Fantamagazine chiama, Paulo Sousa risponde

Fantamagazine chiama, Paulo Sousa risponde

(Fanta)intervista al neo tecnico della Fiorentina

di Francesco Spada, @MoradinGE

Finito un ciclio ne inizia un’altro, l’estate viola è iniziata nel peggiore dei modi, l’esonero di Montella, il caso Salah ed una tifoseria non proprio felice. Ecco quindi che come in ogni ciclo si riparte dalle basi, Paulo Sousa è chiamato a confermare le ottime stagioni passate lavorando su una rosa ancora da fare. Noi di fantamagazine.com abbiamo voluto (fanta)intervistare il tecnico per capire di più della Fiorentina che verrà, dal nuovo modulo fino ai possibili nomi da segnare sui taccuini.

Salve mister, squadra quasi da rifare e un entusiasmo da riportare a Firenze. Da dove si riparte?

“Salve, ha detto cose giuste, la rosa è decimata, molti sono andati via a giugno e altri se ne andranno, dovrò chiedere ai senatori rimasti di dare il massimo e guidare la squadra. Come primo obiettivo ho in mente di cambiare stile di gioco, passaremo dal tiki-taka orizzontale montelliano ad un gioco più arioso e verticale, sfruttando in maniera maggiore le fasce. 

Interessante, quindi chi saranno i giocatori con compiti più offensivi? Ci consiglia di seguire qualcuno in particolare?

“Come ha già accennato siamo un cantiere aperto, difficile fare nomi, se devo proprio sbilanciarmi occhio a Babacar ( 18 presenze , media 7,17), ha rinnovato con molto entusiasmo, è giovane e se Gomez parte potrebbe avere molto più spazio. Occhio alla coppia Borja Valero – Mati Fernandez ( rispettivamente 27 e 28 presenze, media 6,11 e 6,55), hanno le stesse caratteristiche e giocheranno probabilmente dietro la punta con compiti di inserimento , magari sfruttando i cross dalle fasce, visto che abbiamo Joaquin ( 21 presenze , media 6,64) in grado di puntare e saltare secco l’uomo e Pasqual (18 presenze , media 6,44)con un mancino da far invidia a tutti i terzini della serie A. Vorremo anche sfruttare i calci piazzati, visto che Gonzalo Rodriguez ( 30 presenze , media 6,28) sa segnare molto bene di testa. Caso a parte Rossi, vista la quantità di infortuni subiti in questi anni, potrebbe trovare molti spezzoni di partita, magari partendo dalla panchina, resta comunque un giocatore in grado di trovare la giocata in poco tempo

La scorsa stagione la squadra subiva molti gol in casa , ci saranno accorgimenti in tal senso?

“Certo, ci saranno due mediani fisici con un buon piede ad aiutare, non vogliamo sbilanciarci troppo e lasciare la retroguardia in preda ai contropiedi avversari, quindi occhio a tali giocatori che saranno sensibili ai cartellini. 

Al momento sta lavorando con  molti giovani, qualcuno da tenere d’occhio?

“Ci sono molti giovani interessanti, i due che mi hanno colpito di più sono Capezzi e Diakhatè. Capezzi è un regista, già Pizarro la scorsa stagione lo aveva designato come suo erede… Diakhatè è molto giovane, ma ha già doti fisiche e tecniche molto complete. 

Adesso una domanda che tutti i fantallenatori vogliono sapere: rigorista?

“Scorsa stagione ne sono stati sbagliati 5 su 7 ..volete sapere chi evitare? (ride,ndr). A parte tutto, Rossi se è in campo è il maggior indiziato, in altri casi vedremo” L’intervista è ovviamente frutto di fantasia dell’autore, ma forse neanche più di tanto… 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy