Fantacalcio, Fiorentina: l’esperto risponde su Bonaventura, Castrovilli e Vlahovic

Gli esperti del nostro forum rispondono alle domande dell’utenza su Bonaventura, Castrovilli e Vlahovic.

di Francesco Spada, @MoradinGE

Il nostro forum è un punto di incontro per molti appassionati di Fantacalcio, il nostro staff segue ogni squadra di Serie A ed è sempre pronto a rispondere alle domande dell’utenza. Raccogliamo qui alcune domande pervenute e le risposte dei nostri esperti della Fiorentina.

FANTACALCIO FIORENTINA, DOMANDE E RISPOSTE SU BONAVENTURA, CASTROVILLI E VLAHOVIC

Bonaventura è indietro nelle gerarchie?

“Ad oggi, nella zona offensiva, non ci sono gerarchie ben definite. Ci sono molti giocatori che possono ricoprire più ruoli e le decisioni su chi gioca e chi subentra non sono pronosticabili. In questo momento, Ribery è il più intoccabile, Callejón e Bonaventura possono alternarsi con i medesimi ruoli, mentre Kouamè può giocare nella loro posizione con compiti diversi. Tra di loro ci saranno molte rotazioni, almeno fino a quando Prandelli non troverà la quadra. Detto questo, Bonaventura è nel giro dei titolari della squadra e avrà modo di giocare molto nei tre dietro alla punta, ossia in una posizione più avanzata e congeniale con quelle che sono le sue caratteristiche. Jack è dunque ottimo per il Fantacalcio”.

È da escludere categoricamente che Castrovilli possa presentarsi dal dischetto?

“È molto difficile, considerando che non ha mai tirato un rigore in carriera tra Primavera, Serie B e Serie A. Inoltre, in campo ci sarà quasi sempre il primo rigorista Pulgar, essendo un titolare nel 4-2-3-1, e anche in sua assenza ci sarà almeno uno tra Vlahović, Cutrone ed Amrabat che in carriera hanno già tirato qualche rigore”.

Vlahovic è titolare al 100%?

“Siamo consci che un centravanti boa come Vlahovic potrebbe fare faville nel gioco di Prandelli, ma pur essendo fisicamente imperioso non riesce a garantire quel lavoro sporco necessario per far salire la squadra e far partire le azioni in attacco, un difetto che abbiamo sempre sottolineato e che mesi fa ci ha spinto a dire che a questa squadra serviva una punta e che il serbo doveva andare a farsi le ossa in prestito. Come caratteristiche ed esperienza, Cutrone sarebbe l’ideale, ma pesa come un macigno quella clausola contrattuale nella quale scatta l’obbligo di riscatto al raggiungimento di una quota di presenze da titolare. Per questo motivo, sulla carta, il serbo dovrebbe essere proposto titolare, almeno fino a gennaio: la sensazione è che questa possa essere l’ultima chiamata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy