Consigli Fantacalcio, Milan senza Ibrahimovic: come cambia l’attacco?

Senza lo svedese e Saelemaekers spazio per Diaz e Castillejo, ma occhio ad Hauge.

di Mauro Maccioni

Il Milan festeggia la vittoria contro il Napoli e il primo posto, e Zlatan Ibrahimovic si gode la sua ennesima doppietta. Tutto bello, almeno finché non si pensa che i rossoneri, in quella partita, abbiano perso proprio il gigante svedese – lesione al flessore – e Saelemaekers, infortunato alla caviglia. Senza due dei titolari, e con Leao fermo ai box, come cambia il reparto offensivo?

ATTACCO RIMANEGGIATO

Pioli si gode la vetta: lo fa da casa, osservando i suoi ragazzi dal drone che il Milan gli ha messo a disposizione. E intanto pensa. Pensa a come affrontare il Lille, poi la Fiorentina, dopo ancora il Celtic e così via. Ci pensa molto, perché il suo gruppo di titolari, per almeno due-tre settimane, cambierà gli interpreti. Infatti, saranno assenti Ibrahimovic, che cercherà di recuperare per il Parma, Saelemaekers e Leao, infortunatosi con la Nazionale.

2 titolari su 4, se vogliamo considerare tutto il reparto offensivo, a cui si aggiunge il primo sostituto di Ibrahimovic e di Rebic: il Milan deve decisamente fare i conti con una bella grana. E Pioli, osservando i suoi ragazzi con il drone, cerca soluzioni. Difficile ipotizzare un cambio di modulo: il Milan ha certezze basate sul 4-2-3-1, e le assenze non cambieranno la strada da percorrere. Cambierà, però, la distinta, che si alternerà tra Europa League e campionato, nella convinzione di poter dimostrare a tutti che il Milan di oggi è ben altro che il solo Ibrahimovic. In questo senso si scaldano Hauge, Castillejo e Diaz. ma come li impiegherà Pioli?

MILAN TRA COPPA E CAMPIONATO

Impensabile non credere a un turnover che, se non massiccio – Pioli ha dimostrato di non ragionare in quest’ottica – sarà comunque importante, specie là davanti. Le uniche certezze sono Rebic e Calhanoglu, con il croato che potrà essere impiegato anche come prima punta. Anzi, in campionato sarà sicuramente così. Colombo, che comunque ha dimostrato di avere buone qualità e che con il Napoli è entrato bene a gara in corso, verrà probabilmente “relegato” all’Europa League.

Per il campionato bisogna pensare a come sostituire Rebic – che, come detto, verrà impiegato prima punta – e Saelemaekers. Considerando l’assenza di Leao per almeno dieci giorni, gli indiziati sono Diaz e Castillejo. Il primo era già stato scelto contro il Crotone al posto del croato, mentre a destra Castillejo è il giocatore più simile a Saelemaekers.

Difficile pensare a un impiego dall’inizio di Hauge sulla destra, che potrebbe portare a uno sbilanciamento eccesivo della squadra. Ma il talento norvegese ha fatto capire a tutti, Pioli compreso, di essere pronto e, soprattutto, di essere in gamba. Un suo impiego a partita in corso è probabile, in particolar modo se si riconfermerà in un’ipotetica titolarità in Coppa. Calhanoglu, per ultimo, è sicuro del posto: in Europa League potrebbe giocare Krunic, ma in campionato tornerà lui a caricarsi la squadra sulle spalle. Senza Ibrahimovic, è il turco il leader tecnico della rosa.

Piola controlla il drone e prende appunti, con la Fiorentina vicina e il Lille ancora di più. Al Fantacalcio è follia non puntare sui giocatori offensivi – ma non solo – del Milan, con la Viola che ancora non riesce a risollevarsi. Lanciare, dunque, i titolari, ma non scordarsi di chi potrebbe spaccare la partita: Hauge scalpita e ha fatto capire che quando entra segna. Se lo si ha in rosa, il consiglio è semplicemente quello di puntarci: se non ora, quando?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy