Fantacalcio Crotone, Simy non è più titolare?

Da quando sono arrivati in Calabria Ounas e Di Carmine, Simy è sempre partito dalla panchina

di Carlo Cecino, @CarloCecino

Houston, abbiamo un problema“. Sì, perché il capocannoniere del Crotone, Nwankwo Simy, potrebbe aver perso la palma di titolarità che sino a più di un mese fa sembrava sacra e regalava ai fantallenatori in possesso dell’attaccante nigeriano la certezza di avere nel proprio reparto offensivo un buon attaccante tappabuchi, nonostante militi nella squadra ultima in classifica, che in caso di necessità sapeva pure regalare bonus pesanti visto lo status di primo rigorista della squadra.

IL MERCATO E LA CONCORRENZA

Sia chiaro che parliamo di un attaccante che dopo 22 giornate di campionato ha raccolto pur sempre 22 presenze, 7 reti, di cui 3 da rigore, e 1 assist. Numeri questi, assolutamente migliori di quelli di alcune pedine altisonanti del calibro di Osimhen, Dybala o Morata.

Tuttavia, nelle ultime nove partite giocate Simy è partito nell’undici titolare di Stroppa solamente in quattro occasioni. A dicembre, in ben tre occasioni, il tecnico degli Squali gli ha preferito il collega di reparto Rivière. Certamente, il turnover dovuto ai diversi turni infrasettimanali di quel periodo ha influito in questa scelta, però ciò non toglie che l’uomo promozione dei calabresi ha dovuto accomodarsi in panchina anche nelle due gare di febbraio già disputate.

Simy infatti, è stato costretto a fare spazio all’ultimo arrivato dal mercato di gennaio, vale a dire Di Carmine, con mister Stroppa che gli ha dato fiducia contro Milan e Sassuolo assieme all’altro neo-arrivato Ounas. I due acquisti più importanti del Crotone nell’ultima sessione di gennaio hanno fatto arretrare il funambolo Messias nella linea di centrocampo, in modo da dare più qualità alla mediana dei rossoblù, e relegando il miglior marcatore dei suoi in panca.

LE PROSPETTIVE FUTURE

Un problema non da poco per i fantallenatori che sapevano di contare sulla scialuppa di salvataggio Simy nel momento del bisogno, ossia quando si è a corto di risorse nella batteria degli attaccanti e serve un titolare che prenda voto e possa pure offrire gol o assist. Ad oggi, il nigeriano non è più certo del posto e non si può conoscere se nelle prossime gare tornerà ad accaparrarsi della titolarità, poiché Stroppa pare confidare in Di Carmine come attaccante boa che possa pulire i palloni utili per le scorribande di Ounas e co., anche se c’è da dire che dentro l’area di rigore uno come il numero 25 del Crotone può fare la differenza con poco.

Simy è comunque sempre entrato in campo nelle occasioni in cui non è stato inserito tra gli undici titolari, prendendo voto in ogni occasione, eccezion fatta nel match di due domeniche fa contro il Milan. Ciò significa che, malgrado tutto, Stroppa non pare intenzionato a non giocarsi più la carta del bomber degli Squali degli ultimi anni, però le gerarchie del tecnico dei calabresi non sono più così delineate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy