Consigli Fantacalcio, Milan: Pioli vira sull’attacco a due punte?

Dopo l’ennesima prova deludente contro la Sampdoria, il tecnico pensa ad un cambio modulo.

di Gian Luca Losi

Nell’ultimo match casalingo del Milan, pareggiato a reti bianche contro la Sampdoria, si è rivisto un attacco con le due punte. In particolare Pioli ha schierato negli ultimi minuti i rossoneri con un 4-3-1-2 dove le due punte erano il “neo acquisto” Ibrahimovic e Rafael Leao, mentre agiva alle loro spalle il turco Calhanoglu. In questo scampolo di partita si è visto un Milan più pimpante e aggressivo che ha messo in difficoltà la difesa doriana e non ha trovato il bersaglio grosso per un errore del portoghese. 

I NUMERI DI IBRAHIMOVIC E I SUOI COMPAGNI DI REPARTO

Analizzando i numeri di Ibrahimovic del recente passato si scopre come lo svedese, se agisce da prima o seconda punta, influisca notevolmente sul rendimento dei propri compagni di reparto.

Nelle tre stagioni (13/14, 14-15, 15-16) che ha giocato al PSG in coppia con Cavani nel ruolo di secondo punta ha messo a segno rispettivamente 26, 19 e 38 gol e sfornato 17, 8 e 18 assist, ma anche il Matador si è fatto valere con 16, 18 e 19 gol.

Nella stagione 16/17 Zlatan sbarca in Premier League e milita nelle fila del Manchester United che si schiera con un 4-2-3-1 dove lo svedese ricopre il ruolo di prima punta. Il suo score è di tutto rispetto: 17 gol e 10 assist ma i suoi compagni di squadra non vanno oltre le 5 reti.

A seguito di un grave infortunio Zlatan perde praticamente tutta la stagione 17/18 e in seguito si trasferisce negli USA ai Los Angeles Galaxy: nella prima stagione, agendo da seconda punta, segna 22 gol e fornisce 7 assist ma anche il suo compagno di squadra Kamara arriva a 14 gol; nella seconda stagione dove agisce da prima punta segna 31 gol e fornisce 8 assist ma i suoi compagni di squadra non superano i 6 gol.

IL RUOLO MIGLIORE DI IBRAHIMOVIC E I SUOI COMPAGNI

Lo score di Ibrahimovic è mostruoso in qualunque posizione gli allenatori lo impieghino ma si denota che quando gioca da prima punta accentra il gioco su di sé sminuendo il rendimento dei propri compagni, mentre quando gioca in coppia anche il suo compagno di reparto beneficia degli spazi e degli assist creati dallo svedese e per questo motivo crediamo che Pioli abbia imboccato la strada giusta per valorizzare sia Rafael Leao che (se rimane al Milan) Piatek. Pertanto aspettate ancora prima di scaricare questi due giocatori dal rendimento fin qui deludente perché Zlatan potrebbe invertire la rotta!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy