Fantacalcio, da Veretout a Barella: quando i cartellini diventano troppi

Fantacalcio, da Veretout a Barella: quando i cartellini diventano troppi

Ci sono calciatori che, seppur dotati di un indiscutibile talento, collezionano troppi malus: vediamo chi sono, in previsione dell’asta del fantacalcio.

di Patrizia Monaco
Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Mancano ancora diverse settimane al campionato di Serie A, ma inevitabilmente sono già tantissimi coloro che iniziano sin da ora a pensare quali potrebbero essere gli acquisti da fare al fantacalcio. Nelle prossime righe tenteremo invece di individuare quei nomi che potremmo pensare di inserire nella lista degli acquisti da NON fare ad agosto. Anzi, per essere più precisi, sarebbero acquisti da fare poiché si tratta comunque di nomi importanti, capaci di regalare anche gioie ai loro fantallenatori, ma semplicemente bisognerebbe accaparrarseli senza spendere cifre esorbitanti e adesso capirete il motivo.

TROPPI MALUS POSSONO CAMBIARE (IN NEGATIVO) LE SORTI DEL FANTACALCIO

Innanzitutto è necessario fare una premessa, tanto ovvia quanto necessaria: al fantacalcio ogni singolo punto è importante. Anche i decimali possono fare la differenza e determinare una vittoria o una sconfitta al fantacalcio. Ecco perché bisogna ricordare che calcio e fantacalcio sono due cose ben distinte e se un calciatore sul campo dimostra di essere un campione e di meritare il corteggiamento delle varie big italiane ed internazionali, non è detto che questo stesso calciatore possa valere altrettanto dal punto di vista fantacalcistico. In quest’ultimo caso, infatti, sono tantissimi gli aspetti da considerare per ogni singolo nome: la titolarità in campionato (rispetto a quello in Europa), la propensione al bonus (un calciatore che crea molto ma concretizza poco, fa soltanto irritare i fantallenatori anziché aiutarli a vincere) ma anche e soprattutto la propensione al malus, proprio perché anche quello 0,5 in meno, se troppo frequente, alla lunga può pesare parecchio.

Detto questo, andiamo quindi a capire quali sono i calciatori da evitare (o semplicemente da non pagare troppo) proprio per questa propensione al malus.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Jordan Veretout

In questi giorni il suo nome viene accostato a diverse squadre di Serie A, Milan e Roma su tutte. Nel giro di due anni con la maglia della Fiorentina è passato dall’essere un perfetto sconosciuto all’essere uno dei centrocampisti più apprezzati del nostro campionato. Grazie alla possibilità di tirare rigori e calci piazzati è riuscito a collezionare in totale 13 gol e 4 assist ma, soprattutto nell’ultima stagione, la sua propensione al malus è pesata parecchio: con ben 12 cartellini gialli ed un cartellino rosso è divenuto uno dei calciatori più “puniti” della Serie A. Solo per questo motivo e per il fatto che, in caso di cambio casacca, potrebbe non essere più rigorista, pensateci due volte prima di spendere cifre troppo elevate per averlo in rosa.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Nicolò Zaniolo

Il numero 22 della Roma ha rappresentato di certo una delle maggiori sorprese della scorsa stagione: la chiamata in Nazionale da parte di Mancini aveva fatto storcere il naso a parecchie persone, le stesse che dopo averlo visto giocare si sono dovute ricredere. Il talento del classe 1999 è indubbio, così come la sua capacità di essere “grande tra i grandi” nonostante la giovanissima età. Con l’addio di Di Francesco alla Roma, però, Zaniolo è stato protagonista di un’involuzione che non è di certo passata inosservata agli occhi dei tanti fantallenatori che avevano puntato moltissimo su di lui. A pesare sul bilancio finale sono stati senza dubbio i tanti, troppi malus collezionati dal centrocampista giallorosso: 8 cartellini gialli in totale, arrivati con maggior costanza nel finale di stagione. In attesa di scoprire in che modo sarà utilizzato Zaniolo dal neo allenatore Fonseca, aggiungiamo il suo nome alla lista dei giocatori per cui potrebbe non valere la pena fare follie al fantacalcio.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Nicolò Barella

Stesso nome di Zaniolo, suo compagno in nazionale Under 21, stessa tendenza a commettere falli e dunque ad essere ammonito: il talento classe 1997 è reduce da quattro stagioni consecutive con la maglia del Cagliari, durante le quali ha potuto dimostrare tutte le sue capacità tecniche che gli hanno permesso di diventare uno dei calciatori più desiderati della Serie A. Però, sempre per il discorso fatto in precedenza, secondo cui calcio e fantacalcio rappresentano due cose ben distinte, bisogna sottolineare quanto Barella non sia riuscito ad aiutare i tanti fantallenatori che la scorsa estate avevano scelto di puntare su di lui. Ad incidere, anche in questo caso, è stato il numero di malus ricevuti: ben 10 cartellini gialli nell’ultima annata. Se dovesse andare all’Inter il suo nome rimarrebbe comunque tra i più interessanti in circolazione: la voglia di ripagare la fiducia concessagli dalla società nerazzurra potrebbe portarlo a fare bene ma, allo stesso tempo, anche ad esagerare dal punto di vista del temperamento in campo. Attenzione.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Bryan Cristante

Quando, la scorsa estate, è stato annunciato l’arrivo di Bryan Cristante a Roma, sponda giallorossa, in tantissimi hanno pensato e sperato che il centrocampista potesse replicare la straordinaria stagione 2017-2018 disputata con la maglia dell’Atalanta. Ad oggi purtroppo possiamo dire che le cose non sono andate affatto così: dal punto di vista dei bonus, il centrocampista classe 1995 si è fermato a 4 gol e tre assist, soprattutto perché impiegato in una zona ben più distante dalla porta rispetto a quella occupata sotto la guida di Gasperini. Ma è anche sotto il punto di vista dei malus che la situazione è decisamente peggiorata: nell’ultima stagione, infatti, Cristante ha collezionato 10 cartellini gialli e la fantamedia si è fermata ad appena 5,86. Attendiamo di scoprire in che modo il neo allenatore Fonseca sfrutterà le qualità tecniche di Cristante, tenendo bene in mente la faccia della medaglia messa in evidenza negli scorsi mesi.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Tomas Rincon

Soprannominato “El General” proprio per la capacità di trascinare i compagni di squadra con il suo spirito da guerriero, il centrocampista granata al fantacalcio viene visto più come un regolarista, pronto a garantire la titolarità e la sufficienza. Nel corso dell’ultima stagione ha saputo regalare anche qualche soddisfazione ai suoi fantallenatori, mettendo a segno tre gol contro Chievo, Roma e Frosinone. Il numero che impressiona di più, però, è quello relativo ai malus: sono stati ben 15 i cartellini gialli negli scorsi mesi e questo dato non può che influire poiché, se è vero che spesso e volentieri Rincon arriva tranquillamente alla sufficienza, è pur vero che un costante -0,5 in pagella rappresenta un vero e proprio handicap per l’andamento del fantacalcio.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Domenico Criscito

La sua stagione con la maglia del Genoa era iniziata nel migliore dei modi con tre assist portati a casa nelle prime tre giornate di campionato. Questa propensione al bonus, per un difensore, rappresenta una vera e propria manna dal cielo in ambito fantacalcistico ed ecco perché in tantissimi hanno scelto di puntare su di lui durante l’asta estiva. Peccato però che, settimana dopo settimana, il buon Mimmo ha dovuto fare i conti con la crisi dell’intera squadra genoana che infatti, a maggio, ha sfiorato letteralmente la retrocessione. Il suo lavoro lo ha fatto, da buon capitano, ma i malus sono stati davvero troppi: 12 cartellini gialli in totale, con l’aggiunta di un cartellino rosso ricevuto a dicembre contro la Spal. Rimane un ottimo difensore, su questo non ci sono dubbi, ma al fantacalcio potrebbe non valere la pena pagarlo come fosse un top di reparto.

Fantacalcio, quando i cartellini diventano troppi: chi evitare all'asta

Karol Linetty

Il calciatore polacco veste la maglia della Sampdoria ormai da tre anni, lasso di tempo in cui ha saputo incuriosire e ingolosire moltissimi fantallenatori che, pur pagandolo poco, hanno scelto di puntare su di lui. Nonostante da lui ci si aspettasse qualcosina di più rispetto a quanto fatto nell’ultima stagione (3 gol e 3 assist in totale), in molti pensano che sotto la guida del neo allenatore Di Francesco per Linetty possa arrivare la definitiva consacrazione. Per scoprire se davvero sarà così non ci resta che attendere l’inizio del campionato, facendo un pensierino su di lui ma ricordandoci che quest’anno ha ricevuto 11 cartellini gialli, con una media voto di appena 5,95.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy