Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: la Flop 5 dei difensori

Fantacalcio 2018-2019, tiriamo le somme: la Flop 5 dei difensori

La stagione è finita, e possiamo tirare le somme sancendo quali sono i 5 difensori che più di tutti gli altri hanno deluso le aspettative.

di Giuseppe Ronco
Fantacalcio, tiriamo le somme: la top 5 dei difensori flop

La Serie A 2018-2019 ha chiuso i battenti e oggi è tempo di bilanci calcistici e fantacalcistici. Tra top, flop, sorprese e scommesse tutte da analizzare in vista della prossima stagione, abbiamo stilato una classifica dei cinque difensori che con più di venti presenze hanno avuto il peggiore rendimento, arrecando danni alle proprie squadre e alle vostre fantarose.

FANTACALCIO, I 5 DIFENSORI FLOP

Milan Skriniar, Inter
(MV 6.04, Gazzetta dello Sport)

Il rendimento chiaramente è sufficiente e in giro c’è tanta roba peggiore, ma il dato incontrovertibile è che Skriniar ad agosto è stato pagato a peso d’oro e il rendimento non ha giustificato l’esborso. Primo slot con il vizio del gol (lo scorso anno per lui 5 reti e una Media Voto di 6,27), quest’anno è stato lentamente eclissato dal compagno di reparto De Vrij e ha chiuso la sua stagione senza scrivere il proprio nome sul tabellino dei marcatori neanche una volta.


Andrea Masiello, Atalanta
(MV 6, Gazzetta dello Sport)

Anche qui si sarebbe potuto trovare certamente di peggio, soprattutto alla luce del fatto che nell’ultimo mese e mezzo Masiello ha dato il suo contributo alla causa bergamasca tornando progressivamente al rendimento della scorsa stagione, ma il confronto complessivo è impietoso. Dei 4 gol dell’anno passato conditi da una Media Voto di 6.37, che lo hanno sicuramente reso il difensore bergamasco più pagato all’asta, neanche l’ombra: nessuna rete e una media appena sufficiente ne sanciscono il pieno diritto a rientrare in questa classifica.


Elseid Hysaj, Napoli
(MV 5.76, Gazzetta dello Sport)    

Difficile che per lui si siano fatte follie in sede d’asta, ma il rendimento così nettamente al di sotto della sufficienza e una totale assenza di bonus (i due assist sono stati pienamente annullati dai 4 gialli) ci impongono di inserirlo qui. A differenza della scorsa stagione, in cui comunque era riuscito a strappare una media sufficiente, quest’anno ha invertito la rotta, rivelandosi ancora meno di quel quarto difensore preso all’occorrenza per sperare in un modificatore.


Thiago Cionek, Spal
(MV 5.69, Gazzetta dello Sport)

L’anno scorso in 15 presenze aveva raccolto una media di 6.13 e una rete, inducendo molti a pensare che il suo acquisto potesse essere un buon colpo semi-low cost per la sufficienza e qualche bonus pesante sporadico. Ecco, no. Il trentatreenne naturalizzato polacco ha stupito tutti con un rendimento tanto al di sotto della sufficienza e, soprattutto, per una propensione al malus da record: ben 12 gialli e 2 rossi in 31 partite. Praticamente a malus una volta su due e, se aggiungiamo che gli unici bonus sono stati due miseri assist, abbiamo il quadro completo del fanta-flop perfetto.


Frédéric Veseli, Empoli
(MV 5.51, Gazzetta dello Sport)

Quasi impossibile che qualcuno ci abbia speso più di un credito, siamo stati comunque obbligati ad inserirlo qui: lui, tra i difensori con più di venti presenze, è stato il peggiore di tutti. Media Voto che definire al di sotto della sufficienza è un eufemismo, condita da quattro gialli e una carestia assoluta in fase di bonus gli conferiscono il palmarès di difensore dalle prestazioni peggiori di questa stagione, nonostante la concorrenza folta e agguerrita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy