Fantacalcio Parma, botti in attacco: l’asta per Pellè, Zirkzee e Man

Il Parma si è rinforzato con l’acquisto di tre giocatori offensivi per sopperire alla penuria di bonus.

di Mauro Maccioni

Nelle ultime ore di mercato si è visto un Parma scatenato, pronto a muoversi su diversi fronti per rinforzare la rosa di D’Aversa. Il tecnico, in poco tempo, si è visto recapitare Zirkzee, Man e Pellè, con quest’ultimo che arriva da svincolato. Una bella scelta dunque, ma che implica anche una grossa saturazione in attacco: chi giocherà?

SOLO TRE POSTI

Con i nuovi acquisti il Parma avrà ben nove attaccanti per al massimo tre posti. Al massimo, perché a volte D’Aversa non ha disdegnato l’utilizzo di Kucka come esterno o addirittura come prima punta, riducendo di un’unità le maglie disponibili. Il Parma là davanti, così come in classifica, fatica a ingranare e proprio in questo senso Krause si è mosso per dare a D’Aversa una rosa di livello, completata da Bani e Conti nel reparto arretrato.

Inglese e Cornelius sono ancora a secco in campionato, Gervinho ha realizzato solo 4 reti e 1 assist, Karamoh è spesso assente per infortunio. La situazione, come si percepisce chiaramente, non è delle migliori. Pellé, Zirkzee e Man si uniscono al gruppo per portare qualche nuova soluzione e per sbloccare la carestia offensiva, ma non è detto che ci riescano. Il Parma è una squadra che fatica e anche loro potrebbero risentirne, così come gli attaccanti già in rosa. D’Aversa spera che le cose cambino, così come i tifosi: ma i nuovi acquisti giocheranno?

NUOVI ACQUISTI

Prima di procedere al punto successivo, ovvero cosa fare all’asta, è necessario capire meglio i nuovi acquisti. Partiamo dall’ultimo in ordine cronologico: Pellè arriva da svincolato per portare ulteriore peso offensivo. Torna dalla Cina alla “veneranda” età di 35 anni dopo qualche buona stagione, ma è da segnalare che non gioca da novembre. Pertanto, avrà bisogno di tempo per riprendere la forma e soprattutto per riadattarsi al campionato italiano, molto differente dai ritmi cinesi.

Spostandoci più indietro nel tempo troviamo Zirkzee, talento del Bayern Monaco. Si tratta di un 2001, punta di 1,93 m, di cui si parla molto bene e per cui il Parma ha speso – o spenderà  – una cifra importante: prestito oneroso con riscatto fissato a 15 milioni di euro, con una percentuale del 7,5% sulla futura rivendita. Una cifra che mostra l’interesse verso il ragazzo ma, al contempo, la difficoltà del riscatto. Probabile un suo addio dopo soli sei mesi, ma ogni ipotesi lascia il tempo che trova: è un talento, e se saprà imporsi il Parma non se lo lascerà scappare.

Per ultimo Man, attaccante destro che andrà a prendere il ruolo spesso lasciato vacante da Karamoh. Il romeno è un altro giocatore di cui si parla molto bene e anche per lui sono stati spesi 14 milioni di euro comprensivi di bonus. Tra i tre è quello con più possibilità di giocare e, a vedere le statistiche – in Romania 14 gol e 6 assist in 18 partite -, sembra promettere parecchi sorrisi. Anche lui avrà bisogno di un periodo d’adattamento, e non è esente dal rischio di soffrire il bisogno impellente di punti del Parma.

L’ASTA DI PELLÈ E ZIRKZEE

Partiamo con una premessa: al Fantacalcio, in sede d’asta, puntare sugli attaccanti del Parma è sempre un’incognita per la scarsità di soluzioni mostrate finora. Sarà anche vero che si rinforza, ma il peggior attacco del campionato rischia di rimanere tale se D’Aversa non darà nuova linfa alla sua squadra.

Comunque sia, i nuovi acquisti condividono qualche tratto interessante. Per quanto riguarda le due nuove punte, Pellè e Zirkzee, il discorso è simile. Tutti e due si giocheranno il posto con Cornelius, mentre Inglese è leggermente indietro nelle gerarchie. Entrambi dovranno adattarsi, il primo per riprendere la forma e il ritmo italiano, il secondo per capire un campionato completamente nuovo. Difficile che vengano subito lanciati nella mischia dunque, ma le tante situazioni disperate del Parma potrebbero velocizzare l’inserimento.

Se bisogna scegliere, il “ragazzino” è da preferire: è una scommessa interessante che potrebbe fruttare molto bene. Pellè rimane indietro sia per quantitativo di bonus che può offrire, sia come valore. Per ambo i lati, comunque, resta una precisazione a caratteri cubitali: solo in leghe numerose, con il secondo più adatto a chi cerca una scommessa tra le certezze.

E MAN?

Man merita un discorso a parte e tra i nuovi acquisti è quello che giocherà di più. Mancino molto rapido e tecnico, arriva per prendere il posto a destra nel tridente del tecnico crociato. La sua qualità potrebbe essere un’ottima risposta alla scarsità di idee là davanti, con Gervinho e la punta prescelta a completare l’arsenale. Anche lui dovrà adattarsi al campionato, ma davanti a sé per ruolo ha il solo Karamoh, troppo spesso assente per infortuni.

L’unica pecca di questo acquisto è il ruolo di attaccante in cui sarà listato. Se fosse stato un centrocampista come il primo Kulusevski, tanto per non andare lontano, la sua appetibilità sarebbe ancora maggiore. Comunque sia, puntare su di lui non è sbagliato se non si ha bisogno di voti certi. Come Zirkzee è una bella scommessa: avrà spazio, ma non è detto che il rendimento sarà dei migliori. Se si cerca un nome scoppiettante per l’ultimo slot, allora Man potrebbe essere l’uomo giusto, giochi di traduzione a parte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy