Focus on – Alberto Grassi, Spal: la scheda fantacalcio

Nuovo prestito per lo sfortunato centrocampista scuola Atalanta: varrà la pena puntarci in ottica fantacalcio?

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Ennesimo approdo in terra estense per il team di Semplici, che accoglie tra le propria fila Alberto Grassi. Il centrocampista si accasa alla SPAL in cerca di continuità e minuti da mettere nelle gambe.

Questa la comunicazione ufficiale del club ferrarese, in merito all’acquisto

In queste ore, il Napoli ha ceduto a titolo temporaneo al club biancazzurro il centrocampista Alberto Grassi.La formula tra le due società è di prestito temporaneo per un anno con opzione di riscatto e controriscatto.
Nell’ultima stagione, ha militato sempre nell’Atalanta dove è stato girato in prestito dallo stesso Napoli: 18 presenze ed una rete all’attivo


Titolarità: Insufficiente
Salute: Sufficiente
Bonus: Insufficiente
No Malus: Buono
Lega a 8: Nessuno slot
Lega a 10: 8° slot


ALBERTO GRASSI: CARATTERISTICHE TECNICHE

Grassi, classe 95′, è un centrocampista centrale cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta e poi, nel gennaio 2016, trasferitosi a titolo definitivo al Napoli. Di piede destro naturale ha sempre svolto il ruolo di mezzala di contenimento in un centrocampo a 3, adattandosi abbastanza facilmente anche come mediano davanti la difesa.
Annovera, tra le sue qualità, un buon dinamismo e un discreta facilità di corsa, anche se la sua abilità principe consiste nel recuperare palloni in mezzo al campo. Dopo il grave infortunio (lesione traumatica del menisco mediale del ginocchio destropatito nella seconda parte della stagione 2015-2016 con la maglia azzurra, ha fatto rientro in prestito all’Atalanta. Con la ‘Dea‘ ha collezionato solo 18 presenze e poco più di 600 minuti, conquistandosi da comprimario l’accesso all’Europa League. Da segnalare anche la partecipazione all’Europeo Under 21 giocato in Polonia.

ALBERTO GRASSI: CHE UTILITÀ AL FANTACALCIO?

Il ragazzo è talentuoso, possiede ampi margini di miglioramento, ma ad oggi presenta poca appetibilità fantacalcistica. La mezzala lombarda, infatti, reciterà il ruolo di ricambio di lusso per i titolarissimi Schiattarella e Mora.
Data la lunga inattività avrà bisogno di un piccolo periodo di ambientamento nella nuova realtà spallina, in quanto dovrà riprendere confidenza anche col rettangolo verde di gioco. Oltre tutto ciò, bisognerà anche tener conto della non proprio entusiasmante vena realizzativa nelle corde del giocatore: solo 1 rete e 1 assist in 3 stagioni disputate in A. La tenuta fisica non è delle migliori, e anche qui persistono ancora numerosi dubbi riguardo il pieno recupero dal pesante infortunio del 2016.
Il suo acquisto non è strettamente consigliato, se non in leghe dai 10 partecipanti in su dove potrebbe rappresentare una buona scommessa low-cost. Colpo di prospettiva, invece, per chi gioca praticando le ”riconferme”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy