svolta ad una squadra apparsa spenta e bisognosa di novità. Fu una vera e propria intuizione del mister. Tale soluzione tattica dovrebbe prevedere un Matuidi posizionato nei due di centrocampo, a protezione della difesa. In virtù di ciò, lo stesso Blaise si alternerebbe spesso con Marchisio, Pjanic e Khedira, viste le tre competizioni in cui la Juventus sarà impegnata.

MATUIDI NEL 3-5-2

In questo modulo, il giocatore francese si posizionerebbe come centrale di centrocampo, garantendo tanti palloni recuperati e tanta corsa. Anche in tal caso ci sarebbe un ballottaggio serrato, ad esempio con Pjanic, ma il mercato fatto fino ad ora e il conseguente arrivo di tanti giocatori offensivi difficilmente fa pensare che Allegri possa riproporre questo modulo.

MATUIDI NEL 4-3-3

Il 4-3-3 è un modulo nuovo, su cui il mister non ha ancora lavorato, ma forse l’alternativa più concreta al 4-2-3-1. I giocatori acquistati lasciano pensare che utilizzare questo schema non sia assolutamente utopia. Il ruolo di mezzala sinistra sarebbe quasi sicuramente suo e, rispetto agli altri due moduli, garantirebbe un numero superiore di presenze.

MATUIDI: CHE UTILITÀ AL FANTACALCIO

Matuidi non è un giocatore molto propenso al bonus, infatti, nelle sue stagioni passate al PSG, quella del 2013-2014 fu la migliore, quando terminò il Campionato con 5 gol realizzati e 3 assist. Nonostante tutto però, dati alla mano, si è rivelato anche molto corretto, subendo pochissime ammonizioni, pur essendo un giocatore di rottura e non di costruzione. È un giocatore importante, che non sposta però gli equilibri di una squadra. In leghe numerose, affiancare il francese ad uno dei titolari o comunque a quei giocatori con cui si gioca il posto, può essere una scelta logica. La sua titolarità non è certa: quindi, se durante l’asta il suo prezzo dovesse salire, il consiglio è quello di lasciar perdere (sia per leghe numerose, che per leghe inferiori ai 10 partecipanti).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy