Consigli Fantacalcio 9a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

State lontani da questi giocatori e non schierateli per nessun motivo nella nona giornata del Fantacalcio.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della nona giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 9a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 9a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

SASSUOLO – INTER

CHIRICHES E FERRARI: Dispiace sconsigliarli, considerato che sono entrambi in un buon momento, e i tre clean sheet consecutivi del Sassuolo, sono in buona parte per l’ottimo lavoro che hanno fatto loro; tuttavia i nerazzurri, sebbene non se la passino molto bene, hanno nel reparto offensivo un enorme potenziale, sono insieme al Sassuolo, la squadra che ha segnato di più in campionato, e attaccanti con caratteristiche che possono mettere a dura prova il duo di difensori centrali neroverdi. In conclusione, meglio lasciar perdere per questa giornata.

HANDANOVIC: Nonostante la presenza dei tre centrali titolare implichi un significativo miglioramento della nostra fase difensiva, noi lo mettiamo ancora qua. Eh si, perchè Handa ormai non è più quello di una volta, e questo Sassuolo non perdona.

BENEVENTO – JUVENTUS

TUTTA LA DIFESA DEI PADRONI DI CASA: Contro la Juventus  c’è il serio rischio che questa partita possa finire con diverse reti di scarto. Di conseguenza non si prospetta un Sabato facile per la retroguardia beneventana. Tutti gli interpreti rischiano infatti seriamente di tornare a casa con gravi insufficienze. Il consiglio pertanto è quello di evitare di schierare i difensori del Benevento, anche in leghe numerose.

ALEX SANDRO : In netto ritardo di condizione, non è ancora il momento di schierarlo nelle vostre fantasquadre.

ATALANTA – VERONA

MOJICA: Non é, come le altre volte, uno sconsigliato a spada tratta. Contro il Liverpool é entrato bene, senza demeritare. Ovviamente vanno valutate bene le vostre alternative, ma al contrario di Hate lui sarà più incaricato della fase difensiva quindi raramente vedremo suoi bonus e in fase difensiva ha ancora qualche lacuna per il nostro campionato. Se avete alternative pessime o con partite impegnative potete giocarvelo come scommessina

DIFESA SCALIGERA: Se il nostro punto di forza è la difesa, bisogna dire anche che al momento l’assenza di elementi importanti come Gunter e Lovato si è percepita. Sembra ovvio non consigliarvi nessuno per questa giornata.

LAZIO – UDINESE

LEIVA: Ci dispiace tantissimo sconsigliare Lucas, da quando è tornato è un’altra Lazio. Leiva ha visione di gioco, conosce il calcio e lo sa interpretare, sempre in posizione per il passaggio, sa dettare i tempi di gioco ed è un ottimo collante tra la difesa e le mezz’ali. Difensivamente è davvero bravo a coprire le line di passaggio e a fungere da schermo davanti alla difesa. Contro il Crotone ha fatto una partita veramente eccelsa, come in realtà quasi sempre gli capita, risultato: 7 con Gazzetta. Lo inseriamo tra gli sconsigliati perchè sfortunatamente non è un giocatore incline al bonus, nè leggero nè, tantomeno, pesante e non sempre viene premiato dai pagellisti come a Crotone. Ora noi gli abbiamo dato un indice di 3/5, e questo discorso spero di doverlo fare solo oggi, ovviamente non è sconsigliato in senso assoluto ma è un giocatore da cui aspettarsi la sufficienza nulla di più. Perciò se avete un centrocampista più offensivo vi invitiamo a inserirlo, anche perchè la posizione ricoperta dal brasiliano lo porta a essere incline al malus. Perciò discorso simile a Fares – nonostante calcisticamente i due parlino due lingue diverse – vale la pena correre il rischio per un semplice 6, ben che vada 6.5? Secondo noi no.

FARES: Domenica dovrebbe partire titolare, avendo giocato Marusic in Champions. Non è sconsigliato in assoluto, ma vogliamo comunque ammonirvi da inserirlo a cuor leggero. Il problema non sono tanto le occasioni, ogni tanto arrivano anche – col Crotone stava rischiando di segnare – il problema sono le amnesie difensive che possono portare al votaccio. Andatevi a vedere il gol di Ronaldo. Contropiede Juve, uscita a vuoto di Fares che tenta di fermare Cuadrado a 80m dalla porta anziché indietreggiare; il terzino della Juve raggiunge la trequarti campo, Fares, anzichè allargarsi, collassa al centro, lasciando la fascia libera. La palla viene scaricata al centro ai 30m, Fares collassa nuovamente in area di rigore lasciando Cuadrado tutto solo al limite. 1-0 Juve. Ora andiamoci a vedere l’ammonizione rimediata col Crotone: ripartenza del Crotone all’altezza della propria tre quarti campo, Fares non scappa, viene saltato da Rispoli che viene steso. Stesso identico errore. Ora andiamoci a vedere l’ammonizione di Acerbi contro lo Zenit: Ripartenza, sempre nella trequarti campo (60m dalla porta) Fares esce su Malcom che lo salta costringendo Acerbi a commettere fallo a metà campo. Non è un accanirsi su giocatore o andare a cerca il pelo nell’uomo, è che a un certo livello questi errori li paghi, con il Crotone non ci hai preso gol perchè ci stava Rispoli, con l’Inter magari se c’è Hakimi prendi lo stesso identico gol e i pagellisti puniscono tantissimo questi svarioni. Oltretutto ciò che più spaventa è che tali errori sono errori di concetto, non di non abitudine a giocare in una certa squadra o in un certo ruolo. Però magari a livello offensivo fa qualcosa? No, noi non ci ricordiamo un cross né un dribbling riuscito da quando è entrato nel primo tempo contro l’Inter, era il 4 ottobre. Con la Juve 3 cross: 2 addosso all’avversario 1 in curva. Con il Crotone è uscito al 45′ dopo essere stato ammonito e praticamente saltato puntualmente da Rispoli.Ora con il Crotone ha avuto anche un’ottima occasione per cui saremmo anche sembrati dei fessi a sconsigliarlo e vi sareste accaniti contro di noi, ma personalmente preferiamo mettervi in guardia: ci sono molte più possibilità di un 5 a causa di un errore difensivo che di un suo gol. Calcisticamente è stato fin ora abbastanza catastrofico e la titolarità di Marusic contro le Zenit è un segnale importante da questo punto di vista, quando il livello sale Fares non è ancora pronto. Fantacalcisticamente è un rischio troppo grande che difficilmente ripaga. Ovviamente non prenderà 4, non prenderà 4.5, ma pensiamo che sia molto meglio tenerlo in panchina per un difensore da 6 piuttosto che rischiare il 5 nella speranza che da una sua giocata possa nascere qualcosa. Magari prenderà anche 6, ma è un rischio che, a nostro parere, non vale la pena correre. Anche perchè non ci sono segnali incoraggianti da questo punto di vista. Inoltre le 12 ammonizioni raccolte due anni fa e le 2 in queste prime 6 presenze lo rendono ancor meno appetibile. Sulla destra nell’Udinese troviamo Larsen, un giocatore solido, un buon mestierante, che non dovrebbe aver troppi problemi contro un il Fares che abbiamo visto nelle scorse partite, che – diciamocelo – faticherebbe contro chiunque. In caso di 433 abbiamo il timore che la situazione possa solo peggiorare e che il rischio di insufficienza aumenti ancora di più.Timido, impreciso, incline alle ammonizioni, sfiduciato, questo è Fares oggi e abbiamo il dubbio che possa continuare ad essere così.

SAMIR –  ZEEGELAAR: forse siamo un po’ ingenerosi nei confronti di Samir, che ha disputato delle ottime partite col ritorno di Nuytinck al suo fianco. La fascia destra è però uno dei punti forti della Lazio, così come quella sinistra, sulla carta, rappresenta storicamente una delle zone più a rischio dell’Udinese. Lazzari farà sicuramente soffrire Zeegelaar, e Samir potrebbe ritrovarsi spesso da solo. Meglio evitare per questo turno.

BECAO: come le api sul miele, Immobile e Correa arriveranno da tutte le parti. In particolare l’argentino è in un periodo di forma strepitoso, è rapido, imprevedibile e sta tirando fuori giocate eccezionali. Tende inoltre a giocare prevalentemente sul centro sinistra quindi nella zona di Rodrigo. Per Becao insomma “si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”.

BOLOGNA – CROTONE

TOMIYASU: Non sta replicando l’ottimo avvio dell’anno passato, complice anche lo spostamento al centro della difesa, che con cosi tanti gol subiti sta minando il suo rendimento. Spesso fa buone partite ma commette l’errore che costa il gol e inevitabilmente lo penalizza a livello di voto. E’ schierabile visto i favori del pronostico, ma in caso di gol subito difficile arrivi la sufficienza, soprattutto visto il momento particolare della nostra difesa, che al minimo soffia di vento subisce gol.

SKORUPSKI: Ormai non sappiamo più se inserirlo in questa sezione sia scontato o superfluo, visto che sappiamo bene quanto ci metta del suo in tantissimi gol subiti dalla squadra. Il Crotone sembra sulla carta un avversario invitante, ma il clean sheet manca ormai da un anno intero. Dovessimo subire gol, evenienza purtroppo probabile, il 5,5 più malus è telefonato

PEDRO PEREIRA : La differenza con Reca è evidente, si limita al compitino, a volte lo fa bene e altre volte no. Non sta brillando ultimamente e sta sbagliando anche diversi cross. Molina dopo un mese di fermo sta tornando, e se il potoghese continuasse su questa falsa riga, allora potrebbe anche profilarsi un cambio sulla fascia. Da evitare in questa giornata.

MILAN – FIORENTINA

ROMAGNOLI :Dispiace ma finché I gol continueranno ad arrivare dalla sua zona di competenza non possiamo che continuare a renderlo il protagonista di questa sezione. Anche domenica, sebbene il gol subito nasca da una palla persa di Kessie, il capitano rossonero si è reso colpevole dell’errore in marcatura su Mertens che ha accorciato le distanze riaprendo una partita delicata. Domenica si troverà di fronte “quello lì” che (non è un mistero) interessa ai dirigenti rossoneri per rafforzare il pacchetto difensivo. La nostra speranza è che non voglia sfigurare, dimostrando di essere in grado di giocare in questo Milan che sta stupendo tutti e in cui Alessio è davvero l’unica nota “stonata”.

CÁCERES: Come ogni fine settimana, Martín torna a farci compagnia in questa sezione. Questa volta, il discorso si fa ancora più semplice. Mercoledì, in Coppa Italia, si è fatto annullare da Fernando Forestieri. Domenica, su quella fascia affronterà Theo Hernández e Díaz/Hauge, giocatori che fanno della velocità e tecnica il loro punto di forza. Ci sono tutti i presupposti per pensare che soffrirà, e neanche poco, motivo per cui il nostro caloroso consiglio è di non schierarlo

VLAHOVIĆ: Il nostro Ibra. Fatica a tenere il pallone, fatica a fare uno stop, fatica a tirare nello specchio, fatica a fare la scelte giusta al momento giusto. Prospetto interessantissimo, ma è inconcepibile che allo stato attuale delle cose possa fare il titolare in Serie A. Dopo le ultime prestazioni disastrose, la ciliegina sulla torta è arrivata contro l’Udinese in Coppa Italia.

CAGLIARI – SPEZIA

ROG E MARIN: Di solito ultimamente sono loro i giocatori rossoblu meno appetibili: voti non eccelsi e poche chances di bonus, soprattutto rispetto al loro ruolo fantacalcistico. Volendo potete schierarli, ma non avete garanzia nemmeno di sufficienza, la quale comunque potrebbe arrivare.

SALA: Rientra in piena forma e probabilmente partirà dall’inizio contro il Cagliari (noi speriamo di no!). Aspettavamo con tutto il cuore il suo rientro giusto appunto per farlo finire come sempre negli sconsigliati di giornata.

NAPOLI – ROMA

I TERZINI DEI PARTENOPEI: Una sola parola, irriconoscibili. Soprattutto Di Lorenzo che nelle ultime uscite ha sbagliato praticamente tutto quello che c’era da sbagliare condizionando la partita contro il Milan con un gol clamoroso sbagliato e due palle perse a centrocampo dalle quale sono nati due dei tre gol dei rossoneri. Qualche segnale positivo in EL c’è stato ma la partita di domenica è tutt’altra cosa. Proprio sulla sua fascia di competenza, come abbiamo detto più volte, arriveranno i pericoli maggiori per il Napoli e il votaccio è dietro l’angolo. Stesso discorso per Mario Rui che affronta la sua ex squadra con il dente avvelenato, pericolo cartellini.

LINEA DIFENSIVA GIALLOROSSA: Nel momento in cui scriviamo non abbiamo ancora la certezza che i tre titolari della Roma possano recuperare. Un quotidiano romano dà per recuperati Smalling, Mancini e Ibanez. Aspettiamo riscontri. Di sicuro i tre difensori dovranno fare molta attenzione perché l’attacco del Napoli può fare molto male, se è in partita. Se invece non ci dovessero essere i titolari ma dovessero giocare i vari Jesus e Cristante. Beh, sicuramente non sono consigliati in questa partita. Comunque tra oggi e domani sicuramente ci saranno novità sul recupero dei difensori. Quindi abbiate pazienza ed evitate di fare domande in proposito. Se ci saranno novità, le posteremo.

TORINO – SAMPDORIA

BONAZZOLI: Facciamo chiarezza, non è sconsigliato in sé, tanto che l’indice resta comunque più vicino al 3. Tuttavia vanno un po’ smorzati i possibili entusiasmi dati dalla combo “primo gol granata” + “ex della gara”. Federico ha mostrato buone cose in Coppa Italia ma va considerato sia l’avversario sia il fatto che il gol fosse praticamente già confezionato da Zaza. È in svantaggio per una maglia da titolare visto che Belotti dovrebbe esserci regolarmente, quindi non reputiamo una grande scelta usarlo a tutti i costi come terzo nel tridente visto che potrebbe anche avere poco minutaggio. Da mettere quindi solo se le alternative non sono particolarmente buone.

EKDAL: Se sulle fasce avremo il vantaggio della superiorità numerica è al centro che invece dovremo essere capaci di reggere l’impatto dei granata. Sarà una partita di sofferenza per i centrali di centrocampo e se Thorsby ha dimostrato di sapersi anche affacciare in area avversaria lo stesso non si può dire per il buon Albin che, ne siamo quasi certi, si troverà a dover spendere l’ennesima ammonizione durante il match.

GENOA – PARMA

ZAJC: Spiace metterlo in questa sezione, ma al momento non può essere schierato vista la continua latitanza sul campo. Più consigliabile attenderne un risveglio che, si spera, possa avvenire il prima possibile. Ma nel frattempo meglio cercare alternative per il proprio centrocampo, per non rischiare delle insufficienze.

CORNELIUS: Il danese è apparso completamente fuori forma durante la gara di Mercoledi pomeriggio di Coppa Italia. Lento, poco brillante probabilmente per colpa dei tre infortuni muscolari già accusati da inizio stagione. Inoltre sembra destinato “solo” ad uno spezzone a gara in corso nonostante l’anno scorso contro il Genoa segno incredibilmente una tripletta sia all’andata che al ritorno stabilendo un nuovo record.

KURTIC: Lo sloveno non sta attraversando un buon momento, non sta riuscendo a dare quella qualità alle giocate quando la palla passa dai suoi piedi. Anche fisicamente non sembra lucidissimo tanto che in Coppa Italia contro il Cosenza non ha certo brillato nonostante il divario tecnico tra le due compagini. E’ favorito nel ballottaggio con il giovane Sohm e forse non è il momento giusto per schierarlo in attesa di tempi migliori

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy