Consigli Fantacalcio 6a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

E’ sabato e tornano le nostre rubriche di consigli. Ecco tutte le possibili sorprese per la sesta giornata di campionato tratte dalle schede partita Gruppo Esperti.

di Danilo Buonpensiero, @DB1996PA

Mancano poche ore allo scoccare della sesta giornata di campionato, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, i calciatori da evitare ed uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti(che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 6a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori potrebbero costituire una piacevole sorpresa al Fantacalcio per la 6a giornata della serie A, regalando bonus inaspettati. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibile negli store iOS e Android.

ROMA – UDINESE 

Lo Stadio Olimpico ospiterà l’inusuale anticipo del sabato alle ore 15 che vedrà affrontarsi Roma e Udinese. L’allenatore dei giallorossi, Di Francesco, sembra intenzionato a schierare Hector Moreno, difensore centrale arrivato quest’estate dal PSV Eindhoven. Il messicano ha sempre avuto la fama di essere un “cattivo”, tuttavia c’è anche da sottolineare il buon feeling con le reti dimostrato nel campionato olandese. Un’altra scommessa, questa volta che vira verso l’azzardo, potrebbe essere quella di Kevin Lasagna. Il fantasista dell’Udinese si ritrova ad essere uno dei punti fermi dell’attacco bianconero, le sue doti caratterizzate da scatti e accelerazioni potrebbero mettere in difficoltà la difesa giallorossa, soprattutto nelle ripartenze. Nella scorsa giornata ha segnato ad una big come il Milan, chissà che non colpisca anche contro la Roma.

SPAL – NAPOLI

Dopo un inizio che aveva fatto ben sperare, la Spal ha subito una battuta d’arresto tra le mura amiche contro il Cagliari e nella trasferta infrasettimanale contro il Milan. Adesso, la formazione allenata da mister Semplici è chiamata ad affrontare il Napoli in una sfida che appare proibitiva. Tra le sorprese della sfida inseriamo Borriello: nonostante le critiche degli ultimi tempi, può essere considerato il principale terminale offensivo della formazione emiliana. Per lui si tratta di una sfida del cuore, essendo proprio napoletano, anche se il buon Marco ha già segnato ai partenopei. Inoltre, siamo certi che se la Spal dovesse segnare, le percentuali che vedrebbero Borriello tra i papabili marcatori sarebbero abbastanza elevate. Per quanto riguarda il Napoli, la scommessa è associata ad un nome ormai solito, Arek Milik. L’attaccante vive oscurato dall’ombra dello straripante Mertens, capace di sconvolgere le gerarchie pensate da Sarri che, nel breve periodo, dovrebbe decidere chi schierare nelle diverse competizioni. Anche se non dovesse partire dall’inizio contro la Spal, Milik dovrebbe comunque prendere voto ma la scommessa è situata proprio in questo punto: nelle ultime partite, il Napoli ha dimostrato di saper colpire soprattutto nei minuti finali, quindi perché non sperare che nel tabellino sia indicato il nome del numero novantanove polacco?

JUVENTUS – TORINO

Torna il “Derby della Mole” e lo spettacolo è assicurato. La Juventus, prossima alla gara interna di Champions League contro l’Olympiakos, cercherà di applicare il minimo turnover. Tra le scommesse bianconere, inseriamo Pjanic: il bosniaco ha delle capacità tecniche incredibili, tuttavia in partite sentite come queste, ciò che conta più di ogni altra cosa è lo spirito. Il centrocampista potrebbe soffrire il dinamismo degli uomini granata, ma potrebbe anche essere capace di tirare fuori dal cilindro il pallone decisivo in una partita tirata, magari direttamente da una delle sue specialità, il calcio piazzato. Un altro elemento che si è attirato l’etichetta di scommessa è sicuramente Douglas Costa: l’ex Bayern è l’oggetto del mistero del calciomercato bianconero, il prezzo del suo cartellino non è stato equivalente alle prestazioni offerte in questo inizio di stagione, tuttavia Allegri sta continuando a credere in lui, lanciandolo da titolare in una delle partite più importanti della stagione, che sia arrivato il momento del suo riscatto? Per quanto riguarda il Torino, Iago Falque potrebbe essere il nome dall’improbabile +3. Molti concentrano l’attenzione sugli altri due elementi di spicco dell’attacco granata, Belotti e Ljajic, dimenticando il fatto che Iago è capace di colpire nei momenti più imprevisti con la sua rapidità. Aggiungendo inoltre che è stato un giocatore della Juve, anche se per un breve periodo, si può tranquillamente scommettere sul classico gol dell’ex.

SAMPDORIA – MILAN

Al “Ferraris” andrà in scena il lunch match tra Sampdoria e Milan. Buono l’avvio di stagione dei padroni di casa mentre il Milan va alla ricerca di una vittoria esterna per non perdere il treno delle prime posizioni. In questo incontro, il nome scommessa è quello di Praet, centrocampista che tende spesso ad esaltarsi nelle partite contro le big, a partire dalla rete segnata contro la Roma nella scorsa stagione fino a quella segnata contro il Manchester United nel ritiro pre-campionato. Sul fronte rossonero, Bonucci potrebbe rappresentare la sorpresa di giornata. Il nuovo leader difensivo del Milan ha acquisito maggiore sicurezza con il passaggio alla difesa a tre, adesso dovrà affrontare un reparto offensivo ostico come quello blucerchiato. È logico quindi aspettarsi la presenza di diversi duelli fisici, dove il difensore della Nazionale primeggia quasi sempre. Inoltre, un importante dato da segnalare, è che il 40% delle reti milaniste sono arrivate da palla inattiva, e in passato Bonucci si è dimostrato abilissimo anche su questo fronte.

CROTONE – BENEVENTO 

Partita da thriller in terra calabrese. Il Crotone cerca la vittoria che consentirebbe di riaccendere l’entusiasmo, mentre il Benevento va alla ricerca dei primi tre punti storici in Serie A, dopo le recenti goleade subite contro Napoli e Roma. Teoricamente dovrebbe essere un consigliato, tuttavia l’inizio deludente colloca Ante Budimir tra le potenziali scommesse di questa partita. Ligio al dovere e sempre pronto ad aiutare la squadra, il croato sembra aver perso la vena realizzativa che lo aveva contraddistinto qualche stagione fa; questa partita suona come un ultimatum per riaccendere il suo feeling con il gol. In casa Benevento, potrebbe sorprendere Memushaj che ha una grande esperienza in partite come queste e conosce il significato di lottare, inoltre potrebbe incaricarsi di tirare un eventuale rigore. Un altro profilo interessante può essere quello di Parigini che ha dimostrato di essere fortemente motivato nelle precedenti apparizioni, cercando di sfruttare al massimo le chance concesse. In particolare, la sua velocità potrebbe mettere in difficoltà la difesa crotonese.

CAGLIARI – CHIEVO 

Seconda partita consecutiva in casa per il Cagliari, alla ricerca del riscatto dopo la recente caduta interna contro il Sassuolo. Per il Chievo è invece la seconda trasferta consecutiva, dopo la partita infrasettimanale contro il Genoa. Scommettiamo sull’uomo Cragno:  battute a parte, l’estremo difensore rossoblù potrebbe essere una delle migliori scelte in ottica modificatore, in quanto le sue ultime prestazioni sono state da urlo. Due partite con porta inviolata più l’ultima dove, pur subendo una rete, è riuscito a parare un rigore. Dal Chievo con furore, arriva il vostro amato Cacciatore. Conosciamo bene le speranze difensive che nutrite nel buon Fabrizio e noi vogliamo ancora puntare su di lui, a maggior ragione dopo la splendida prestazione nel turno infrasettimanale. Capace di svolgere al meglio entrambe le fasi, Cacciatore potrebbe rivelarsi una spina nel fianco per la difesa sarda e chissà che non arrivi un inaspettato +3.

FIORENTINA – ATALANTA 

Ad affrontarsi una delle possibili sorprese di questo campionato e quella dello scorso anno, si prospetta una partita intensa e perché no, ricco di spettacolo. Nella Fiorentina sembra essere arrivato il momento tanto atteso di Babacar, qualcuno lo ha comprato da solo, altri in coppia con Simeone: bene, è arrivato il momento di lanciarlo assolutamente. Non è una delle prime scelte di Pioli e questo era chiaro sin da inizio stagione, tuttavia il senegalese ha dimostrato più volte di saper sfruttare le proprie occasioni entrando nel tabellino dei marcatori. Per quanto riguarda l’Atalanta, l’attaccante è da lanciare, sia Cornelius o Petagna, in quanto potrebbero prevalere sulla difesa viola, regalando ai loro fantallenatori dei bonus importanti. Al momento l’attaccante danese sembra essere in vantaggio nel ballottaggio, aggiungendo il fatto che Petagna ha giocato nel turno infrasettimanale.

INTER – GENOA

Un pizzico di delusione quello che ha accompagnato l’Inter nel pareggio della scorsa giornata a Bologna, la voglia di ritornare ai tre punti contro il Genoa è tanta e Spalletti potrebbe decidere di affidarsi alla motivazione di Eder, dopo l’ultima discreta prestazione. Anche se non certo di partire titolare, l’oriundo potrebbe rivelarsi un’importante arma da sfruttare nella seconda parte della partita. Degradato da consigliatissimo a potenziale scommessa nel giro di poco tempo, è questo il destino di Antonio Candreva, almeno fino a quando non garantirà gioie ai suoi possessori. Arriva da una prestazione assolutamente negativa contro il Bologna dove è riuscito a mostrare tutto il suo repertorio negativo tra cross errati e incapacità di saltare l’uomo. Tuttavia, le seconde (infinite?) opportunità vanno concesse a tutti, quindi perché non sperare in un pronto riscatto dell’esterno della Nazionale? Sulla sponda Genoa, il nome da segnarsi sul taccuino è quello di Ervin Zukanovic: le sue prestazioni di inizio stagione sono state convincenti. Capace di regalare un assist nella gara contro la Lazio, spesso è andato vicino alla prima rete stagionale. Inoltre, in una partita dal tasso di difficoltà elevato, il Genoa cercherà di sfruttare al meglio le sue palle inattive e il difensore bosniaco si è dimostrato spesso pericoloso in queste situazioni.

VERONA – LAZIO

Il Verona va alla ricerca della prima vittoria stagionale contro una Lazio decimata nel reparto difensivo. Tra i padroni di casa, si potrebbe dire spazio alla gioventù: infatti, due elementi interessanti per questa giornata sono gli esterni Bearzotti e Valoti. Il primo ha dimostrato tanto impegno e lavoro di squadra, mentre il secondo ha dimostrato di avere ottime capacità tecniche, andando vicino alla rete nella scorsa giornata contro la Sampdoria. Tra i biancocelesti, Lukaku potrebbe essere una bella sorpresa in quanto cercherà di sfruttare al massimo l’opportunità per guadagnarsi la titolarità nelle prossime partite. Le qualità fisiche e atletiche del belga potrebbero essere un fattore determinante in una partita come questa.

SASSUOLO – BOLOGNA 

Derby tutto emiliano al Mapei Stadium che potrebbe spingere i calciatori delle due squadre a dare qualcosa in più per aggiudicarselo. Nel Sassuolo, tutto il reparto offensivo può essere identificato con l’etichetta di scommessa: Berardi potrebbe fruire di alcuni vantaggi, collocandosi come seconda punta nel 3-5-2 di Mister Bucchi, giocando più vicino alla porta aumentano le sue possibilità di andare a segno contro il Bologna, tuttavia rimane l’incognita legata al suo recupero e nelle prossime ore potrebbe essere tutto più chiaro. Un altro interprete che potrebbe usufruire del cambio modulo è sicuramente Falcinelli: il 4-3-3 non gli consentiva di ottenere palloni giocabili, mentre nelle ultime partite il 3-5-2 gli ha garantito diverse opportunità, anche se appare chiaro che deve lavorare sulla finalizzazione in area di rigore. Mitra Matri potrebbe essere il terzo incomodo dell’attacco neroverde. A Cagliari ha fatto tutto lui, ha sbagliato uno rigore ma ne ha segnato un altro, consentendo alla sua squadra di portare a casa la vittoria ed incrementare il suo indice di titolarità. Tra le sorprese felsinee, da segnalare Donsah che sta ormai conquistando la piena fiducia del tecnico Donadoni e che potrebbe rivelarsi una ottima arma in ottica contropiede. Nell’ultimo periodo è apparso in buoma forma Rodrigo Palacio, che ha avuto l’opportunità di accumulare minuti sulle gambe e di dimostrare di essere ancora un calciatore da Serie A. Contro il Sassuolo dovrà affrontare un osso duro come Acerbi, ma l’esperienza del Trenza potrebbe essere un fattore determinante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy