Fantacalcio Bologna, Verdi rimane: ecco come gestire gli attaccanti rossoblu

Con tutti a disposizione c’è abbondanza nell’attacco del Bologna. E ora con Dzemaili si aprono anche nuovi scenari relativi al modulo…

di Patrizia Monaco
Simone Verdi Bologna

Fantallenatori o semplici appassionati di calcio, in queste ore l’attenzione di tutti è stata calamitata dall’annuncio di Simone Verdi: rimarrà al Bologna. Finisce così la telenovela che per più di una settimana ha tenuto col fiato sospeso, in egual modo, i tifosi del Napoli, squadra a cui l’attaccante sembrava ormai destinato, e quelli del Bologna, i quali non volevano di certo perdere il maggior talento presente in rosa.

A gioire, poi, sono stati soprattutto i fantallenatori di Simone Verdi che, senza aver speso cifre folli in fase d’asta,  si sono ritrovati tra le mani un vero e proprio top. Sei gol e cinque assist, con una fantamedia di 7,48: numeri da capogiro che l’attaccante punta a ripetere nel girone di ritorno. Ma se i possessori di Verdi possono tirare finalmente un sospiro di sollievo, cosa deve aspettarsi chi ha in rosa i vari Palacio, Destro e Di Francesco?

TUTTI GLI ATTACCANTI ALLA CORTE DI ROBERTO DONADONI

Nella prima metà di stagione, il Bologna ha visto alternarsi praticamente tutti i suoi attaccanti, a parte Verdi che è partito titolare venti volte su venti. Nelle prime giornate di campionato, complice il deludente rendimento di Mattia Destro, a muoversi al centro del tridente offensivo è stato Rodrigo Palacio. Classe 1982, l’ex Inter ha assicurato esperienza e voglia di fare, permettendo alla squadra di portarsi a casa punti essenziali (suo il gol decisivo che ha permesso ai rossoblu di vincere nella trasferta contro il Genoa).

L’età non certo più giovanissima dell’argentino lo ha però portato a fermarsi più volte e questo ha permesso a Destro di conquistarsi nuovamente il posto da titolare: missione compiuta, se pensiamo che dalla dodicesima giornata il buon Mattia è stato sempre impiegato dal primo minuto, portando a casa 4 gol e 1 assist. Parallelamente, l’infortunio di Di Francesco ha spinto Donadoni verso il tridente composto da Palacio, Destro e Verdi. Questo ha portato a risultati altalenanti ma anche ad un buon equilibrio che ha trascinato il Bologna ad appena sei punti dalla zona Europa.

Adesso, quando mancano pochi giorni dalla ripresa del campionato, Donadoni si ritrova con tutti gli attaccanti a disposizione. Non solo: a loro si è aggiunto anche Blerim Dzemaili, vecchia conoscenza rossoblu che nello scorso campionato ha avuto un rendimento da semi-top (8 gol, 2 assist ed una fantamedia di 6,81). Come gestire questi nomi al fantacalcio?

DZEMAILI PUNTA ALLA MAGLIA DA TITOLARE: Sì, MA IN QUALE MODULO?

Innanzitutto Roberto Donadoni non è nuovo ad esperimenti relativi al modulo di gioco. Lo scorso anno, così come in questa stagione, il Bologna è sceso quasi sempre in campo con il 4-3-3. L’allenatore rossoblu non ha però mai nascosto il proprio desiderio di passare al 4-2-3-1, sfruttando a pieno la qualità dei (tanti) attaccanti a disposizione. Purtroppo questo modulo è allettante per il fantacalcio ma decisamente sconsigliabile per la squadra emiliana, la quale ha dimostrato, l’ultima volta contro il Torino nella sfida poi persa per 3 a 0, di non riuscire a gestire tutti i 90 minuti di gioco con soli due uomini e coprire la zona del centrocampo. L’arrivo di Dzemaili potrebbe però portare Donadoni a ritentare tale modulo, potendo contare su un giocatore di esperienza, capace di assicurare un buon rendimento tanto nella fase offensiva che in quella difensiva. La consideriamo però come una eventualità da sfruttare a gara in corso e che vedrebbe lo svizzero spostato nel ruolo di trequartista.

Più veritiero sarebbe immaginare un Bologna che continui ad optare per il classico 4-3-3. In questo modo rivedremmo più o meno gli stessi undici che lo scorso anno scesero in campo contro il Sassuolo nella trasferta della dodicesima giornata: Mirante tra i pali, la difesa composta dal quartetto Masina-Helander-Gonzalez-Torosidis, il centrocampo coperto da Dzemaili-Pulgar-Poli e l’attacco formato da Di Francesco-Destro-Verdi. In questo caso Donsah sarebbe l’alternativa a Poli e Palacio diventerebbe un jolly da sfruttare al posto di Destro o di Di Francesco.

CHI TENERE E CHI TAGLIARE AL FANTACALCIO

In definitiva, chi sembra avere il posto assicurato è Dzemaili. Con lui anche Verdi e Di Francesco, i due giovani intorno a cui il Bologna sta costruendo il suo ambizioso progetto. Su di loro potete tranquillamente puntare, così come su Destro e Palacio che, da subentranti o da titolari, andranno a voto praticamente sempre e potranno assicurare diversi bonus ai loro fantapossessori. Difficile invece che trovino sufficiente spazio, se non nella ripresa, Cesar Falletti, Orji Okwonkwo ed il rientrante Felipe Avenatti, da tagliare al mercato di riparazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy