Consigli Fantacalcio, Kolarov all’Inter: come cambia la sua gestione?

Consigli Fantacalcio, Kolarov all’Inter: come cambia la sua gestione?

Il serbo, da tempo top della difesa, è ancora un acquisto valido?

di Mauro Maccioni

Kolarov passa all’Inter per 1,5 milioni più 0,5 di bonus, ormai è ufficiale. Una notizia che ha fatto riflettere molti fantallenatori, che non sanno bene come il serbo possa rendere al prossimo Fantacalcio. Con il dubbio turnover e la solita garanzia di bonus, come cambia la gestione di Kolarov?

RUOLO E TURNOVER

Sganciamo subito la bomba: Kolarov, almeno inizialmente, non sarà titolare. Sarà, più che altro, una riserva di lusso e l’Inter, senza girarci attorno, l’ha preso proprio per questo. Conte vuole avere a disposizione un ricambio di qualità per ruolo e il serbo, lo ha dimostrato più volte, è in grado di coprirne due: quello di centrale a sinistra e quello di esterno. Kolarov sarà, principalmente, il sostituto di Bastoni nella difesa a tre. Il “ragazzino” ha fatto vedere cose importanti e Conte difficilmente se ne priverà, con Kolarov pronto a farlo rifiatare nelle partite meno importanti. Se il rendimento di Bastoni, invece, diminuirà, allora l’ex Roma potrebbe diventare addirittura titolare: difficile, ma non impossibile. Kolarov, comunque, ha dimostrato di avere ancora gamba per poter giocare largo a sinistra. Anche qui non sempre: il ruolo di quinto di centrocampo, con Conte, richiede un dispendio importante di energie che Kolarov, a quasi 35 anni, non riuscirebbe a gestire. Ma anche Young, a volte, dovrà riposare. Poche parole a buon intenditore.

GESTIONE AL FANTACALCIO

Kolarov, lo ripetiamo, non sarà più titolare fisso. Il che implica, in sede d’asta, una spesa minore: diciamo intorno agli 8-9 crediti su 500, il 2% del totale, senza andare oltre. Kolarov, oltre che saltare qualche partita, non tirerà più i rigori anche quando sarà in campo. Per quel ruolo, ormai, c’è Lukaku, che difficilmente lascerà il trono al nuovo arrivato. Diverso il discorso delle punizioni, dato che l’Inter non ha a disposizione specialisti diversi da Eriksen che però, come sappiamo, non collima con le strategie di Conte. Quando Kolarov giocherà, dunque, sarà difficile non vederlo provare qualche calcio piazzato. Kolarov sarà un jolly, uno di quelli da prendere dopo aver già sistemato la difesa e da lanciare coprendosi di conseguenza, magari con l’acquisto di uno tra Bastoni e Young. Una riserva di lusso che, se portata a casa a un giusto prezzo – se non a uno inferiore facendo un affare -, potrebbe regalare parecchie sorprese.

Alla veneranda età di 35 Kolarov, ancora una volta, si prepara a far sognare i fantallenatori. Magari non spesso come negli scorsi anni, ma un pensierino, doveroso, va sempre fatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy