Fantacalcio Udinese, Llorente “torna” bianconero: ecco come cambia l’attacco di Gotti

Lo spagnolo arriva per sostituire Lasagna.

di Mauro Maccioni

Giornata di inizi a casa Udinese, con la firma del nuovo acquisto: Fernando Llorente è ufficialmente bianconero. L’attaccante arriva dal Napoli per sostituire Lasagna, accasatosi al Verona, e porta con sé l’esperienza che Gotti cercava. Ma con il suo arrivo, come cambia l’Udinese?

IL RUOLO DI LLORENTE

Le prospettive di Llorente sono, sulla carta, molto lineari. Essendo il sostituto diretto della vecchia punta, lo spagnolo parte dalla medesima posizione e sarà il titolare della squadra di Gotti. La lotta con Okaka nemmeno si delinea all’orizzonte, con la punta ex Watford che è alle prese con un versamento alla coscia. Un doppio sostituto, si potrebbe quasi dire, con lo spagnolo che si caricherà sulle spalle tutto il peso dell’attacco.

Certo, a 35 anni la fatica è una compagnia che difficilmente ti abbandona, ma per questo è pronto Nestorovski. Llorente, in ogni caso, sarà il titolare, con il suo partner d’attacco che varierà in base al modulo: Deulofeu in caso di 3-5-2, Pereyra – più arretrato – in caso di 3-5-1-1. Un bell’acquisto per l’Udinese, che finalmente copre uno dei ruoli più delicati della rosa. E all’asta…

COSA FARE AL FANTACALCIO

Resta da chiedersi cosa fare con Llorente al Fantacalcio. Come abbiamo detto, lo spagnolo sarà un titolare. Uno di quelli non di prima fascia, in grado di garantire 5-7 gol, ma da cui non si possono pretendere numeri da bomber assoluto. Il tipo di giocatore che aiuta la squadra, senza però disdegnare qualche bonus, diciamo pure così. Se si cerca un voto sicuro, Llorente è da prendere a occhi chiusi: tra i tanti nomi a disposizione per l’asta di riparazione, è uno dei migliori e se lo si riesce a strappare a pochi crediti si potrebbe fare jackpot. Diverso il discorso se si è già coperti e si cerca qualche jolly, in quel caso Llorente potrebbe risultare troppo limitato. Meglio, in questo senso, qualcuno come Mayoral o El Shaarawy, di cui si attende ancora l’ufficialità causa Covid.

Qualunque strada si decida di intraprendere, Llorente all’Udinese non è un errore. Se si mantiene fisicamente, porta buoni voti – e sicuri – uniti a qualche bonus che male non fa. Se si ragiona in ottica Udinese, lo spagnolo è sicuramente meglio di Deulofeu, ma se i due si integreranno bene potranno portare piacevoli sorprese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy