Cristiano Ronaldo, la Juventus vince ma il gol non arriva…

Cristiano Ronaldo, la Juventus vince ma il gol non arriva…

Nonostante le tre vittorie su tre partite dei bianconeri, il fuoriclasse portoghese non è riuscito a trovare il gol nei 270 minuti giocati

di Luca Furfaro, @Luca69028030

L’impatto per chi giunge in Italia da un campionato estero non è mai stato facile per alcun giocatore, ma dall’arrivo di Cristiano Ronaldo in Italia  – e non in una squadra ma qualunque ma in una corazzata che arriva da 7 successi consecutivi – ci si poteva aspettare un’eccezione. Ed invece il calcio italiano si è dimostrato per l’ennesima volta molto più duro e di alto livello di quanto si possa pensare. Nonostante le tre vittorie nelle altrettante partite dei bianconeri, il fuoriclasse portoghese non è riuscito a trovare il gol nei 270 minuti giocati, complice una forma ancora non del tutto smagliante e una sorta di sfortuna che tra miracoli dei portieri ed imprecisione non gli ha permesso di trovare la tanto agognata prima rete in serie A.

COSA ASPETTARSI IN FUTURO?

Non c’è nulla di cui preoccuparsi.  Gol a parte l’impatto è stato ottimo e l’intesa con i compagni migliora a vista d’occhio. Le prestazioni dell’attaccante ex Real Madrid sono state di alto livello e soprattutto hanno permesso di notare l’ottimo atteggiamento del campione portoghese che non si è presentato da superstar ma, anzi, si è da subito messo al servizio dei compagni con giocate intelligenti e utili ai fini del risultato. Il gol prima o poi arriverà, non dimentichiamoci che Cristiano Ronaldo faticò in campionato anche lo scorso anno, disputando un girone di andata non ai livelli cui aveva abituato i tifosi madrileni.

PROBLEMA TATTICO PER ALLEGRI?

Forse il problema principale non risiede in Ronaldo ma più nella sua collocazione in campo. Arrivato per fare la prima punta, il cinque volte Pallone d’Oro ha fatto capire al mister juventino che preferisce partire dalla fascia sinistra per potersi accentrare ed avere più spazio per i suoi micidiali inserimenti. Ed è forse la motivazione per cui Allegri ha relegato in panchina un’altra stella come Paulo Dybala per ben due partite di fila (complice però anche la scarsa forma dell’argentino). I due per caratteristiche possono giocare insieme ed essendo entrambi calciatori dalle eccellenti qualità tecniche non dovrebbero trovare difficoltà. Al momento sembra che Allegri preferisca dare spazio a Mandzukic e Bernardeschi che, seppur con caratteristiche diverse da Dybala, hanno garantito un rendimento più costante in questo inizio di campionato.

COSA FARE AL FANTACALCIO?

CR7 rimane tra i top assoluti d’attacco, il solo averlo a disposizione nelle fantaliste del nostro campionato sembra ancora un sogno. Non va però sottovalutato questo momento non del tutto positivo, ricordandoci che al fantalcalcio sono i bonus a farci vincere e non le prestazioni. Se ancora dovete fare l’asta non abbiate dubbi su Ronaldo facendo però attenzione a non farvi abbagliare dal nome e non spendere una porzione di budget realmente spropositata per un giocatore che sarà sicuramente più concentrato sulla Champions League che sul campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy