Fantascambi, Ilicic o Perisic?

Fantascambi, Ilicic o Perisic?

Chi prendere tra i due centrocampisti nerazzurri?

di Patrizia Monaco
Perisic e Ilicic

Entrambi militano in una squadra lombarda ed entrambi indossano una maglia con i colori nerazzurri. Ma se Josip Ilicic gioca nell’Atalanta, Ivan Perisic si muove da oltre un anno e mezzo tra le fila dell’Inter. I due, finora, hanno contribuito più o meno in egual modo al percorso che ha portato le loro rispettive squadre nella zona alta della classifica. L’interista ha fatto bene soprattutto nella prima parte di stagione, crollando poi nel baratro che da oltre otto partite sembra aver inghiottito l’intera squadra milanese. Il centrocampista della dea, invece, dopo un periodo di adattamento sembra essere tornato il calciatore che abbiamo avuto modo di ammirare nella stagione 2015-2016, quando cioè vestiva la maglia della Fiorentina.

Adesso che siamo giunti alla 24esima giornata di Serie A, analizziamo chi tra i due, fantacalcisticamente parlando, potrà fare meglio in questa seconda parte di campionato.

PERISIC, DOVE SEI FINITO?

Inutile negarlo: Ivan Perisic, classe 1989, è stato il centrocampista più pagato durante l’asta di inizio stagione. In fondo non poteva essere diversamente, se pensiamo che lo scorso anno il croato ha messo a segno 11 gol e 7 assist. Numeri da capogiro per chi, come lui, gioca in attacco ma viene listato centrocampista. Numeri che fino a qualche settimana fa sembravano tranquillamente replicabili, se non addirittura migliorabili. Nelle prime quindici giornate di campionato, infatti, Perisic ha saputo collezionare ben 7 reti e 6 assist, raggiungendo una fantamedia da vero top player. Poi, improvvisamente, il buio più completo. Un black-out psicologico e tecnico che ha inghiottito tutta l’Inter ma in particolar modo l’esterno offensivo che fino a quel momento era riuscito a trascinare l’intera squadra nelle primissime posizioni della classifica. Nessun bonus nelle ultime otto giornate e soprattutto nessuna sufficienza o prestazione che facesse intravedere una minima ripresa del giocatore che adesso rischia addirittura di sedersi in panchina a tempo indeterminato.

WELCOME BACK, ILICIC!

Discorso totalmente opposto quello che riguarda Josip Ilicic. Il centrocampista classe ’88, dopo aver militato nel Palermo e nella Fiorentina, è giunto quest’anno alla corte di Gian Piero Gasperini. L’allenatore dell’Atalanta ha concesso al giocatore un periodo di ambientamento, salvo poi iniziare a dargli fiducia con sempre maggiore regolarità. Fiducia che Ilicic ha ripagato pienamente, mettendo a segno 6 gol e 6 assist e divenendo uno dei punti di riferimento dell’attacco nerazzurro. Numeri da vero top di reparto che fanno godere i tanti fantallenatori che a settembre hanno scelto di credere in lui nonostante i numeri non esaltanti della scorsa stagione in maglia viola.

CHI PRENDERE AL FANTACALCIO?

A questo punto rimane soltanto da chiedersi su chi sarebbe meglio puntare per questa seconda metà di campionato. Come lasciato intendere poco fa, ad inizio stagione non ci sarebbero stati dubbi a riguardo: Ivan Perisic risultava infatti nettamente superiore a Josip Ilicic, in termini fantacalcistici e non solo. In fondo lo sloveno arrivava da un anno in cui ha dimostrato tutta la propria discontinuità e questo, in una rosa ricca di talento come quella dell’Atalanta, rischiava di farlo scivolare più volte in panchina.

A distanza di qualche mese, però, i ruoli dei due centrocampisti sembrano essersi invertiti: adesso è Perisic ad essere fastidiosamente discontinuo, incapace di mantenere alti i propri standard per più di due giornate consecutive. Di certo, anche le rispettive realtà societarie in cui i due si muovono incidono non poco sul loro rendimento. L’Inter è incostante quanto i suoi giocatori e risulta ancora troppo fragile per riuscire far fronte a qualsivoglia difficoltà sportiva. Decisamente il contrario dell’Atalanta che, invece, è ricca di giovani talenti e di stimoli che la portano a dare il meglio di sé in ogni partita.

Chi preferire, dunque, tra Perisic e Ilicic? A questo punto il consiglio è quello di puntare sullo sloveno, ormai al centro del progetto della Dea ed in grado di portare a casa con regolarità bonus e bei voti (soltanto cinque insufficienze finora, di cui tre risalenti al suo periodo di adattamento). A differenza dell’Inter, l’Atalanta rappresenta una squadra in grado di rialzarsi a seguito di qualsiasi sconfitta, così come i suoi giocatori che difficilmente incappano in un’insufficienza. Perisic potrebbe ben presto uscire da questo periodo buio ma il rischio di ricaduta rimane sempre dietro l’angolo, per lui e per tutti i suoi colleghi interisti che rischierebbero così di affossare nuovamente i loro fantapossessori a suon di insufficienze e malus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy