Sassuolo, la difesa è un disastro: chi è ancora utile per il Fantacalcio?

Il punto della situazione sulla difesa del Sassuolo, una delle più battute della Serie A.

di Niccolò Villani, @WillyBlueEyes

La scorsa stagione il Sassuolo concludeva il campionato al 6° posto in classifica, con la quarta miglior difesa del campionato (40 goal subiti). Meglio degli emiliani solo Juventus, Napoli e Inter. Dopo pochi mesi la situazione è decisamente cambiata, coi neroverdi che registrano alla 13° giornata la quarta peggior difesa per numero di reti subite, con una media di quasi 2 goal incassati a partita. Per vedere l’ultima partita senza reti subite bisogna addirittura tornare al 25 settembre (Sassuolo – Udinese: 1 – 0), dopodiché ben 10 gare consecutive con almeno un goal incassato tra campionato ed Europa League.

Il turnover attuato da Di Francesco a causa delle due competizioni è spesso massiccio, e questo comporta l’utilizzo di alcune riserve in un numero elevato di partite. Spesso, però, questi giocatori sono giovani, magari alla prima esperienza in Serie A: Lirola, Letschert, Dell’Orco, Sensi, Mazzitelli, Ricci, Ragusa e Iemmello, ben 8 su 26. Oltre a ciò, bisogna ricordare che un ballottaggio praticamente fisso da inizio campionato coinvolge proprio la difesa: Antei ha giocato 7 gare sulle 13 totali, mentre Cannavaro (appena 5 presenze) viene preferito in Europa League. Ma vi sono almeno altre due cause sono altrettanto importanti, scopriamo quali.

SASSUOLO: QUANTI INFORTUNI!

Consigli, Pegolo, Pomini, Lirola, Acerbi, Biondini, Defrel, Ricci, Ragusa e Iemmello sono gli unici giocatori del Sassuolo a non aver mai perso una partita per infortunio questa stagione, appena 10 su 26. Inoltre, tra i più colpiti vi sono giocatori fondamentali come Missiroli (2 presenze), Duncan (5 presenze) e Berardi (2 presenze), per un totale di appena 9 partite giocate in tre.

Tutto ciò influisce sulla tenuta difensiva sotto diversi punti di vista. Innanzitutto, vengono ridotte le rotazioni di Di Francesco, che spesso è costretto a cambiare modulo o ad utilizzare giocatori stanchi o fuori ruolo. In secondo luogo, manca il centrocampo titolare, il cui ruolo di filtro è fondamentale. Missiroli, Magnanelli e Duncan assicurano un ottimo apporto in entrambe le fasi di gioco; difendono e attaccano bene e coi tempi giusti: Magnanelli in mezzo recupera palloni e imposta l’azione; Duncan, fisico ed energia, e Missiroli, tecnica ed esperienza, hanno invece il compito di agire a tutto campo, sia coprendo che effettuando inserimenti e sovrapposizioni. Tuttavia, Duncan manca dal 21 settembre scorso, Missiroli non ha praticamente mai giocato, e Magnanelli, oltre ad essere appena rientrato da un problema muscolare, ha iniziato a sentire la stanchezza prima di farsi male.

La stessa assenza di Berardi si fa sentire in termini difensivi, in quanto tra i suoi compiti vi è anche tanto lavoro di copertura. Gli altri esterni o non sono abituati ad un certo sacrificio difensivo, oppure non hanno le qualità necessarie per fare adeguatamente entrambe le fasi. Non è un caso che Di Francesco, in partite difficili come contro il Milan e la Roma, abbia schierato esterno d’attacco il giovane Adjapong, in realtà terzino.

SASSUOLO E MERCATO: PARTENZE IMPORTANTI

In estate hanno lasciato la squadra due elementi fondamentali come Vrsaljko e Sansone. Se per quest’ultimo vale il discorso appena fatto con Berardi, il croato faceva in maniera decisamente buona entrambe le fasi di gioco, diventando un punto fermo della squadra. Dopo la sua partenza, sulla fascia destra si alternano Gazzola e Lirola che, per diverse ragioni, non sono al livello del croato, e i numeri lo confermano. Il primo è essenzialmente una riserva da cui non ci si può aspettare molto (media voto 5,42 e fantamedia 5,25), mentre Lirola (media voto 5,5 e fantamedia 5,56), che predilige la fase di spinta, lascia decisamente a desiderare quando si tratta di difendere sia nell’uno contro uno, sia a palla lontana. Queste lacune portano spesso il centrale a dover uscire per chiudere sulla fascia, mettendo però ulteriormente in difficoltà il resto del reparto. Sotto questo punto di vista, almeno al momento e nel breve periodo, il vuoto lasciato dalla partenza di Vrsaljko non è stato colmato dalla coppia Gazzola/Lirola.

LA DIFESA DEL SASSUOLO AL FANTACALCIO

In generale, bisogna comunque sottolineare che la maggior parte dei difensori restano circa in linea con le medie dello scorso anno e le aspettative di inizio stagione. Cannavaro, per esempio, ha sì calato la sua media voto, passando da 6 a 5,6, ma ha leggermente aumentato la fantamedia, da 5,9 a 6,2. Discorso simile per Peluso, che registra un calo di appena 0,11 (5,78 la scorsa stagione, 5,67 quella attuale). La loro appetibilità, quindi non è particolarmente calata da settembre. Lo stesso si può dire per Acerbi, che fino a questo punto, se togliamo lo scivolone della trasferta di Genova contro la Sampdoria, nelle restanti 12 partite ha collezionato appena due 5,5 come voti peggiori; la media voto è quindi molto simile alla stagione scorsa (da 6,19 a 6,12), mentre un calo c’è se si analizza la fantamedia, dove da 6,49 è passato a 6,27. Tuttavia non c’è da allarmarsi: questo dato conta anche bonus e malus, e fino a questo momento Acerbi ha segnato solo un goal, come la scorsa stagione a questo punto del campionato, quando poi chiuse a 4 marcature.

CHI ANDRA’ A MIGLIORARE?

Ci sono comunque importanti margini di miglioramento per alcuni giocatori, nell’attesa che l’infermeria si svuoti e i gironi di Europa League si chiudano, risparmiando così il Sassuolo dal doppio impegno almeno per un paio di mesi, nel caso in cui dovesse passare il turno. Per esempio, Cannavaro dovrebbe tornare titolare anche in campionato, aumentando le proprie presenze, mentre un giocatore che potrebbe vedere migliorare il proprio rendimento potrebbe essere Lirola, unico dei difensori, assieme ad Acerbi, a dare un certa dimensione offensiva ai suoi possessori.

Ma chi dovrebbe beneficiare più di tutti di questo è Andrea Consigli, il quale è stato certamente il più colpito dal crollo difensivo del Sassuolo. Se, infatti, gli altri giocatori sono circa in linea con le medie dello scorso anno, il portiere ex Atalanta ha registrato un leggero miglioramento in termini di media voto, dovuto al fatto che raramente ha colpe sui goal subiti, passando da 6,2 della scorsa stagione a 6,27, ma allo stesso tempo è decisamente crollato in termini di imbattibilità (23 reti subite contro le 11 della scorsa stagione a parità di giornate) e per quanto riguarda la fantamedia, da 5,22 a 4,46, dati che lo portano ad essere il 5° peggior portiere del campionato. Se può comunque essere utile per il modificatore, per il momento resta da evitare nel caso si cerchi il bonus imbattibilità. I suoi possessori potrebbero essere i maggiori beneficiari di un miglioramento difensivo della squadra emiliana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy