Fiorentina, Cutrone ancora bocciato: a rischio il posto da titolare?

Fiorentina, Cutrone ancora bocciato: a rischio il posto da titolare?

Nella sfida tra Fiorentina e Atalanta, finita poi a favore dei bergamaschi, Cutrone è stato sostituito prima dell’inizio della ripresa.

di Patrizia Monaco
Fiorentina, Cutrone ancora

Non era iniziata affatto male l’avventura di Patrick Cutrone con la maglia della Fiorentina: giusto il tempo di prendere un po’ le misure ed è riuscito a siglare il primo gol al Franchi contro l’Atalanta, nella sfida che ha poi permesso alla società toscana di approdare ai quarti di finale di Coppa Italia. Era il 15 gennaio, dopodiché per la Fiorentina è arrivata la preziosa vittoria in trasferta contro il Napoli, il pareggio con il Genoa e le tre sconfitte con Inter, Juventus e Atalanta. Cutrone, dal canto suo, nel corso di queste gare ha racimolato solamente sufficienze risicate, una quantità misera di tiri in porta e soprattutto un minutaggio che ormai va a diminuire di settimana in settimana.

CUTRONE – VLAHOVIC, LA STAFFETTA CONTINUA

L’ex Milan, ad oggi, è infatti protagonista di una costante staffetta con il compagno di reparto Dusan Vlahovic: solitamente questo passaggio di testimone tra i due avviene circa dopo un’ora di gioco, ma oggi contro l’Atalanta il cambio è avvenuto addirittura prima che le due squadre tornassero in campo in campo per disputare il secondo tempo. Una vera e propria bocciatura da parte di mister Iachini che non ha visto nel numero 63 la giusta grinta per poter creare problemi alla retroguardia bergamasca. Grinta che invece è stata portata in campo dal suo sostituto, Vlahovic: ad accorgersene a questo punto non è stato soltanto l’allenatore ma anche i tifosi viola che sui social si dicono ormai spazientiti dal rendimento di Cutrone, accolto a Firenze con entusiasmo e con la convinzione di aver finalmente trovato un finalizzatore capace di sfruttare al meglio gli assist di Dalbert, Chiesa, Castrovilli e via dicendo. Purtroppo così non è stato e quello dell’attaccante classe 1998 diventa ufficialmente un caso, soprattutto al fantacalcio dove ha rappresentato uno dei nomi più pagati durante le aste di riparazione.

C’è sicuramente da sottolineare la caratura delle squadre affrontate nelle sfide perse dalla Fiorentina dal suo arrivo ad oggi, tutte di alto livello, in lotta per i primi posti della classifica e per questo va da sé che bisogna per forza attendere le prossime partite, più a portata di mano per i viola, per vedere se Cutrone riuscirà a rendersi un po’ più pericoloso e meritevole di stare in campo più tempo, per superare così la concorrenza di Vlahovic e riuscire ad “incastrarsi” con Ribery che tornerà in campo tra circa un mese: a quel punto sarà interessante scoprire cosa succederà nel reparto offensivo della Fiorentina e come riusciranno a convivere gli elementi che lo compongono.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy